Olio d’oliva. Miscela europea spacciata per made in Italy

Tempo di lettura: 1 minuto

Dopo l’olio deodorato, il finto olio pugliese. Chi avesse ancora qualche dubbio che il made in Italy non sia una bella carta da giocare sul mercato agroalimentare internazionale dovrà ricredersi dopo l’ennesima operazione delle Forze dell’Ordine contro truffe ai danni dei consumatori.

134 mila litri di falso olio d’oliva made in Italy sono stati sequestrati infatti nei giorni scorsi a Bari e a Salerno. 80 mila litri, diretti in Giappone e Taiwan, erano stati confezionati in aziende baresi miscelando oli di origine europea spacciati per italiani mentre altri 54 mila litri di olio extra vergine erano di provenienza spagnola ma destinati ad essere venduti come made in Italy.

Un Regolamento europeo del 2009 sull’etichettatura dell’olio extravergine d’oliva impone che la provenienza delle materie prima utilizzate sia indicata in etichetta e vieta la dicitura ‘made in Italy’ per i prodotti che non lo siano al 100%.

Fonte: repubblica.it

Foto: tmnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui