Lo storico pastificio dei Pastai Gragnanesi riapre più bello che mai

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo tre anni di intensi lavori, riapre il 25 marzo, completamente ristrutturato dopo l’incendio che l’ha distrutto nel 2008, lo storico pastificio della Cooperativa Pastai Gragnanesi. Giunge così a compimento il percorso iniziato nella notte del 26 Giugno 2008 con un incendio doloso che divampa nello storico pastificio del 1860, causando ingenti danni. Nel rogo vengono distrutti i locali dell’amministrazione al piano terra, la sala macchine al primo piano e la sala essiccamento al secondo piano. Le fiamme partono dalla sala macchine e si propagano velocemente all’intero stabilimento, distruggendo gli antichi macchinari utilizzati per l’essiccazione artigianale della pasta.

“Purtroppo in quella maledetta notte”, ricorda il Presidente della Cooperativa, Giovanni D’Avino “bruciò una parte di storia, non solo nostra, ma dell’intera città. Quelle fiamme stavano mandando in fumo il nostro sogno: portare avanti il testimone dei nostri padri, antichi maestri pastai”.

Sin dal 1980 la ragion d’essere è stata quella di recuperare “l’Arte di far Pasta all’Antica e per Passione”. Da questo recupero, e dalla determinazione nel raccogliere il testimone dei padri, discendono la Qualità Superiore delle paste alimentari, commercializzate in 50 formati, dai più tradizionali a quelli speciali. Qualità superiore che la Pastai Gragnanesi riallaccia all’utilizzo delle migliori miscele di semola (grani duri di primissima qualità a basso contenuto di ceneri ed alto contenuto di proteine), alla trafilatura dolce dell’impasto (ossia a bassa pressione per l’impiego di trafile in bronzo di piccole dimensioni) e all’essiccazione naturale, lenta e statica che salvaguarda al meglio le proteine della pasta e quindi il suo sapore e le sue capacità nutritive.

L’incendio non ha fermato i Pastai Gragnanesi che hanno avviato i lavori di ristrutturazione e restyling del pastificio, con l’obiettivo di innovare ma salvaguardare la tradizione. I macchinari sono stati completamente rimodernati e secondo la cooperativa garantiscono ora una produzione maggiore in termini di quintali giornalieri, senza intaccare minimamente la qualità della pasta artigianale che continuerà ad essere prodotta secondo i dettami antichi.

La riapertura dello stabilimento sarà l’occasione per presentare due nuovi formati di pasta: il Pacchero Ondulato e la Mista Lunga.
Lo Chef Giuseppe Guida dell’Antica Osteria Nonna Rosa di Vico Equense, interpreterà questi due nuovi formati di pasta al termine della cerimonia di taglio del nastro che si terrà alle ore 18.

Cooperativa Pastai Gragnanesi. Via Giovanni Della Rocca, 20 80054 Gragnano (Napoli). Tel. +39 081.8012975

4 Commenti

  1. Grande chef Peppe Guida! Finalmente trovo un “accenno” a questo professionista su un blog di tutto rispetto (vi seguo 6 giorni su 7)! La gastronomia della Costiera è purtroppo “monopolizzata mediaticamente” dai “soliti noti” … Ma Peppe , a mio modesto parere, rappresenta forse l’Essenza della culinaria Campana … Complimenti alla Cooperativa dei Pastai Gragnanesi per aver scelto lui per esaltare il loro prodotto di Eccellenza! Purtroppo sono a Roma e questo weekend non riesco a spostarmi … Ma presto tornerò dalla Nonna Rosa!! 🙂

  2. Dal pacchero liscio a quello ondulato passando per quello rigato.
    Di forma e di sostanza questo nuovo pacchero.
    Guida Giuseppe di Nonna Rosa ci ha aggiunto una crema di piselli e un ripieno con baccala.

    Piena soddisfazione.

    Auguri a tutti i soci-lavoratori della Cooperativa.

  3. Abbiamo due locali su fontana di trevi e uno amilano zone turistiche.
    Vorremmo sapere se fate confezioni da 250 grammi anche colorate .
    Mandateci per cortesia un catalogo compressivo di foto e prezzi grazie.
    Bar Gelateria Fontana di trevi s.r.l. Tel.06.6797764 telex 3286481893.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui