Ristorante Da Vito, a mangiare ricci di stagione sulle colline di Sassari

Ristoranti

“E’ vero, il sardo è proprio una lingua!” Questo è quanto pensavo mentre, sperso sulle colline sopra Sassari, chiedevo indicazioni ai locali in cerca del paesino di Sennori. Eh si, perché un povero romano come me non riesce neanche a pronunciarlo bene Sennori, figurati se lo trova, dopo aver sbagliato strada più di una volta.

Insomma, in giro per lavoro, decido di fare il marziano in Sardegna e provare la cucina di Vito, ristorante di pesce ubicato, appunto, a Sennori e facilmente raggiungibile in 10 minuti da Sassari (ripeto: sapendo la strada giusta…).

Il luogo è bellissimo: il rosso edificio che accoglie Vito e la sua truppa è affacciato sulla valle verso il mare dell’Asinara, è in una giornata come quella che è capitata a me, la vista è cibo per lo spirito.

Ma poi vien fame, e quindi mi accomodo e lascio fare ai ragazzi del patron, che mi invitano al confronto con gli antipasti.

Mentre sbriciolo carta musica, ecco arrivare insalata di polpo e patate, tonno con arance (strepitoso), gamberi freschissimi appena sbollentati.

Piacevolmente sorpreso sto per versarmi il vino (ho preso un mezzo del bianco della casa, assolutamente bevibile e piacevole col pesce: e poi avevo da lavorare il pomeriggio… ) quando arriva la seconda ondata.

Il tavolo si riempie di piatti: formaggio con bottarga, gamberetti sempre sbollentati (da ingollare praticamente interi), involtini di melanzane e gamberi, salmone marinato, un trionfo di cozze… E poi l’antipasto per me vincitore, le polpette di totano, calde, umide e saporose, profumatissime.

Che fare allora per continuare, senza stramazzare sotto il tavolo, rovinando così i progetti lavorativi? Un primo classico e mi butto sulle linguine ai ricci di mare, appena arrivati, mi dice il cameriere con cui sono ormai molto amico. Piatto da prendere perché i ricci stanno finendo la stagione (bonus: chi mai ce la ricorda la stagionalità dei ricci?)

Arriva una porzione a dir poco generosa di pasta fumante; il condimento è ricco e ben visibile, e mi incuriosisco sulla mantecatura, visto che conosco meglio la preparazione alla palermitana, molto più ‘secca’ e meno elaborata. Bel piatto, delicato, che non tradisce.

Satollo, scambio due chiacchere col patron, raffigurato in sala in vesti cardinalizie in un quadro a tutta parete, e chiudo il pranzo con due formaggelle (che bontà!), caffè e un conto onesto che invoglia al ritorno.

Luogo da consigliare, e il fatto che il ristorante fosse assai pieno un martedì a pranzo lo dimostra. Ah, dimenticavo: per chi si strafoga o vuole solo godere del risveglio vedendo l’Asinara, Vito è anche hotel…

Hotel Ristorante ‘Da Vito’
Loc. Badde Cossos – Strd. Sassari-Sennori
07036 Sennori 
Tel. +39 (0) 79360245