Foodblogger negate | Agnese di MasterChef è della Banda dei Broccoli

Tempo di lettura: 4 minuti

Si dice che le foodblogger siano vanitose e sarebbero disposte a tutto pur di avere la stessa visibilità della celebrity food-photographer Cavoletto di Bruxelles, la stessa capacità fotografica ed egual numero di copie di libri vendute. Io so che non è vero. E non perché devono ancora mandarne alle stampe almeno uno.

Prendete lo tutsnami mediatico che ha spazzato il mondo virtuale delle ricette e degli chef con la prima puntata di MasterChef che Scatti di Gusto come molti altri ha seguito in diretta o commentato. L’effetto più dirompente di MasterChef (anche in Italia) è il tentativo di conciliare 2 mondi spesso ritenuti distanti: foodblogger e grandi chef. Dalle rispettive posizioni.

Le foodblogger riprendono le ricette dai libri degli chef, pietre filosofali di carriere che alternano fornelli e comunicazione. I commentatori più sbrigativi ritengono che le interpreti di questo enorme ricettario virtuale si avvicinino poco ai ristoranti e preferiscano studiare a casa, provare, fotografare, postare, ricevere commenti, riprovare, modificare. Un circuito che coinvolge aziende e produttori che offrono le proprie materie prime per farle conoscere. Una bella foto, un commento positivo, una ricetta provata da altri valgono moltissimo. Ma, chiaro, bisogna saper cucinare.

Una premessa per la domanda che mi insegue ormai da qualche giorno. Ma perché diavolo Agnese Malatesti, foodblogger della Banda dei Broccoli è stata presentata durante la trasmissione televisiva solo come organizzatrice di eventi e non come co-tenutaria del blog in questione? Do you remember Agnese?

22.39. Tonno porchettato su crema di burrata e aria di mirtilli. Sicuro che vorreste fare i giudici? Con spina. Stavamo per perdere Cracco… Spremuta di sale per Barbieri. Ci fa, ci è ci prova? Dà il sì Cracco. Via. Ripescaggio di Agnese: spesa spaghetti con il pomodoro? Organizzatrice di eventi con Giulietta ultimo modello. Milano, c’è poco da fare 🙂

Ecco, il suo tonno porchettato è stato apprezzato solo da Carlo Cracco (che pure vi aveva trovato una spina) e bocciato malamente da Barbieri che ha parlato di spremuta di sale. Agnese, un po’ impaurita e poi delusa, viene rincorsa per essere ripescata. Non ad alzo zero, come già capitato, bensì con un’ulteriore opportunità di mettersi alla prova.

E Agnese è salita sulla Giulietta (ma datele una 500 che è più easy) ed è andata a fare la spesa. Il consiglio secco è: prepara un piatto semplice. Carlo Cracco, Bruno Barbieri e Joe Bastianich per riammetterla avrebbero visto di buon occhio uno spaghetto con il pomodoro. Fai te. E Agnese si affanna con il carrello (eh sì, signore e signori, Agnese va al super mica alle botteghe gastrofighette) e tira fuori le zucchine.

Ma possibile che in tutto questo can can, mentre era a tu per tu con il fighissimo Joe sporto in avanti sul banco con uno strabiliante fazzoletto a pois o lo stra-fighissimo Carlo Cracco la rimproverava per aver appoggiato il gomito al bancone, non abbia detto con un filo di voce che è una foodblogger! Sarà stata pure terrorizzata, ma cavolo, anzi broccolo, al limite un sottopancia non si nega a nessuno. Altro che organizzatrice di eventi: F-O-O-D-B-L-O-G-G-E-R, Agnese è foodblogger, cucina meglio di un tassista, di un agripugile, di una ballerina o di una campionessa di nuoto.

Ma lo hanno letto il curriculum in produzione o avevano gli occhi bendati con il prosciutto? E’ entrata nel progetto Gente del Fud che Emidio Mansi ha lanciato a Sorrento con 80 foodblogger, quelli più bravi (anzi più brave che la rappresentanza maschile è ridotta in questo campo), sforna contest e ricette.

Avrebbe fatto meno figura dei muscoli della nuotatrice o dei capelli rossi di Imma di Sorrento se avessero detto a tutto il mondo gastrotelevisivo che sì, Agnese, insieme alle sue amiche, ha messo su il blog la Banda dei Broccoli, sottotitolo diari quotidiani di precari urbani? Qualche lacrima la potevano strappare con il precariato. Oppure potevano mettere su una storia di gastrofighettismo plurimo: ci siamo allenate ed abbiamo fatto una pre-selezione a casa tra di noi. Un po’ di fantasia, mica si può solo copiare dai format anglofoni!

No, non posso crederci che ragazze così estroverse e desiderose di far conoscere le novità a mezzo mondo

In primis dobbiamo ammettere che eravamo entusiasti già prima di partire! Noi neofiti a un mega incontro?! Ci si è gonfiato il petto come ai bimbetti quando vogliono far vedere una nuova scoperta. Ovvio no che abbiamo chiamato le mamme, gli amici facendo (biechissimi siamo) i vaghi:

non abbiano messo su nemmeno un postettino per questa loro partecipazione. Il blog è fermo al pollo da pic nic del 21 giugno ore 10:55. Cosa è cambiato dalle scoperte di giugno 2011?

Le ipotesi di questo silenzio potrebbero essere:

  1. Rilancio della campagna di sostegno all’immagine verace (29 marzo 2011)
  2. Identificazione con la Banda Occulta dopo la scomparsa del sito dello sponsor ilpostodellefragoleshop (maggio-luglio 2011)
  3. Speranza di vittoria per mandare successivamente alle stelle gli accessi al blog
  4. Ospitate in simultanea ai diversi programmi di show cooking tanto nessuno si ricorda chi è la componente del gruppo che ha partecipato
  5. Il desiderio di rifarsi una vita lontano dal web

Insomma “broccolette” (come vi chiamano le amiche più affettuose) ci spiegate perché mai Agnese non ha rivelato l’esistenza della Banda dei Broccoli in diretta (si fa per dire, il programma è registrato)? Sarà mica per i 100.000 € e il libro di ricette della vincitrice/vincitore che RCS manderà in stampa?

[Foto: Facebook]

19 Commenti

  1. Prima di sparare broccolate ;)))))) avresti fatto meglio a contattare Agnese…. Ma che food blogger frequenti?Mi dispiace deluderti, nOn siamo tutte uguali, anzi mi auguro che nessuna corrisponda alla descrizione che ne hai tracciato!!!! 😀
    P.S. : La Banda dei Broccoli è aggiornato al 25 Settembre.

  2. ha risposto a Ornella: Ok prendo atto che non hai voglia di pubblicare un libro e che andate tutte d’amore e d’accordo 🙂
    Infatti la domanda successiva è: come mai nessuna/o se n’è accorto? Anche il resto della blogosfera food era sotto contratto? 😉

    PS l’articolo del 25 settembre è stato pubblicato alle ore 23 e non cambia le cose. Anzi no, bravissima a tenere a freno la tastiera!

  3. ha risposto a Agnese: Carissima Agnese,
    mi sembra chiaro che tu abbia rispettato un regolamento e non abbia detto o scritto quello che è vietato.

    Ma resta la curiosità di perché tu abbia questo obbligo, ti pare? Sai io sono allergico quando mi si parla di conflitti di interessi e quando non capisco perché si tace su un fatto qualificante come il tuo essere nel mondo food (più di quanto uno potrebbe supporre per un tassista o una ballerina) mi scatta il momento della curiosità. Perché tacere questo aspetto mica tanto secondario in una trasmissione di food?

  4. ha risposto a Vincenzo Pagano:
    Naturalmente non ho detto questo.. MAI DIRE MAI!!!! :DDDDDD Anche se al momento è proprio l’ultimo dei miei pensieri…
    Ribadisco invece, a proposito di Agnese, che prima di scrivere certe broccolate sarebbe opportuno informarsi! Non è questo il primo “dovere” di un buon giornalista?
    P.S.: La Banda dei Broccoli ha aggiornato il blog per tutto il mese di Settembre e non solo il 25 a mezzanotte! Le tue illazioni pertanto… sono destituite di fondamento! ;))))

  5. ha risposto a Cristiana Lauro: Provo a dirtela in breve. C’è una trasmissione che si chiama MasterVino con Luca Gardini che guida il talent. C’è una concorrente che si chiama Cristiana Lauro che organizza festicciole per bambini. Poi casualmente scrive di vino per un importante blog (e dai tiriamocela un po’), ma questa cosa non viene palesata. Secondo te, qual è il motivo di questa scelta forse, dico forse, un po’ bislacca? 🙂

  6. Ciao vincenzo,
    è un piacere conoscerti.
    La tua vis polemica e terribilmente divertente e tra post e risposte ad agnese ci sembra quasi di conoscerti, attento stai rischiando un invito a cena ^_^
    In primis ti ringraziamo, hai abbattuto il muro della nostra timidezza 🙂
    Ora i broccoli potrebbero scoattare alla grande nella blogosfera, ma ahinoi non lo faremo perché cercheremo di continuare ad essere noi stessi e, se ci leggerai lo scoprirai, non siamo degli sbandieratori da fiera.
    Le piccole/grandi conquiste le comunichiamo alle mamme, agli amici, al gruppo di Gente del Fud perché rientrano tra gli amici; persino quando siamo finiti su Brava Casa abbiamo fatto un post piccolopiccolo e non lo abbiamo straurlato.
    Oltre ai contratti ci sono anche le attitudini personali.
    A presto
    p.s. come tutti dopo le vacanze abbiamo avuto una lenta ripresa e poi aò siamo foodblogger per passione/hobby, mica è un lavoro
    p.p.s vieni a vedere con noi la prossima puntata? è il minimo che possiamo fare per ringraziarti di tutta questa pubblicità che non siamo in grado di farci da soli…non per niente ci siamo chiamati broccoli ^_^

  7. Ma di ke parlate?
    Secondo me masterchef Italia (ke ho visto solo a pezzi) non è male, in linea con le versioni internazionali… Invece la questione della blogger, mi sembra kiarissima, hanno voluto mischiare le carte. Perkè mica è logico nun di’ niente… Io faccio il programmatore di computer e se ci fosse un talent sui computer e mi presentassero come un gourmet, mica sarebbe regolare… Quindi nun me venite a dire ke è casuale… Ma vi immaginate se a Xfactor provinano una cantante stonata che dice di fare la postina e poi se scopre che invece è una cantante di piano-bar… 😛
    Bravo Vincenzo finalmente un pezzo divertente, state a diventà un po troppo seri da queste parti 😀

  8. Ma dai! Una che partecipa a un programma di cucina aveva l’hobby della cucina (perche’ un blog quello e’, non una catena di ristorazione) e non l’ha dettooo? Scusa ma il giornalista neocomplottista alla 11 settembre lascialo fare a chi ha teorie meno forzate e più’ accattivanti! 🙂

  9. ha risposto a Chefgiovà: esatto…. questa è la piega che sta prendendo tutto sto giro di chiacchere sul food…. Fa bene la Lauro a ridere e fai bene te…. e soprattutto non credo che Vincenzo voglia fare ne un 11 settembre ne uno scoop….. solo un post leggero….
    la cosa infatti è stata totalmente recepita dai diretti interessati , cioè i Broccoletti…
    ha risposto a bandadeibroccoli:
    mi pare si siano divertiti e ne abbiano tratto il vero senso : una bella pubblicità !!!
    Dov’è il crimine ?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui