Governo della minestra. Monti tassa cibo spazzatura e alcool

Tempo di lettura: 2 minuti

Eravate di quelli che hanno gridato “Basta la solita minestra di tasse” in alternativa al classico “Piove, governo ladro”? Preparatevi a mangiarne molte di minestrine salutari. Se passa l’idea di tassare il cibo spazzatura, il junk food per dirla più trendy, potrebbero crearsi dei problemi per i buongustai.

Già, perchè potrebbe accadere che a definire il cibo spazzatura saranno burocrati alle prese con tabelle di grassi, zuccheri e RDA. Che ovviamente sono le tabelle dell’industria e non quelle di un ristorante. Si potrebbe verificare uno di quegli assurdi tanto cari alle limitazioni tipo l’etilometro a parete (praticamente dimenticato) piuttosto che gli incroci tra cavalli, anzi kilowatt, e peso per limitare le velleità velocistiche dei neo patentati (ma in realtà buoni per complicare la vita a chi di auto ne ha una sola in famiglia).

Mettiamoci anche che sarà tassato l’alcol e il quadro è completo. Ovvio che si tratta di tassa di scopo e a fin di bene. Si colpiranno questi beni per costruire ospedali (sic! ma se chiudiamo quelli esistenti o cerchiamo di farlo…) e altre strutture sanitarie in genere.

“Va approfondito», si legge nella bozza, «il tema del rifinanziamento del programma straordinario ex articolo 20 della legge 67/88. Anche facendo ricordo per la relativa copertura ad una tassa di scopo (prodotti alcolici, junk food ecc.)». Questa, insomma, è l’ipotesi. Di certo, come si legge ancora neltesto, è che tra i problemi da affrontare al più presto c’è quello di reperire le «risorse per gli investimenti nel SSN al fine di garantire la manutenzione straordinaria, la costruzione o l’adeguamento delle strutture edilizie e l’adeguamento tecnologico, senza i quali le strutture sanitarie pubbliche sono destinate ad un progressivo degrado con inevitabili riflessi sulla qualità delle cure»

Sulla rete, intanto, iniziano a fiorire i commenti.

voijo ride quanno dovranno defini’ “cibo spazzatura” sti pagliacci…..ps: l’ importante e’ tutela’ i tassinari, le banche e ovviamente le cornacchie der vaticano….

Consoliamoci, ci stiamo adeguando all’Europa. Ve la ricordate l’Ungheria e la Danimarca?

1 commento

  1. La classica CRETINATA: Il governo italiano pensa a tassare il cibo spazzatura… e l’idea piace agli italiani? Questo è indice di IGNORANZA alimentare!
    Come si spiega il governo e come si spiegano gli italiani, il fatto che l’attuale sottosegretario alla SALUTE, prof. Cardinale, che è un medico… sia anche obeso? Forse immaginando che il sottosegretario mangi giornalmente ‘cibo spazzatura’! Il medico e sottosegretario alla salute prof. Cardinale è diventato obeso, verosimilmente, mangiando sano… come descritto nel libro: “Mangiare sano e morire grassi” http://www.vitasanas.ch/wp/?page_id=374
    Il libro, infatti, illustra perché s’ingrassa anche mangiando sano e perché non ci sono cibi che fanno ingrassare, se si conosce il proprio metabolismo basale (oggigiorno misurabile in pochi minuti). Conoscendo il proprio metabolismo, si può valutare il proprio fabbisogno calorico (cioè la quantità di calorie che il PROPRIO corpo è in grado di bruciare), che dipendente dal metabolismo e dall’intensità e durata dell’attività fisica (lavoro e tutte le altre attività fisiche), .
    Il fabbisogno calorico, come ben risaputo, varia da persona a persona anche perché ognuno di noi ha un proprio metabolismo basale (in parte geneticamente ereditato) e una propria attività fisica!
    Quindi è illusorio voler combattere l’obesità tassando i cibi spazzatura!? L’obesità la si combatte istruendo NEUTRALMENTE i cittadini! Neutralmente significa, tenendo conto del fatto che è proprio la scienza (e l’industria che la finanzia) as ALIMENTARE la confusione!
    Buon appetito e un sano saluto dalla Svizzera Dr. Leoluca Criscione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui