Foodblogger. Contest Pavesini. Benedetta Parodi vi regala un Kenwood

Tempo di lettura: 2 minuti

Benedetta Parodi non vi piace. Non per il suo stile di presentatrice a La7 che anzi è meno urlato (?!) della cuoca Antonella Clerici.

E poi la sua cucina è facile e possibile (ehi, non mi fraintendete, parlo dei mobili) e gli ospiti che si succedono forniscono utilissimi consigli per i più navigati come è successo con Pasquale Marigliano con il suo panettone o con Antonino Cannavacciuolo.

Ma fate attenzione alla notizia. Benedetta Parodi scende nell’agone dei contest che tanto piacciono alla blogosfera* e lo fa in grande stile, of course. Dovete setacciare i vostri archivi o inventarvi qualcosa per proporre dal 21 gennaio al 16 marzo 2012 una ricetta a base di Pavesini. Il concorso si chiama Pavesini Mania (non vi spaventate, non è ancora partito ma sarà qui che dovrete caricare le foto delle ricette e quindi armatevi anche del necessario) e ogni settimana potrete vincere una kitchen machine Kenwood KMX51, quella con la parte superiore di colore rosso per capirci.

Come se non bastasse, il vincitore finale parteciperà al backstage della trasmissione di Benedetta Parodi e vedere realizzata in diretta la propria ricetta.

Oh My God, e ora non mi dite che non avete qualche motivo in più per guardare i Menù di Bendetta e per migliorare la classica ricetta del tiramisù con mascarpone. E pavesini!

*Se non ci credete o volete partecipare agli ultimi contest guardate:

[Link: PubblicitàItalia, foto: online-news.it]

51 Commenti

  1. 😀 Io sto già pensando a cosa preparare con i pavesini…non credo che i classici biscottini con nutella vadano bene! :-p Ora vedo cosa ingegnare, perchè quel frullatore mi fa proprio gola..e non nego che mi piacerebbe conoscere Benedetta! 😀 Inoltre grazie di aver notato il mio contest e di averne parlato in questo bellissimo articolo! 😀 Troppo buoni..un abbraccio e a presto!

  2. mah il kitchen machine Kenwood io ce l’ ho, me lo comprai tanto tempo fa ma è sempre stato il sogno di mia madre quindi anche se la parodi non mi piace, o quanto meno fa il suo, tira acqua al suo mulino, guadagna tanto e quindi fa bene a farlo e non fa fondamentalmente del male a nessuno, fa ricette per le sciure marie, cmq credo proprio che parteciperò, sarebbe bello regalarlo a mia madre senza spendere una lira….

    E poi con tutte le ricette e menu che dvo creare tutti i giorni una in più non mi costa niente…devo andare a comprare i pavesini perchè non li mangio da quando ero piccinissima, e mai mi hanno fatta impazzire ma che se frega….mia sorella in effetti ci fa il tiramisù a me non piace neanche quello con i pavesini, bisogna capire se si vince con la semplicità o facendo ricette strabilianti….

  3. mi raccomando le ricette scriviamole semplici con passaggi elementari altrimenti quando le capisce la parodi!!!
    spero che vinca qualcuno bravo così la parodi impara qualcosa

  4. partecipero’ anche io probabilmente!
    la benedetta mi sta estremamente simpatica e non ho bisogno di un contest per guardare il suo programma perche’ lo guardo comunque,e poi che male c’e’ a partecipare ad un concorso che potrebbe far vincere un eccellente elettrodomestico oltretutto caro?
    poi tutte ste prese in giro verso le blogger….cosa ve ne frega a voi se a noi piace cucinare e sfidarci in simpatia??????????

    • ha risposto a carla: Prendere in giro? Ma se abbiamo messo la notizia ancor prima che sia attivata la pagina per farvi guadagnare più tempo! Mi sembra un commento poco simpatico 😉

    • ha risposto a Daniela (SenzaPanna): “inventarvi qualcosa per proporre dal 21 gennaio al 16 marzo 2012 una ricetta a base di Pavesini”

      “per migliorare la classica ricetta del tiramisù con mascarpone. E pavesini!”

      Dov’è l’ostilità per i Pavesini? Se anche ci fosse, da cosa si dedurrebbe?

  5. Non capisco tanto sarcasmo nei confronti di chi partecipa ai contest e soprattutto perchè nominare artù e basta… mi sembra una cattiveria gratuita..

    • ha risposto a iva: Cattiveria? Era un esempio di un blog cui piace partecipare ai contest. Non vedo la cattiveria. Come gli altri erano esempi di contest attivi in rete. Se qualcuno ha voglia di segnalare i suoi non penso che SdG li bannerà :-p

  6. Che dire, ho letto spesso i tuoi articoli. Generalmente li trovo abbastanza divertenti e graffianti.
    Mi piace l’ironia, è una dote rara, ma solo se ben usata. Trovo veramente di cattivo gusto sparare nel mucchio, prendere a caso un paio di nomi, sbatterli nel tuo blog e sfotterli “amorevolmente” solo perché partecipano ai contest. Sarei curioso di sapere a quali nobili attività si dedica nostro “Il Guardiano del Gusto” … che di gusto questa volta ne ha avuto veramente poco.

    Saluti,
    Tom

    • ha risposto a Tommaso: Sono contento di avere un lettore abbastanza divertito, ma ahimè devo contraddirti sul punto: il contest parte il 21 gennaio quindi è impossibile sapere chi partecipa. La pagina non è ancora attiva. Ho fatto degli esempi per confermare che la blogosfera ama il contest. O devo pensare che Valentina, che ha risposto più su, de l’aroma del caffè sia contenta perché la prendo in giro?

        • Possiamo discutere fino a domani sul fatto che l’articolo sia bellissimo oppure disgustoso. E’ un’opinione puramente personale e su questo non discuto.
          Il punto è un altro e lo ripeto perché probabilmente non ti è chiaro: citare un nome (e un blog) e le sue “ennemila partecipazioni” con un tono quasi disprezzante (così l’ho percepito leggendo) non mi sembra una cosa carina. Tutto qua. Semplicemente non ci trovo niente di divertente. l’ironia è un’arma a doppio taglio e va saputa usare.

          • ha risposto a Tommaso: Se il problema è ennemila la cambio con migliaia. Poi se sei così cortese da inserirmi qualche link di blog che hanno partecipato a molti contest ti ringrazierò.

        • Bah… che dirti … girala come vuoi. Mi sembra che non riusciamo a capirci 🙂

          Non mi sembra che ci siano mille partecipazioni di Artù, prova a contare 🙂 … cmq, dai, stai esagerando.

  7. Sono d’accordo con Tommaso e con Iva: che senso ha fare nomi?? Mi pare che ogni blogger partecipi a numerosissimi contest ed è proprio grazie a queste persone che tale tipo di bell’iniziativa possa avere luogo. Nominare una persona in particolare è, a mio avviso (e non solo mio, a quanto pare), decisamente di cattivo gusto anche contando il tono in cui viene sarcasticamente nominata Artù.
    Avevi già fatto esempi a sufficienza per descrivere il grande successo che i contest culinari riscuotono nel web senza bisogno di attaccare qualcuno in particolare. La richiesta dei link è poi, sempre a mio avviso, ridicola: non c’è bisogno di ironizzare dicendo che sei disposto ad inserire i link di tutti i partecipatori incalliti, il problema è che proprio dovevi evitare di nominarne qualcuno visto che non conosci ogni blogger per sapere se può considerare una tua affermazione offensiva o meno.

    Questo è il mio punto di vista, non ho la benchè minima intenzione di cominciare una nuova “discussione” (è sufficiente quella con Tommaso per capire che non ci troveremmo comunque d’accordo) per cui non importa che mi rispondi. Il tuo sito non lo conosco minimamente e anzi è la prima volta che ci passo, per cui sappi che non ti sto giudicando in base ad una frase di un articolo.

    Ciao.

  8. Buonasera!
    Visto che in questo sarcastico e pungente articolo é stato nominato il mio blog, vorrei dire la mia.

    Ringrazio chi di voi ( o della vostra redazione) é riuscito a scovare il mio spazio web all’interno di una blog sfera cosi ricca di food blog, photo blog o wine blog, chiunque di voi sia stato merita un premio, sono in rete da poco più di 7 mesi e sono già citata in un articolo in cui si parla di Benedetta Parodi o di altri personaggi famosi…davvero un onore a ben pensarci!!! tralasciando il tono da presa in giro con cui é stato stilato l’intero articolo….mi ritengo fortunata, credo che alcuni interventi qui sopra ne siano la dimostrazione. Ho tanti amici e persone che mi stimano per il modo con cui lavoro nel mio blog. Ringrazio Tommaso, Iva, Carla.
    Inoltre mi trovo ad avere una pubblicità del tutto gratuita e una maggior visibilità…caro Guardiano del Gusto, sai come si dice nel mondo del gossip, purché se ne parli……

    Per quanto riguarda il numero dei contest a cui ho partecipato vorrei precisare che gli Ennemila sono in realtà solo 21 di cui 3 vinti e se non vi diapiace lo aggiungo, tre mie ricette sono ora pubblicate su un libro, più un’altra su un ricettario …quando il blog non sapevo neppure cosa fosse…
    Ma non mi devo trattenere a lungo……devo pensare subito a realizzare ricette con i pavesini, ci terrei molto a vincere il premio e ancor di più a conoscere la Parodi…

    Caspita nel frattempo hai già corretto? Non sono più Ennemila partecipazioni (?) ma mille, metti pure mille + uno….a quello dei pavesini non mancherò di sicuro!

    Credo di aver detto tutto.
    Buona continuazione a te e alla redazione!

    Ps. Per dover di cronaca non posso trattenermi dall’informarvi che Artù ed una sua cara amica e blogger hanno a loro volta indetto un contest che ha riscosso un notevole successo! Ah …. Ormai é scaduto.

    • ha risposto a Artù: Però un po’ di leggerezza non farebbe male. Visto che qui tutti hanno qualcosa di cui essere contenti. Tu la visibilità (anche se a prezzo di un pizzico di ironia) e loro (il sito) quello di aver scritto qualcosa che ha sollevato un po’ di chiasso. Quanto ai lettori, possono/possiamo sempre scegliere di non leggere quello che non ci piace. Perciò non ne farei una tragedia. Comunque complimenti! hai già imparato benissimo come funziona! Purche se ne parli, lo dici tu stesso…

    • ha risposto a Artù: 7 mesi di vita, 21 partecipazioni e 1 contest indetto? Allora sono ennemila, corro a ricorreggere!

      Mi spieghi invece la storia del libro e del ricettario? Significa che tutti e tutte le foodblogger che scrivono solo in rete sono sfigati/e? Come funziona? Io sapevo che esistevano libri fatti bene e libri fatti male, blog fatti bene e blog fatti male. Invece per te esiste la categoria blog sfigati senza libro e blog fighissimi con libro?

      • ha risposto a Il Guardiano del Gusto:

        Caro Guardiano del gusto,
        Correggi pure se vuoi. Ma per cortesia rispondimi alla domanda di come mi avete trovata, visto che il mio blog sta nella categoria ” mi faccio i fatti miei”…… Non lo ritengo né figo né sfigato, solo il mio spazio nel mondo del web. E mi pare ci sia spazio per tutti giusto?

        Visibilità per te e per me alle stelle……senti perché non ci accordiamo e creiamo un po’ di polverone come fanno nei migliori programmi tv…..ci sarebbe divertimento garantito!

        Pensavo proprio che ci sai fare….sei pungente, puntiglioso, tutto q.b. Come nelle migliori ricette di una food blogger che si rispetti!
        Mi viene persino un dubbio, sarai per caso una donna…..?

        Bye bye

        • ha risposto a Artù: Va bene accordiamoci, però tira fuori il tuo retropensiero su “è più credibile una parola su un pezzo di carta straccia che ennemila post su un qualsiasi sito che non abbia almeno un giornale collegato”.

          Devo darti una delusione, queste cose si scrivono solo se vuoi fare a gara a chi lo ha più lungo 😉

        • ha risposto a Il Guardiano del Gusto:

          Giusto, ho per un attimo perso di vista il fatto che stavo parlando con IL GRANDISSIMO E ONNIPOTENTE GUARDIANO DEL GUSTO!
          Chiedo perdono!

          Dicevo, i nick devo darteli io? E per quale motivo, scusami? Da grande esperto e conoscitore della blogosfera, oltre che muovere critiche, dovresti anche essere in grado di procurarti (da solo) le argomentazioni necessarie a supporto delle tue opinioni. Mica l’ho scritto io l’articolo, o sbaglio? Però un consiglio posso dartelo, parti da qui http://www.google.it e vedrai che mondo si apre 🙂

          Buona giornata ovviamente polemica !

          • ha risposto a Tommaso: Non ci provare, hai inserito un link generico e il sistema modera in automatico. Al massimo possiamo biasimare il maiuscolo. La richiesta era partecipativa. Ma vedo che preferisci rompere piuttosto che costruire. Buona giornata a te!

          • ha risposto a Tommaso:

            Senti, il commento del 18 gennaio 2012 alle 09:49 è stato in coda di moderazione. In automatico o no il commento appariva con SCRITTO IN MODERAZIONE. Figurati se ci provo, anzi, mi sembra che sto partecipando… forse più del dovuto.
            Riguardo al fatto di essere un rompiscatole… beh, forse dovresti fare un esamino di coscienza e scendere dal piedistallo del guardiano del gusto, provare a fare qualcosa di diverso che non sia prendere in giro e, forse, fare un giro fra i migliaia di blog della blogosfera italiana alla scoperta di un mondo che forse ti è in parte sconosciuto. Forse capiresti qualcosa in più sul perché dei contest, sulle ragioni che spingono migliaia di persone (me compreso) a spendere il proprio tempo (prezioso) a scrivere articoli (semplici e senza pretese di alcun tipo, per l’amor del cielo), a partecipare e indire contest. Voglio darti un aiuto, anzi, voglio darti la mia personalissima opinione sul perché accade tutto questo fra i foodblogger. Accade perché i foodblogger hanno capito meglio di molti altri che il web è condivisione e partecipazione. Non è solo “scrivere” il proprio pensiero su una pagina e lasciare che venga letto.

            Riguardo alla Parodi, posso dirti che anche a me non piace. Non ha classe, è completamente “scoordinata” e i suoi piatti sono spesso troppo semplici. Ma forse è per questo che ha successo.

            Spero che tu ritenga costruttivo questo piccolo contributo alla discussione.

        • ha risposto a Il Guardiano del Gusto: Link e non nick, sorry. Il sistema mette in moderazione quando ci sono più di 2 link o cose del genere. Serve per evitare spam dicono dalla regia.

          Ripeto, curioso che in 2 dicono che l’articolo è bello e ringraziano per aver citato il contest. Ora se qualcuno vuole dimostrare che fare il tiramisù con i pavesini è alta cucina io sono pronto! E’ l’unica critica che mi sembra di aver fatto. Ma se si riesce a vincere il robot e la partecipazione mediatica, ben venga. Non vedo il problema!

          Ho citato 467 ricette per un contest che mi sembra un bel risultato. Se qualcuno ha numeri più elevati, lo dica! 😀

          • ha risposto a Il Guardiano del Gusto:

            Certo, fa piacere vedere i propri siti citati, ci mancherebbe. Ti avrei ringraziato anche io se avessi citato il mio blog… ma avrei fatto la stessa polemica per i toni e le modalità 🙂 E fa piacere anche leggere le opinioni degli altri (per lo meno a me!). Fa piacere discutere e confrontarsi… e anche avere punti di vista differenti. I toni accesi a volte servono per mantenere alta l’attenzione, non trovi?!? Ed io ho avuto maestri di polemica di tutto rispetto 🙂 Te ne sei accorto/a vero?

            Detto ciò, quello che voglio dirti è semplicemente di fare più attenzione, come nel caso di Artù. Poi, se ti va, cita tutti i siti che vuoi… Artù non è neanche fra le più assidue … fai un giro fra i blog e vedrai di cosa si parla 🙂

            Con questo posso dirti che mi sono divertito più a polemizzare che a leggere i tuoi articoli. Quando pubblichi il prossimo? Se è degno di polemica mi tuffo a mattone nella mischia…

          • ha risposto a Il Guardiano del Gusto: Dai, dimmi chi sono i tuoi maestri di polemica che ho molto da imparare! Non sono così accortO 🙂

            Ora ci penso al prossimo post. Vuoi scegliere l’argomento ? 😉

          • ha risposto a Il Guardiano del Gusto:

            Un certo Massimo… è stato il mio maestro per tanti anni… ora anche io sono sulla buona strada 😉 Se vuoi ti mando il link su FB 🙂

            Il prossimo argomento? Mhmhmh vediamo … parla di OGM, vai … che già intravedo una bella mischia!

          • ha risposto a Il Guardiano del Gusto: Forse non noti la differenza tra le due cose: mentre nel caso delle altre due bloggers hai nominato normalmente il loro contest (il che, se fosse organizzato da me, mi farebbe piacere vista la pubblicità in più), nei confronti di Artù ti sei scagliato in modo del tutto arrogante e presuntuoso. Chi sei per giudicare qualcuno che neanche conosci??
            E’ ovvio che le altre due bloggers ti abbiano ringraziato, ma pensi che avrebbero fatto lo stesso se il loro nome fosse invece stato messo al posto di quello Artù??? Ma per piacere…

  9. Il problema di questo articolo è che è scritto talmente “bene” che non si capisce se c’è ironia, tentativo di serietà, tentativo di simpatia, sarcasmo o cosa, e nemmeno se se la prende con la Parodi, con i suoi ospiti, con la Clerici? o con le blogger, con i pavesini..e per che cosa… insomma, non si capisce, e dunque si presta a millanta (ah, no, ennemila!) interpretazioni, pure le peggiori, che a pensare male ci si azzecca sempre, e poi se qualcuno si offende interpretando male (male?) resta facile dire: ma no, intendevo così, ma no, intendevo cosà, quando non si capisce assolutamente nulla di che si intendeva, già… di che si intende il Guardiano del Gusto? La firma non è già un buon motivo, ragazze, per non prendersala assolutamente? 😉

  10. Mah…io passo da qui per caso, alla ricerca di un buon ristorante non caro a Roma…ho saltellato qua e là perché lo stile di scrittura e di racconto di qs blogger mi è piaciuto…càpito in qs pagina e leggo il post…e non ci trovo niente di così malvagio, anzi penso, che carino, rimanda ad altri blog, utile servizio…poi leggo i primi commenti, così, perché non ho da fare in qs momento (intanto che guardo la tv)…e noto il crescendo assurdo che si è autoalimentato…autoalimentato (anche se termine improprio, ovviamente) perché non so se vi accorgete che state parlando di NULLA. E continuo a stupirmi di quanta aggressiività si riesca a tirar fuori senza alcun motivo…Niente niente Artù magari si è sentita sbattuta in prima pagina per una cosa da soramaria come la partecipazione ai contest e se l’è presa, forse odia essere accostata ad altre poverette visto che lei ha le ricette sui libri (beh, brava, che dire, andrò a vederle perché saranno senz’altro meritevoli e, ti prego, prima che parta un’altra polemica assurda, LO DICO SENZA IRONIA) perché, sinceramente, provate a rileggere, ma che male ha fatto ‘sto povero Guardiano, che ha mai detto? vi rendete conto della figura un po’ ridicola e soprattutto livorosa che “qualcuno” (non nomino nessuno, perlacarità) ci fa leggendo da spettatore queste righe? Penso che i i contest diano molte opportunità, che esulano dal contenuto puro e semplice, perché per esempio facilitano conoscenze in rete molto, molto spesso con persone valide e bravissime, che mi danno quasi sempre l’occasione di pensare a quanta bravura e impegno ci sono nel mondo, così come è bello trovare un blog come “scattidigusto” ben scritto, ben documentato, con foto bellissime, con una gran varietà di argomenti trattati, notizie gustose (eheh) ecc ecc, insomma, ma non avete altro da fare? basta con l’aggressività gratuita!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui