Questo mio panino vuole essere una provocazione, contro la carente cultura alimentare della nostra società, contro il cibo spazzatura ricco di coloranti, conservanti e molte volte sostanze chimiche, dei colossi multinazionali dei Fast Food che su questo si arricchiscono.
Un cibo devastante per la salute, anche se si prova a farlo arrivare sui banchi di scuola, e che provoca per lo più obesità e diabete .
A casa mia questo non è mai avvenuto, grazie a mio nonno, contadino da una vita e mia nonna abile cuoca con i prodotti per lo più portati da mio nonno, ma capisco che non sono più i tempi di una volta e per questo che questa mia provocazione spero sia ascoltata, specialmente dai giovani gastrofighettini e dai genitori che in nome del divertimento accompagnano i loro figli.

Non si risolve il problema chiamando in causa uno dei più grandi chef italiani, come tempo addietro ha fatto una catena di fast food, o creando un panino tutto italiano, ma pur sempre con gli stessi procedimenti. Meglio spiegare che si può, anzi si deve, mangiare sano in maniera divertente.

E tra i colossi del fast food e il cibo di strada, preferisco portare i miei figli piccoli nei coloratissimi mercati Palermitani a mangiare un bel panino “chi cazzilli e milinciani fritti” o ancor meglio un panino “ca meusa”.

Mc Sicily Fish

ossia Hamburger di pesce spada, lattuga al timo limonato, composta di cipolle rosse di Tropea, pomodoro bio essiccato al sole e salsa alle acciughe e capperi di Salina

Ingredienti per 4 persone

4 panini
½ lattuga preferibilmente di tipo nostrana
Qualche fogliolina di timo limonato
Pomodoro bio essiccato al sole q.b.
Olio extra vergine d’oliva q.b.
Sale q.b.

Per l’hamburger di pesce spada:

400 g di pesce spada
50 g di lardo di maialino nero dei nebrodi in un’unica fetta
Foglie di Menta selvatica q.b.
Olio extra vergine d’oliva q.b.

Per la composta di cipolle rosse di Tropea:

200 g di cipolle rosse di Tropea
30 g di burro
30 g di Zucchero
½ dl di Vino rosso
½ dl Aceto di vino bianco

Per la salsa d’acciughe e capperi:

100 g di acciughe sott’olio
10 g di capperi di Salina dissalati
Brodo vegetale q.b.
Olio extra vergine d’oliva q.b.
peperoncino q.b.

Per l’hamburger di pesce spada

Trita il pesce spada al coltello e lo stesso fai con il lardo, metti tutto in una ciotola, aggiungendo le foglie di menta spezzettate con le mani, aggiungi dell’olio evo e lavora il tutto fino a renderlo un composto omogeneo, forma poi delle palline e pressale per bene cercando di dare una forma regolare, creando così gli hamburger di pesce spada, metti in frigo, fino al momento di cuocere.

Per la composta di cipolle

Per preparare la composta di cipolle, metti in un tegame le cipolle affettate finemente con il burro e lascia stufare lentamente per circa 20  minuti.
Aggiungi lo zucchero e lascia caramellare, sfuma con il vino e l’aceto e lascia evaporare; fai cuocere ancora per circa 10 minuti e mettila a raffreddare.

Per la salsa d’acciughe e capperi

Frulla tutti gli ingredienti per circa 5 minuti in un robot da cucina, poi passa al setaccio.

Preparazione

In un BBQ, in alternativa anche un grill bbq usa e getta (su internet se ne trovano molti, ma comunque se non riuscite, non disperate, va bene anche una padella antiaderente) cuoci gli hamburger, rigirandoli spesso, questo fa sì che si crei una bella crosta saporita all’esterno e impedisce al calore di penetrare troppo all’interno, in questo modo otterrai un hamburger croccante fuori e succoso dentro, nel frattempo taglia la lattuga a listarelle e condiscila con delle foglioline di timo limonato, olio evo, sale e pepe, taglia i panini e tostali leggermente dalla parte interna, inizia a comporli mettendo per primo il pomodoro secco, la lattuga al timo, la composta di cipolle rosse, gli hamburger e per ultimo la salsa di acciughe e capperi.
Puoi rendere il piatto più reale e divertente per i tuoi ospiti mettendo il panino dentro una scatola per hamburger.

Birra

A cura di Roy Paci, grandissimo appassionato ed esperto di gastrofonia nonché cultore del panino, l’abbinamento di una birra.
Genziana di Birrificio del Borgo. La profumata Genziana,  birra aromatizzata con una breve infusione di radici di genziana, con i suoi sentori pepati, di sottobosco e floreali riesce a reggere l’impatto con i capperi e i pomodori senza sovrastare il sapore del pesce e esaltando la morbidezza della cipolla rossa.

[Ciro Pepe]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui