Il migliore hamburger in crosta di pane lo fai con la ricetta di Gabriele Bonci

Tempo di lettura: 3 minuti

Volevo provarci da quando Gabriele Bonci ha “incartato” in tv un bel pollo, con un “lenzuolino” del suo impasto per pane.
Lo sapete già che ho un feeling col pane e suoi impasti. Per me Bonci è stato una sorta di Guru – e lo sarà ancora di più con il nuovo forno che apre a via Trionfale –  e il mio lievito madre (che occhio e croce avrà 4 anni) è figlio dei suoi insegnamenti.
Insomma due più due fa quattro e quindi, l’impasto del pane c’è l’hamburger l’ho comprato …
Indovinate un po’ ?
Premetto che è stato un esperimento e che ho fatto con quello che avevo tanto era il raptus.
L’hamburger è di quelli un po’ squadrati e bassini che fanno in serie (perdonatemi… il prossimo lo faccio con la chianina e me lo faccio fare bello alto, ero troppo nell’ansia che non mi si cuocesse del tutto).
Insomma in vista del Santo Natale l’idea di un pacchettino mi piace.

Pronti ai posti viaaaaa
Ecco gli ingredienti

Hamburger in crosta di pane

Hamburger (vedete come vi piace. Ovviamente più è sostanzioso e più è facile resti meno cotto. Il mio si è cotto perfettamente)
Lievito madre 100 gr
Farina 400 grammi (come al solito mista tra cereali e grano duro)
2 pizzichi di sale
Acqua l’80% . 300 grammi e rotti (dipende anche dalle farine, quelle più integrali assorbono di più quindi decidete voi quanto siete capaci a gestire un impasto molto idratato)

Io sono partita in tarda mattinata per avere l’occorrente per la cena.
Prendi il lievito, la farina e stempera.
Aggiungi pian piano l’acqua e alla fine il sale.
Amalgama bene e quando vedi il composto omogeneo, metti a lievitare in posto con temperatura confortevole (tipo forno con luce accesa) coperto da un panno.
Il concetto di impasto molto idratato è per far venire un pane leggero e con una bella crosta croccante.
Al momento di preparare la cena, riprendi l’impasto: dovrebbe essere cresciuto per bene..
Se sei stato/a temerario/a e ti sei lanciato a fare un impasto ben idratato, l’impasto sarà mooolto morbido e difficile da gestire.
Consiglio: un canovaccio con parecchia farina, ci rovesci su l’impasto e copri l’impasto con altra farina.
Questo ti evita di restare appiccicato e ti fa maneggiare la pasta.
Dai un po’ di pieghe giusto per far capire a lui che sei tu che comandi, poi dagli una forma mezza quadrata e schiaccialo un po’ con le mani, ma delicato eh!
Poni l’hamburger nel mezzo e condiscilo con quello che più ti piace, io ho messo dell’olio, sale e pepe.
Ripiega la pasta come fosse un pacchettino e appoggia in una teglia con carta da forno.
Prepara il resto (tipo contorno, apparecchia, che so stappa una buona birra) e metti il forno a riscaldare.
Di solito io gli do il massimo.
Inforna nella parte bassa (io con l’elettrico lo metto proprio sul fondo) , chiudi e passa la temperatura a 200 per almeno 10 minuti.
Sposta nel centro del forno e fai cuocere per altri 10 minuti e se non ti convince dai una passatina di grill per dorare.
Io l’ho mangiato in vari modi :
– condito solo come da preparazione;
– tagliato una porzione e aggiunte cremine di cipolle rosse, piuttosto che pomodori verdi;
– con ricciolino di mostarda e ricciolino di insalata

Se l’impasto non  è venuto particolarmente leggero e lievitato chiamami che ti aiuto a digerire . Altrimenti fate i salti di gioia che vi aiutano anche a smaltire.

Ma ci pensate ? tra meno di un mese è Natale … non avete già la coscienza un po’ sporca ?

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui