La ricetta migliore contro il gelo di Attila è la zuppa dimagrante

Tempo di lettura: 2 minuti

Allora, è arrivato anche dalle vostre parti Attila, “la sciabolata artica”? Guardando fuori dalla finestra vi trovate davanti uno scenario inequivocabilmente invernale? Per poter uscire stamattina avete dovuto tirar fuori dall’armadio il piumino, i paraorecchi e i guanti imbottiti?

Bene, se questa è la situazione in cui vi trovate, vi farà piacere leggere il suggerimento di oggi per il pasto da portare in ufficio. E se non bastasse il freddo a convincervi che in condizioni come queste una zuppa fumante come la nostra è quanto di meglio si possa avere nel piatto, sappiate che con questa scelta potete anche segnare un punto a vostro favore nella battaglia con l’ago della bilancia.

Secondo una ricerca pubblicata nei giorni scorsi dall’ European Journal of Clinical Nutrition, iniziando un pasto (o pasteggiando) con una zuppa ci si sente “pieni” molto prima che con altre pietanze, perché la capacità saziante di questi piatti a basso apporto calorico è decisamente superiore a quella dei cibi solidi. Che volete di più?

Zuppa di carote e patate

Ingredienti (per una persona normalmente affamata)

2 carote non troppo grosse
Una grossa patata
½ cipolla rosa (dolce e meno piccante della rossa) tritata
Un cucchiaio abbondante di prezzemolo fresco tritato
Un cucchiaio di burro
150 g di brodo vegetale
½ di bicchiere di latte
Sale e pepe nero macinato al momento

Preparazione
Raschia le carote, lavale, asciugale e tagliale a dadini. Pela la patata, lavala e tagliala anch’essa a dadini. Metti il burro in una pentola con fondo antiaderente, aggiungi la cipolla e rosola per qualche minuto, poi aggiungi le carote e la patata e continua a rosolare per un minuto. Unisci il brodo, una presa di sale e una spolverata di pepe, e cuoci a fiamma bassa incoperchiando la pentola fino a quando i dadini diventano morbidi (prova con una forchetta), basteranno 10-15 minuti. Allora metti da parte due cucchiaiate di zuppa e frulla il resto con il mixer a immersione.
Aggiungi il latte e continua a cuocere fino a che la crema avrà raggiunto la consistenza che desideri. Aggiungi il prezzemolo e i dadini di carote e di patata che hai tenuto da parte.
Mescola con delicatezza e versa in un vaso e a chiusura ermetica che porterai con te in ufficio. Al momento del pranzo non avrai che da scaldare la zuppa nel microonde per un minuto circa , dopo aver tolto il coperchio.
Accompagna questa zuppa con una fetta di pane ai semi di girasole o di pane ai cereali.
Per consumare questo piatto ti occorrerà solo un cucchiaio.

[Schiscetta! è un progetto editoriale di Jeanne Perego e Lella Niccoli]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui