Pausa pranzo. Una baguette al petto di pollo per il gourmet da ufficio

baguette-al-pollo-2

Come va la vita lavorativa? Vi alzate ogni giorno contando i giorni che vi separano dalla prossima vacanza? Coraggio, siete in buona compagnia. Intanto, per consolarvi, pensate  che ogni giorno avete un’occasione in più per coccolarvi: quella di poter preparare per voi, e solo per voi, qualcosa di sfizioso da consumare all’ora di pranzo alla scrivania, facendo  poi schiattare d’invidia chi non ha voluto prendersi cura di sé stesso per questo momento comunque importante della giornata. Insomma: lavoratori sì, ma soprattutto foodies. In quest’ottica, se amate la carne ma solo quella bianca  (che fa anche meglio di quella rossa, si sa), questo panino al petto di pollo, delicato ma saporito, vi ritemprerà dallo stress da ufficio.

Baguette al petto di pollo

Ingredienti

¼  di  baguette
150 g di petto di pollo
2 noci di burro al crescione (preparato  con un cucchiaio di senape, una manciata di crescione lavato e tritato, 40 gr di burro, sale e pepe. Mescolare tutti gli ingredienti ed è pronto il burro al crescione)*
Alcuni capperini sottaceto (o dei capperi tritati)
Qualche fettina  di pomodoro
Sale e pepe
Tempo di preparazione: 15 minuti

Baguette-al-pollo-3

Preparazione
Dividi  in due parti il pane  ed elimina  buona parte  della mollica. Intanto metti a rosolare il petto di pollo in padella con un po’ di olio , a fine cottura aggiusta di sale e spolvera  di pepe. Spalma  il burro al crescione su ogni parte  del pane. Aggiungi  il petto di pollo cotto e fatto intiepidire, le fettine di pomodoro e i capperi.  Chiudi il panino e avvolgilo in carta d’alluminio. Poi riponilo nel contenitore che utilizzerai per portarlo con te al lavoro.

Puoi accompagnare questo sandwich con un’insalatina di valerianella e mais lessato, condita con una vinaigrette leggera, preparata con extravergine e  succo di limone.

Per consumare questo sandwich ti servirà solo un tovagliolino di carta.

*Se non trovi il crescione, puoi  utilizzare delle foglie di valerianella o di rucola.

Schiscetta! È un progetto editoriale di Jeanne Perego e Lella Niccoli.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui