Findus. Lasagne con carne di cavallo, non sapevamo nulla

Lasagna findus

E’ il momento della carne equina. Piu’ economica di quella di manzo, fa gola, in tempi di ristrettezze, ai furbetti del cibo. La Findus UK, dopo aver ritirato le sue lasagne surgelate dal Regno Unito (dentro c’era carne di cavallo anziche’ di manzo), “ha fatto altrettanto per quelle vendute in Francia e in Svezia. Situazione apparentemente tranquilla in Italia dove la Compagnia surgelati italiana (CSI), che detiene il marchio svedese, ha fatto sapere, che “nessuno dei suoi prodotti contiene carne di cavallo” e che “non sussiste alcun collegamento tra il marchio Findus commercializzato in Italia e quello commercializzato in Uk e nel resto d’Europa”.

Poco ottimiste le autorita’ britanniche che, per voce del ministro dell’Ambiente Owen Paterson, fanno sapere che “E’ possibile che avremo altre cattive notizie… Penso che dobbiamo essere realistici”.

Intanto Spanghero, l’azienda francese fornitrice della Findus, annuncia battaglia legale al produttore romeno da cui si era rifornito della carne utilizzata per le lasagne. Una causa contro ignoti, per il momento,

La frode della carne equina utilizzata nei cibi al posto di quella di manzo e’ una storia che va avanti dall’agosto del 2012 come ha precisato la Findus, che ha dichiarato di averlo appreso dal fornitore francese Comingel solo il 2 febbraio.

Questo il tortuoso percorso di filiera ipotizzato dal ministro francese ai Consumi, Benoit Hamon in un comunicato e sintetizzato dall’Ansa: la società francese Pujol, holding a cui appartiene il gruppo Spanghero, che ha venduto la carne a Findus, l’aveva acquistata “surgelata da un trader cipriota, che aveva subappaltato l’ordine a un altro trader situato in Olanda, il quale si è a sua volta rifornito da un macello e da un impianto di trasformazione situati in Romania”.

[Link: ansa.it]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui