Nutella e Kinder battono la crisi grazie alla Cina che li ama

nutella e bambino cinese

Tempo di crisi per tutti i produttori alimentari che vedono assottigliarsi i ricavi quando non devono segnare con il tratto rosso i propri ricavi. Ma in Italia c’è un’eccezione: Nutella. Anzi, Ferrero che la produce e che grazie a tre prodotti che segnano incrementi di vendita. L’apprezzamento arriva dalla Cina che, una volta tanto, non si fa segnalare per le intenzioni di acquisto di un brand ma per i suoi consumatori come anticipava una pubblicità di tanti anni fa. Che divorano Kinder joy (in Italia chiamato Kinder merendero), Raffaello e Nutella aiutando l’azienda piemontese a segnare rispettivamente incrementi del 24,4%, del 9,4% e dell’8,9% sull’anno precedente. Ferrero così chiude il bilancio all’agosto 2012 con un risultato ante imposte di 878 milioni, in crescita del 2,5% rispetto all’esercizio precedente. I ricavi hanno mostrato un progresso dell’8% a 7.795 milioni.

A questo link trovate la ricetta per fare la nutella in casa.

[Repubblica. Immagine: globnet.it]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui