Roma-Food&Wine-2013

Sbarca a Roma, dopo le edizioni milanesi, Food&Wine Festival. Fino a domenica 19 maggio 60 vignaioli e 20 grandi chef hanno si sono dati appuntamento all’ultimo piano di Eataly per tre giorni all’insegna della cucina d’autore e del buon bere. Le cantine sono state selezionate da Helmuth Kocher, presidente del Merano WineFestival, i cuochi da Paolo Marchi, ideatore di Identità Golose. Degustazioni e show cooking si svolgeranno per tutto il week end. 5 i grandi temi gastronomici sui quali si esprimeranno gli chef: carbonara, vitello tonnato, pollo, baccalà e cous cous, interpretati in chiave classica e contemporanea.

sono state selezionate da Helmuth Kocher, presidente del Merano WineFestival, i cuochi da Paolo Marchi, ideatore di Identità Golose. Degustazioni e show cooking si svolgeranno per tutto il week end. 5 i grandi temi gastronomici sui quali si esprimeranno gli chef: carbonara, vitello tonnato, pollo, baccalà e cous cous, interpretati in chiave classica e contemporanea.

Casa-Cook-Book

Che per il cibo sia un momento d’oro ne è riprova il fatto che il Salone del Libro di Torino, la più grande kermesse libraria italiana, in corso fino a martedì 20 maggio, dedichi al tema uno spazio apposito. 400 metri quadri dove il libro è pretesto per approdare al “cibo vissuto”, con show cooking e laboratori. E’ Casa Cook Book e migliaia sono i visitatori che si sono fatti vedere finora. Tutto intorno il Padiglione 3, quello delle (ormai nemerosissime) pubblicazioni enogastronomiche.

Da domenica 19 a mercoledì 22 maggio, alla Fiera di Milano, Tutto Food è la fiera dell’alimentare per i professionisti, l’unica aperta soltanto agli operatori del settore: crocevia di buyer nazionali e internazionali e operatori della Gdo, un’area dedicata all’Horeca e un padiglione ai prodotti surgelati. Un’occasione per interrogarsi sui nuovi trend di mercato alla vigilia del grande appuntamento con Expo 2015 che del cibo sarà il grande contenitore.

150 Ferrari e poi la Mille Miglia. In questo ordine arriveranno, sabato 18 maggio, a Mirandola (alle 17,30) le fuoriserie moderne e d’epoca per un colpo d’occhio di assoluto effetto. E’ solo uno degli appuntamenti con  “Mirandola, una città per Me“, in corso fino a lunedì 20 maggio, il tradizionale evento che riparte dopo l’interruzione del sisma. Mancano purtroppo all’appello tanti luoghi del centro storico ancora inagibili ma numerosi sono gli eventi previsti in cartellone. Oltre al passaggio della Mille Miglia, c’è l’iniziativa “Adotta una via” che prevede la vendita di braccialetti intitolati alle diverse strade del centro storico. Ci sarà anche la musica a riaccendere il centro violato dal sisma con i Rio e un pezzo tratto dal loro ultimo album “Terre Mosse”.

Ci sarà, naturalmente, anche la gastronomia, eccellenza del territorio. L’area gastronomica sarà gestita dall’Unione Cuochi Estensi con gli chef che, dopo essersi messi a disposizione come volontari nei drammatici giorni dopo il terremoto per lavorare nelle cucine di molti campi, stanno ora costituendo la Squadra Emergenza della Federazione Italiana Cuochi. Ogni sera verrà proposto un menu diverso ispirato ai sapori della tradizione e per la preparazione dei piatti verranno utilizzati prodotti delle aziende del territorio, fra cui quelle aderenti a Terre Mosse, la Rete di imprese danneggiate dal sisma. I menu saranno vari e completi: dalle tagliatelle al ragù, ai salumi con le tipiche tigelle, passando per piatti con parmigiano e aceto balsamico, senza dimenticare un buon bicchiere di Lambrusco.

Il programma dell’area gastronomica proporrà anche incontri con gli chef e gare di cucina. Sabato 18 maggio si terrà una gara di sfoglia mentre domenica si svolgerà una competizione ai fornelli con una spesa improvvisata; sempre domenica è in programma un’iniziativa dedicata ai bambini che prepareranno e gusteranno la merenda tutti insieme nella piazza della città.

Carpigiani-Gelato-Museum

Per la Mille Miglia non è l’unica tappa… di gusto. Dolce sarà, immaginiamo, il pit-stop bolognese al Carpigiani Gelato Museum, sabato 18 maggio dalle 14,30 alle 20. Per celebrare la sosta della corsa più famosa del mondo automobilistico nell’azienda più famosa del mondo gelato, i Maestri della Carpigiani Gelato University hanno creato il gusto ‘Rosso Mille Miglia’: lampone variegato alla meringa. Esclusivamente per questa giornata sarà possibile degustarlo al Carpigiani Gelato Lab, dove dalle 16.30 si potrà provare anche il rinomato Gelato Cocktail!

Al Mart di Rovereto conto alla rovescia per l’ultimo appuntamento con gli showcooking d’autore. Mercoledì 22 maggio alle ore 18,00 al Martcooking è il turno di Igles Corelli (ingresso 7 euro menu degustazione, 30 euro con prenotazione. Tel. 0464.454240).

Caffè-degli-Orti

Ha aperto a Ponte Milvio, a Roma Caffè degli Orti e già si candida a diventare cuore pulsante della movida estiva.  Il primo bar-bistrot in collaborazione con Amaro Lucano serve piatti a chilometro zero più, dall’aperitivo al dopo cena, i prodotti Lucano declinati ad Amaro, Limoncello, Sambuca e Caffè (in viale Tor di Quinto, a Roma).

Anne-Sophie-Pic-Lectrolux-Cannes-ph-Ian-Gavan-2013-WireImage-Christian-e-Manuel-Costardi-3

Si è aperto il sipario sul 66mo Festival di Cannes e fino al 26 maggio, quando il tappeto rosso della cittadina della Costa Azzurra sarà riavvolto, per le star presenti uno dei punti di riferimento gastronomici è The Chef’s table by Electrolux. Anne-Sophie Pic, chef tristellata per la maison Pic nel Sud-Est della Francia è una degli chef partner e, insieme al bistellato Bruno Oger preparerà il pranzo di gala all’apertura del festival. Tra gli chef partner anche Claude Bosi dell’Hibiscus di Londra e i fratelli Christian e Manuel Costardi.

Anselmo-Perez-cortador-jamon-Blazquez

Aperitivo, cena o dopo-cena. Non importa a che ora arriviate purché sia con appetito. Perché da Settembrini a Roma, giovedì 23 maggio, Anselmo Perez in persona, il “maestro cortador” campione di Spagna per il taglio del prosciutto nel 2011, taglierà il pregiato Jamòn Iberico de Bellota Admiracion Blazquez, specialità di maiale iberico da ghianda proveniente da Salamanca, stagionato 54 mesi.

Da bere, in abbinamento, Luca Boccoli consiglia dello Sherry Pedro Ximenez oppure Oloroso, così come vuole la tradizione spagnola o, in alternativa, Collins cocktail a base di rhum e tè verde preparato dal barman di Settembrini, Matteo Zed, una rivisitazione personale (prezzo compreso da 5 a 25 euro).

Una giornata, domenica 18 maggio, dedicata all’artigianato, in cucina e non solo con dimostrazioni handmade e corsi di cucina curati dagli chef de La Scuola de la Cucina Italiana, a Milano (Piazza Aspromonte, 15). Venite di mattina se siete interessati al brunch e volete imparare a prepararlo. “Delizie per una domenica con gli amici “, comincia alle 10.30 con una lezione sui Pancake e sciroppo d’acero, alle 12.00 è di scena il Petit croque  monsieur e, alle 13.30, l’Easy club sandwich. Nel pomeriggio lezione di buffet. Alle 15.00 Tartare di tonno e verdura grigliata al timo e fiore di sale; 16.30 Gelatina  di pomodoro al basilico con ciliegia di mozzarella; 18.00 Bicchierini di crumble alle pesche e lamponi (l’ingresso al mercatino è gratuito, mentre per le lezioni di cucina si richiede l’iscrizione obbligatoria a scuola@lacucinaitaliana.it. Il costo per ogni lezione 10 euro).

Manca una settimana allo Slow Food Day , la giornata dedicata alla lotta contro gli sprechi alimentari. Sabato 25 maggio l’organizzazione fondata da Carlo Petrini sarà presente in 300 piazze italiane per ricordare che “quanto sprechiamo cibo, sprechiamo il denaro che abbiamo speso per acquistare quel cibo, il tempo di chi ha lavorato per produrlo e il tempo che abbiamo lavorato per guadagnare i soldi con cui comprarlo, la terra, l’acqua e l’energia che sono state impiegate nella produzione, trasformazione e distribuzione”, come ha spiegato Roberto Burdese  presidente di Slow Food Italia.

149 chili pro-capite l’anno, a tanto ammonta lo spreco casalingo degli italiani ma per fortuna, sottolinea Slow Food, sono tanti le ricette della nostra cultura gastronomica che “ci aiutano a recuperare gli avanzi” come i timballi e numerosi gli accorgimenti per evitarli come comprare prodotti freschi e di stagione direttamente dal produttore (sono meno energivori), mangiare meno e fare la spesa piu’ spesso.

Un prodotto agricolo su 4 è a rischio estinzione. Parola di Confederazione Italiana Agricoltori che al tema dedicherà la conferenza stampa di oggi, sabato 18 maggio indetta in occasione della VIII edizione della Giornata nazionale Mangiasano 2013 organizzata dall’associazione ambientalista VAS.

Si tratta di 5000 prodotti agroalimentari tradizionali che valgono 5 miliardi l’anno ma rischiano per un quarto estinzione perché coltivati da un numero esiguo di ziende agricole. Dalla castagna “ufarella” del casertano al formaggio “rosa camuna” della Valcamonica, dalla fava di Leonforte dell’ennese al sedano nero di Trevi: più di mille sapori ignorati ddalla Gdo e e privi della tutela di cui godono li prodotti Dop e Igp.

E’ in corso nel Parco  Naturale Pantanello (Latina) il BioBlitz, ventisei ore consecutive a esplorare e censire la biodiversità nei luoghi dov’era un tempo la Pianura Pontina. Famiglie, scienziati ed esperti da ieri e fino alle ore 14 di oggi, 18 maggio, trascorreranno insieme un giorno e una notte in questo parco a confine con il Giardino di Ninfa. BioBlitz è un’iniziativa nata negli Stati Uniti nel 1996, su iniziativa del National Park Service e sostenuta dalla prestigiosa rivista National Geographic, che vede ogni anno migliaia di partecipanti, affiancati da scienziati ed esperti biologi e naturalisti, impegnati nel raccogliere dati su piante, animali vertebrati e invertebrati, funghi e persino batteri. Questa seconda edizione del BioBlitz nazionale italiano si svolge in contemporanea con il BioBlitz “ufficiale” condotto negli Stati Uniti nel Jean Lafitte National Historical Park and Preserve, in Lousiana. La Condotta Slow Food di Latina, nell’ambito della manifestazione “BioBlitz” organizzerà a Pantanello un “Punto Ristoro” e il “Mercatino del Buon Gusto” con espositori-produttori dei prodotti tipici della terra e dell’artigianato Pontino e non solo.

Festa di inaugurazione della nuova sede del Rurale, a Desio (Monza Brianza). Dopo alcuni anni di attività, il Birrificio Rurale cambia sede e approfitta dell’occasione per organizzare una grande festa di inaugurazione. L’appuntamento è per oggi sabato 18 a Desio in via del Commercio 2. Protagoniste saranno ovviamente le birre della casa (Seta Special, Reset, Terzo Miglio e Castigamatt) accanto a musica dal vivo e a un buffet gratuito con prodotti di artigiani della zona (l’evento si terrà anche in caso di maltempo all’interno dello spazio del birrificio).

Mercoledì 22 maggio 2013, dalle ore 20,30, degustazione formaggi locali abbinati alle birre del  Birrificio Lariano e per concludere un primo piatto con una birra offerti da Statale 52. Saranno presenti degustatori Onaf che spiegheranno gli abbinamenti. La quota di partecipazione è di 20 euro, la prenotazione è obbligatoria al tel. al 339 27766348.

Birrificio Leonessa festeggia il suo primo compleanno presso l’agriturismo Serraglio di Rezzato (Brescia), che si terrà venerdì 24 e sabato 25 maggio. Ovviamente saranno presenti le tre birre standard dell’azienda (American Rye, Bubamara e Rising Sun), oltre alla novità dell’estate 2013, la Luftballon, una Summer Ale da 4% alc. realizzata con malto Pils e luppoli Saaz e Premiant. Non mancherà un angolo gastronomico con diverse prelibatezze, animazione per bambini e un concorso per homebrewer.

Un’altra festa di compleanno quella del Birrificio Lariano, a Perego (Lecco) sabato 25 maggio spegnerà la sua quinta candelina. L’evento proporrà gran parte delle birre della casa, oltre a tante produzioni ospiti. Ci sarà musica live, angolo gastronomico con salamella e pasta fredda. L’appuntamento è a Perego, in via Statale 52.

Piadina gricia Maioli Eataly Roma

Una guida allo street food è in edicola con Rolling Stone di maggio. E’ la prima mappa on the road dedicata ai ‘baracchini’ di strada di una delle zone più vocate al cibo da strada. La guida Rimini Street Food mette in vetrina meraviglie spesso assenti nelle guide tradizionali come cassoni alle erbe, piadine alla porchetta, spiedini di pesce, cocomeri, pizzette, hamburger, hot dog che saranno indicate anche nella vetrofania “Loved by Rimini Street Food” del chiosco segnalato.

Non una guida tradizionale, evidentemente, ma una selezione dei migliori chioschi secondo le segnalazioni giunte agli utenti sui social network di Rimini Street Food, controllate dalla redazione.

Pesca-salmone-Alaska

E’ appena iniziata la pesca del salmone selvaggio in Alaska e le prime catture sono previste presso il distretto del fiume Copper quando si raggiungeranno i 30 dollari e oltre alla libbra. Il bacino del Copper River è noto per le abbondanti pesche di salmone Sockeye, oltre che di Chinook.

Secondo stime dell’Alaska Department of Fish and Game, infatti, percorreranno il bacino ben 2,24 milioni di salmoni Sockeye, una media molto vicina a quella degli ultimi dieci anni quantificata in 2,28 milioni di esemplari. Per quanto riguarda i Chinook, invece, si prevede un passaggio di 46.000 pesci, una media inferiore rispetto a quelle degli ultimi 14 anni.

(Ha collaborato Adriano Desideri)

[Immagine Anne-Sophie Pic: Ian Gavan 2013 WireImage]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui