Barilla sbarca da Mc Donald’s: insalata di pasta a 5 €, Belen compresa

Tempo di lettura: 2 min

pasta e forchetta

Barilla e McDonald’s hanno siglato un accordo. La pasta emiliana entrerà nei fast food sotto forma di insalate di pasta a 5 € e la previsione è di vendere 2 milioni di confezioni da qui a fine dicembre nei 464 Mc sparsi in Italia. Barilla punta al raddoppio del fatturato entro il 2020 (da 3 a 6 miliardi di euro) e le nuove insalate di paste dovrebbero portare da sole a ricavi per 10 milioni di euro. Le potenzialità dell’accordo sono più chiare se si pensa che in Europa i punti vendita McDonald’s sono 7 mila che salgono a 30 mila se si considera il mondo intero.

Barilla guarda anche all’e-commerce, all’Asia e al Brasile, i nuovi mercati emergenti che possono garantire crescita (anche se in Italia, complice la crisi, Mc’Donalds cresce del 5% e ricava un miliardo di euro l’anno) e agli Stati Uniti dove a ottobre, a New York, aprirà un ristorante a marchio Accademia Barilla.

“Per noi l’intesa serve ad aprire un nuovo canale di vendita e a diffondere un’alimentazione più sana e più equilibrata. Forniamo già la ristorazione tradizionale ma vogliamo adeguarci al cambiamento degli stili di vita e di conseguenza testare anche altre strade”, ha spiegato il nuovo amministratore delegato Claudio Colzani (ex Unilever) che ha messo a punto la strategia commerciale.

All’orizzonte c’è da convincere chi non ama l’hamburger e soprattutto il pubblico femminile che dovrebbe essere attratto dalla combinazione insalata+pasta. Una strada che McDonald’s aveva già testato nel passato in Italia. A metà degli anni ’90, al McDonald’s di Via Scarlatti a Napoli, si tentò la carta delle insalate di pasta per cercare di ravvivare il punto vendita che stentava a fare numeri nonostante l’altissima vocazione commerciale del quartiere Vomero e il notevole passaggio sulla strada. Le insalatone di pasta fredda dovevano servire ad attrarre un pubblico che in pasta e pizza ha sempre visto la base della propria alimentazione. La mossa, che doveva allargarsi agli altri McDonald’s napoletani, fu però un fallimento.

Twisty Pasta McDonald's pasta mcdonald's asia

Ma si trattava di epoca diversa e di iniziativa di taglio locale che, probabilmente, non rappresenta un precedente da considerare. E poi in Asia la pasta da McDonald’s non è una novità. Barilla dovrebbe avere la porta aperta proprio sui mercati a maggiore percentuale di crescita. Altro che querelle sui prodotti Dop dell’ex ministro Zaia, del panino di Gualtiero Marchesi o del Parmigiano Reggiano nel panino.

belen-mangia-pasta-da-mc-donald's

Per lanciare la nuova insalata di pasta e ribadire che sono proprio le donne il target di riferimento, è stata scelta come “madrina d’eccezione Belen Rodriguez, che ha assaggiato la prima forchettata di pasta mai consumata in un McDonald’s” che ha posato insieme a Marco Ferrero, Direttore marketing e Comunicazione di McDonald’s Italia e patron della serata.

[Link: corriere.it. Immagini: luuux.com, foxnews.com, bigreps.com]

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui