I broccoli vanno di traverso al presidente Barack Obama

broccoli-casone-q

Broccoli scivolosi come una buccia di banana per il presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Il primo cittadino degli States è caduto nella trappola (involontaria) che la First Lady Michelle gli ha teso. La moglie è una forte sostenitrice della necessità di migliorare la qualità dei cibi a tavola partendo dall’educazione alimentare dei bambini tant’è che ha organizzato un orto nel giardino della Casa Bianca e ogni anno promuove una manifestazione, il “Kid’s State Dinner”.

Al contrario, il Presidente è uno sfegatato fan del junk food ed è risaputa la sua passione per le alette di pollo fritto che già gli hanno causato qualche problema e per gli hot dog che non fa mistero di divorare spesso (alla faccia degli anniversari nei ristoranti italiani che anche hanno fatto discutere).

Durante l’evento bambini di quest’anno è accaduto l’imponderabile: oltre a partecipare all’incontro, Barack Obama ha risposto alle domande dei piccoli ospiti e quando uno dei bambini ha chiesto quale fosse il suo cibo preferito ha risposto con una bugia: “Broccoli”.

Broccoli? Una bugia a fin di bene, ovviamente. Ma sulla verità a domanda precisa gli Americani non transigono e, se sono riusciti ad accettare la non risposta dello scandalo Sexgate che coinvolse Bill Clinton e Monica Lewinsky, in questo caso hanno fatto scoppiare il Broccoli Gate. Barack Obama è diventato un gastrofighetto sul web e la sua faccia si è tinta di verde.

Non deve avere ricordato che i broccoli sono già stati arma letale per George H. Bush che si lamento della loro eccessiva presenza nei menu della Casa Bianca e si ritrovò sull’uscio dello Studio Ovale 10 tonnellate di broccoli dei coltivatori che non presero bene l’editto del broccolo: “Odio i broccoli. Sono il Presidente degli Stati Uniti e non ne mangerò mai più in vita mia”

Ovviamente il boccone verde è stato troppo appetitoso per i Repubblicani e Ari Fleischer, ex portavoce di George W. Bush, si domanda “che genere di presidente è uno a cui piacciono i broccoli? E’ lo stesso che nel 2008 si lamentava del prezzo della rucola”. Incarta e porta a casa.

Non resterà che seguire il fortunato tormentone in campagna elettorale di un candidato presidente alla Casa Bianca che promise: “riportiamo i broccoli alla Casa Bianca!”. Era Bill Clinton e forse su questo punto Michelle Obama, qui nel video, potrebbe non essere d’accordo.

[Corriere della Sera]

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui