Monastero Santa Rosa Conca

Se l’elenco dei migliori relais con ristoranti annessi mi aveva colmato gli occhi e messo in ipersalivazione bramosa, è bastato aprire Vanity Fair per decidere di tentare davvero la fortuna. Una schiera di ristoranti che sono un invito a nozze spudoratamente dichiarato. Li ho studiati attentamente e ho deciso che se un colpo di natiche ben assestato dovesse far gioire le mie finanze questi sono, in ordine e con qualche differenza, i posti in cui vorrei che il mio lui coccolasse il mio ego.

1. Il Clandestino

Clandestino illuminazione Clandestino new

Un’onda gigantesca aveva portato via il Susci Bar che si affaccia sulla spiaggia di Portonovo, ma Moreno Cedroni è riuscito a rimetterlo in sesto in tempo per la stagione estiva. Il British Susci 2013 prevede un menu a 85 € bevande escluse. E potrei fare follie per il Tonno bianco, gocce di sugo della fettina di mia madre, topinambur al forno e salsa di sedano rapa. Siete avvertiti. Clandestino Susci Bar (Baia di Portonovo Ancona)

2. Monastero Santa Rosa

restaurant-monastero Santa Rosa Monastero Santa Rosa © Maurice Naragon

Potrei decidere di farmi suora di clausura in un convento del genere. È il Monastero di Santa Rosa, in Costiera Amalfitana, dove regna incontrastato lo chef tedesco Christoph Bob (devono essere amanti delle altezze incommensurabili gli chef tedeschi) che propone una cucina mediterranea pronta a stregarvi (io leggo fusilli con calamaretti e già svengo). Chiuderei con una sfogliatella che qui è stata inventata (e di cui vi fornisco di ricetta, moderna e tradizionale crepi l’avarizia) in attesa dell’alba e del prossimo tramonto. Monastero di Santa Chiara Rosa (Conca dei Marini, Salerno)

3. Rossellinis

Rossellinis

Mi avevano rimproverato di non averlo inserito nella Top 20 Relais. A costo di sentirmi dire che sono una banderuola al vento, eccola qui, la terrazza del Rossellinis. Vorrei perdermi dietro all’astice reale, pane alla pizzaiola caviale di melanzane preparato dallo chef Michele De Leo mentre il sole tinge mare e cielo di rosso. Prezzo medio 90 €. Rossellinis (Ravello, Salerno)

4. Aroma

ristorante Aroma Roma

Il sindaco Ignazio Marino ha promesso di chiudere al traffico via dei Fori Imperiali. E dal ristorante di Palazzo Manfredi, Colle Oppio, potrete assistere allo spettacolo della Roma più bella con il Colosseo che vi tende la mano. Una passeggiata nella storia tra un aperitivo e il menu degustazione (125 €) proposto dallo chef Giuseppe Di Iorio di cui mi intrigano i Ravioli farciti con panzanella e baccalà su passatina di pomodoro all’agro e pesto di basilico. Aroma al Palazzo Manfredi (Roma).

5. Grotta Palazzese

Grotta Palazzese polignano a mare

Non mi si dica che non ascolto i consigli dei nostri lettori. Grotta Palazzese, lo dice il nome, è in una grotta naturale affacciata sul mare. Per sentirsi una sirena rapita dalle ostriche Irlandesi, le noci, le cozze pelose, gli scampi, i gamberi rossi e gli allievi. O in alternativa il menu degustazione a 75 €. Grotta Palazzese (Polignano a Mare, Bari).

6. Cip’s

Cip's Venezia

Venezia farebbe innamorare chiunque, mi dicono i miei amici stranieri. Posso comprenderli e suggerire loro la meta di Vanity Fair, il Cip’s dell’Hotel Cipriani. Una terrazza galleggiante sulla laguna e vista strepitosa su Piazza San Marco. Vi sentirete come in un quadro del Canaletto, vero. In stagione, punterei sulle moeche. Altrimenti, fritto come lo trovate e giro in gondola. Rigorosamente in giacca e cravatta. 60 € circa. Cip’s (Venezia)

7. Borgo San Jacopo

Borgo San Jacopo Firenze

Per cominciare, Prime Tentazioni, Calde Sensazioni. Non vi scandalizzate, sono i capitoli del menu del ristorante Borgo San Jacopo che qualcosa dovevano inventarsi per riuscire a distrarre la vostra attenzione dalla vista su Ponte Vecchio. E se il menu degustazione Emozioni di Terra (85 €) vi scombussola ancora, potete dirottare su Correnti Marine (95 €) anche se io pescherei un Fusillo “Mancini” con guanciale croccante e zabaione di pecorino. Borgo San Jacopo (Firenze)

8. La Giara

La Giara Taormina

L’Isola Bella è sul lato meno favorevole della terrazza, ma la vista sulla baia di Giardini Naxos sarà il preludio per una notte di divertimento sospesa tra le bellezze di Taormina e il caos dei locali della spiaggia. Dall’alto della terrazza potrete (farvi) sussurrare dolci promesse tra una forchettata e un’altra di pasta nera alla chitarra con salsa di cozze e uova di muggine. Prezzo medio 70 €. La Giara (Taormina, Messina)

9. Castel Frasburg

Castel Frasburg

Una veranda arroccata sulla cittadina di Merano che ha visto ospiti illustri assaggiare le portate di questo ristorante altoatesino imperdibile per chi vuole provare il romanticismo in montagna. L’aria frizzantina è la luce sono l’accompagnamento perfetto per i piatti dello chef Luis Haller. Menu degustazione a 86 €. Castel Frasburg (Merano, Bolzano).

10. Mistral

Mistral Bellagio

Il lago non è il mio forte, lo confesso, ma l’articolo mi viene in soccorso. Lo chef Ettore Bocchia propone un intero menu degustazione di cucima molecolare a 140 €. Se avevate in mente il solito ristorante di lago a base di pesce d’acqua dolce, dimenticatelo. Mentre dovete ricordare l’abbigliamento elegante. Mistral (Bellagio, Como).

Jules Verne

Jules Verne

Ve lo metto fuori classifica, ma per voi che sognate Parigi romantica un incontournable indirizzo è il Jules Verne di Alain Ducasse, sulla Torre Eiffel. La Ville Lumiere ai vostri piedi e la possibilità di una cena speciale domenica 14 luglio, Festa Nazionale, con i fuochi al Trocadéro da guardare stupiti. Astice, caviale, foie gras e champagne sono dei classici per questo menu da 500 € in due. Jules Verne (Parigi).

Uomini e donne se l’intento della vostra Estate è far perdere la testa a qualcuno o farvi perdonale l’imperdonabile, sapete dove portare le vostre dolci metà. Comunque vada almeno avrete mangiato da dio.

[Link: Vanity Fair. Immagine copertina: Maurice Naragon e Robert Miller]

11 Commenti

    • NON SO a cosa sia superiore se al Julius Verne o a qualche altro ma, Les Georges è premier classe orio.
      Se poi volete esagerare consiglio Ze Kitcen Rou de Grand Augustin zona mercato dei fiori lungo Senna

  1. Io ce l’ho una veranda con vista che c’e’ non sfigurerebbe con le meravigliose location indicate. Non “piu’ bella”, non “imperdibile”, ma ha il demerito di non essere a quei livelli di prezzo.
    E in ogni caso se ve lo dicessi poi dovrei uccidervi.
    Tutti
    Se siete coraggiosi, la trovate nelle recensioni di Foodie Fighter

  2. a Parigi io, una volta nella vita, andrei alla Tour d’Argent
    vista incomparabile sulle guglie di Notre Dame e sull’Ile de la Cité

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui