10 ricette di insalata di riso dal mondo, casalinga e gastrofighetta incluse

Tempo di lettura: 5 minuti

risotto-lattuga-di-mare-ostriche-seppie-1-Oliver-Glowig

Forse Stige si ritira e il caldo soffocante sarà minore. Ma l’estate non è tale senza un piatto di fresca, abbondante, ricca insalata di riso. La cosa davvero bella (o brutta a seconda dei punti di vista) di questa preparazione è che non esiste un mantra, una vera e propria ricetta da seguire. La prima regola è cuocere al dente il riso (non va stracotto anche se in molti, specialmente al sud riposano sull’adagio pasta al dente carne cruda e riso e pesce ben cotti) e mescolare con quello che più stuzzica il palato o, perché no, dare fondo alle scorte nel frigorifero. Come se non bastasse, dire riso è dire tutto e niente. Le molteplici varietà con cui tirar fuori l’insalata della vita rappresentano uno spunto continuo, senza dover necessariamente impazzire ai fornelli. La seconda regola è giù le mani dalle confezioni di preparati per il riso che occhieggiano dagli scaffali dei supermercati.

E’ vero che il caldo avvizzisce la creatività, ma si può rimediare anche con spunti da vari angoli del mondo, con ingredienti e abbinamenti insoliti che torneranno a farvi sentire ispirati oltre che accalorati e affamati. Partendo ovviamente dall’Italia con un’insalata casalinga e un classico dei Fratelli Costardi, Christian e Manuel, dell’Hotel Cinzia, stella Michelin soprattutto per la loro grande capacità di interpretare il riso.

Insalata di riso casalinga

insalata-di-riso-di-casa

Una strada è preparare l’insalata di riso in maniera molto semplice evitando anche i wurstel (a meno di non potersi rifornire di quelli preparati da un vero macellaio) e aggiungendo le uova del pollaio di casa o del contadino o bio (facendo attenzione al codice, insomma) e alla verdura del momento lasciata croccante nel caso di quelle cotte (la verza cruda è tra le massime preferite). E poi il tonno, la scelta più difficile: quello di corsa di Carlforte oppure le preparazioni artigianali come quella del ristorante Il Rosso e il Mare di Acciaroli o la palamita di Alfonso Caputo della Taverna del Capitano. Per il riso, le varietà come i produttori sono molti, ma potete segnare Acquerello, gli Aironi, I Dossi, l’Azienda Agicola Tenuta Castello.

Insalata di riso gourmet

insalata-di-riso-gourmet

Se siete di quelli che no, proprio non riuscite a rinunciare all’insalata di riso con i migliori prodotti, le eccellenze gastronomiche che potete reperire in giro, questa ricetta gastrofanatica è quello che fa per voi. Il riso è Acquerello, la mortadella è di Bonfatti, il tonno rosso è di Iasa, le uova sono di Paolo Parisi, i capperi di Pantelleria, pomodori secchi di De Carlo, olio bio Tre Colli, fagiolini home made, maionese con olio Particella 34 Pianogrillo. Ovviamente potete sostituirli con quelli che sono a portata di mano. Ma non potrete mai abbassare la qualità.

Insalata di riso Tricolore

Un piatto presentato nel 2009 che ha sempre un notevole successo. La particolarità è legata soprattutto all’utilizzo di tre varietà di riso combinate tra di loro: rosso, carnaroli e venere. Il nome del piatto è ben più articolato: sformato tricolore di riso con scampi e crema di piselli alla menta. L’effetto tricolore per la parte visual è affidato in gran parte alla crema di piselli freschi integrata dalla menta che rende il piatto una portata a prova di solleone. Se guardate anche all’impiattamento, siete al lato opposto dell’insalata casalinga.

Insalata di riso Thai

thai black insalata di risk

Un mix non solo di ingredienti ma anche di tipologie diverse di riso: abbiamo il Venere in blend con il riso Wild, una varietà canadese, detto anche riso selvatico Zizania dal nome della pianta acquatica da cui si ricava. La cottura di entrambi è piuttosto lunga, tra i 45 e i 60 minuti, ma vale la pena aspettare. Gli altri ingredienti sono verdure saltate in padella (peperoni rossi, cipolle bianche, carote e taccole), combinate con radice di zenzero grattugiata, gambi di citronella,  salsa di soia, e un topping di coriandolo, lime, semi di sesamo e cipollotti.

Insalata di riso giamaicana

Andiamo in Jamaica dove per Callaloo si intende sia l’amaranto, sia una preparazione tipica che ha come ingredienti diversi tipi di verdure a foglia con latte di cocco, e varia a seconda delle differenti zone dei Caraibi. Nel caso di questa ricetta a base di riso integrale è perfetta anche la bieta, a cui abbinare dell’ananas a pezzi, del coriandolo, pomodori, aglio e zenzero tritati. Un filo d’olio EVO, del pepe nero macinato fresco e mandorle per completare.

Insalata di riso Venere con mango e arachidi

Un’insalata interamente dedicata al riso Venere non può mancare, se poi ha dei sapori esotici e pimpanti ancora meglio. Un dressing a base di succo d’arancia, salsa di pesce, olio e succo di lime versato sul riso ancora caldo. E poi coloratissimi pezzetti di mango e arancia, cipolla rossa, cipollotti, jalapeño privati dei semi, coriandolo e arachidi senza sale e tostate a secco.

Tabbouleh

Il Tabbouleh è una preparazione molto diffusa in Medio-Oriente, originaria delle zone di Siria e Libano. Solitamente è una sorta di insalata a base di bulgur, ma questa versione che vede protagonista il salutare riso integrale a chicco corto è davvero un’ottima alternativa. La base caratteristica di menta, prezzemolo, olio EVO e succo di limone resta invariata. In più mandorle tostate. Aggiungiamo anche cipolla rossa, lasciamo riposare un’ora in frigo e serviamo con dello yogurt naturale.

Insalata di riso e pollo

Un’insalata con la carne era d’obbligo. Eccovi accontentati: riso integrale, straccetti di petto di pollo, carote, cavolo cinese, coriandolo, semi di sesamo e una vinaigrette a base di aglio, succo e zeste d’arancia, salsa di soia, olio di semi di sesamo, miele e aceto di riso.

Insalata di riso con ceci

Dedichiamo una ricetta anche ad un riso bianco dai chicchi lunghi al quale abbiniamo dei ceci e dei funghi ostrica salatati nella margarina per pochissimi minuti con cipolla dorata, peperoni rossi a pezzetti e zenzero tritato grossolanamente. Il dressing è a base di succo di lime, menta e salsa sweet chili. Mi raccomando, non dimenticate le bacchette!

Insalata di riso con Labneh

Ecco il riso integrale, se è basmati ancora meglio. Ritroviamo i gambi di citronella, ma scopriamo un’insalata in cui ci sono anche ribes e scaglie di mandorle, oltre a cipolla e aglio tritati, prezzemolo, menta fresca e semi di cumino. Tutto condito da olio EVO, aceto di vino rosso, succo e zeste di limone e poi accompagnato dal Labneh.

[Link e crediti Immagini nei titoli]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui