Brasile. Cinque cose da ammirare e molte di più da mangiare a San Paolo

Tempo di lettura: 4 minuti

San Paolo Brasile

Se visitate San Paolo non aspettatevi di restare accecati dalle famose spiagge brasiliane. Questa città, la più popolosa dell’Emisfero australe, rappresenta il volto economico e moderno del Brasile. Grattacieli, ristoranti di altissimo livello e locali alla moda sono le attrattive di San Paolo, un centro che corre verso il futuro a passo rapido e determinato. Non c’è Copacabana come a Rio de Janeiro, ma anche a San Paolo ci sono dei luoghi da vedere e dei locali  imperdibili. E mentre voi dite che il Brasile va visitato tutto (qui un aiutino), ecco la nostra lista a San Paolo.

1. Vila Madalena

Il quartiere bohemienne della città.  Colorato, per i graffiti che tappezzano i muri delle case affacciate sui vicoli. Rumoroso, a causa delle tantissime persone che si riversano nelle strade di Vila Madalena per godere della vita notturna più vivace di San Paolo. In questa zona della città ci sono moltissimi locali: bar, ristoranti, caffetterie. È sicuramente uno dei posti da non perdere. Se scegliete di visitare Vila Madalena durante il giorno, dovete assolutamente fare tappa al CoffeeLab, per provare le migliori miscele brasiliane di caffè, e andare a visitare la nuovissima “A Queijaria”, formaggeria con ogni sorta di prelibatezza locale. Se, invece, il quartiere è la meta delle vostre serate, prima di perdere la cognizione del tempo girovagando tra un locale e l’altro, non dimenticate di fare una sosta alla birreria Emporio Sagarana, per le migliaia di bottiglie tra cui scegliere. Una delle particolarità di Villa Madalena è nascosta nei ristoranti giapponesi della zona, dove preparano l’imperdibile sushi con il foie gras. Il Tanuki è uno dei migliori: la tempura soba è assolutamente da provare, così come qualche fantasioso onigiri con tobiko e fiori.

2. Avenida Paulista

Come Roma ha la sua via del Corso, New York la sua Fifth Avenue e San Pietroburgo la Prospettiva Nevskij, così San Paolo ha la sua Avenida Paulista, la via principale della città. Il viale con i suoi grattacieli è uno dei luoghi caratteristici del centro brasiliano. Su questa strada si trovano importanti sedi aziendali, banche, alberghi ma anche luoghi di cultura come il Museo d’Arte di San Paolo. Lungo l’Avenida Paulista è facile imbattersi in mostre fotografiche nelle ore diurne. Nella notte, invece, si può entrare in uno dei locali chic sulla strada, come lo Spot. Se non siete tipi da posti ‘in’ o avete bisogno di un market h24, appuntatevi Galeria Dos Paes e Bella Paulista: troverete rosticceria, dolci, fate la spesa e c’è anche la pizza che dicono (loro) sia la migliore del mondo. E ricordatevi che qui c’è il D.O.M. di Alex Atala.

3. Mercado Municipal

Il paradiso dei golosi e dei curiosi. In questo mercato si può trovare davvero di tutto. È tra i punti gourmet imperdibili in città e una delle maggiori attrazioni turistiche. Tra i banchi del mercato ci sono tante varietà di carni, frutti, spezie e verdure esotiche. La struttura in stile coloniale che lo ospita fu realizzata tra il 1928 e il 1933. Non dimenticate di assaggiare le ottime crocchette di baccalà. C’è anche un ‘leggerissimo’ panino composto da 80 grammi di baguette e mezzo chilo di mortadella brasiliana in stile bolognese. Questo posto vale una visita anche soltanto per vedere le bellissime composizioni di frutti il cui sapore non vi deluderà.

4. Cattedrale metropolitana di San Paolo

È sede della parrocchia di Nostra Signora Assunta e San Paolo, ed è stata eretta nel 1591. Si trova in pieno centro storico. La cattedrale, in stile neogotico, è la più grande chiesa della città. A pochi passi c’è l’edificio Altino Arantes: dall’ultimo piano del grattacielo si può ammirare la vista su tutta San Paolo. In questa zona è d’obbligo la sosta a Casa Mathilde, una famosissima pasticceria portoghese di Lisbona che si è trasferita a San Paolo da poco più di un anno e si è già aggiudicata il premio come migliore pasticceria della città. Per un pasto ‘salato’ non perdetevi il celebre panino ‘Bauru’ di Ponto Chic. Le due fette di pane francese racchiudono un ripieno gustosissimo: arrosto di manzo, miscela di quattro formaggi fusi a bagnomaria, pomodori e cetrioli.

Ibirapuera Park

Mokotò Mokotò San Paolo Bar Da Dona Onca San Paolo farina Caputo a San Paolo pasta Bar Da Dona Onca Aconchego Carioca polpetta Aconchego Carioca San Paolo

Dopo una giornata trascorsa all’Ibirapuera Park, il più vasto parco urbano di San Paolo con un’area di circa due chilometri quadrati, concedetevi una serata alla scoperta di posti caratteristici con cucina locale. Al Mokotò si possono gustare i veri sapori brasiliani; il Bar Da Dona Onca (noto leopardo brasiliano) prepara dei fritti eccezionali e tantissimi tipi di pasta usando la nostrana farina del Molino Caputo; l’Aconchego Carioca, invece, è famoso per aver inventato la polpetta di feijoada (fagiolata).

Ecco, questi tre indirizzi tradizionali mi solleticano ancora (ci ritornerò su) e spero che voi abbiate altre cose da vedere e da gustare. Aspettiamo i vostri consigli.

[Daniele Amato in collaborazione con l’Ufficio del Turismo del Brasile]

8 Commenti

  1. Ciao a tutti….
    io invece da marzo scorso sto andando quasi con frequenza mensile a Sao Josè Dos Campos. Il prox viaggio a settembre e durante questo, sarò anche a San Paolo, precisamente dall’8 sera fino a domenica ora di pranzo e poi ripartenza….
    Qualche italiano/a li, a cui fa piacere passare qualche ora per girare insieme la città, è benvenuto…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui