Parma. 15 osterie e locali dall’inarrivabile rapporto qualità prezzo

Ristoranti

cotechino

Parma: vi abbiamo già dato 10 buoni motivi per andare al Cibus 2014.

Ma la ragione migliore per andare a Parma è unire l’utile al dilettevole. Cioè mangiare bene e al migliore prezzo possibile.

Siccome l’appetito vien mangiando, per non farvi cogliere alla sprovvista all’uscita della fiera (o nel fine settimana che saggiamente ci attaccherete), ecco la classifica di 15 indirizzi tra osterie, trattorie, pasticcerie in città e nelle immediate vicinanze.

La mappa dei migliori indirizzi di Parma

prosciutto

Li ho ordinati guardando al rapporto qualità prezzo che soprattutto per voi che solcherete i padiglioni della Fiera di Parma sarà un metro di giudizio imprescindibile.

Pronti? Si va a mangiare.

#15. Ai Due Platani

ai due platani

Chiariamo subito che rapporto qualità prezzo non significa i più economici in assoluto. E questo non è un indirizzo propriamente low cost ma da anni è ai primi posti nelle preferenze dei parmigiani per l’altissimo rapporto felicità/prezzo. Menu di tradizione ma con tante interpretazioni moderne, carta dei vini eccellente, i Due Platani è considerata una delle migliori cucine di Parma, particolarmente apprezzata per i tortelli di zucca, il foie gras, il baccalà e lo zabaione caldo servito con la torta sbrisolona.

Prezzo medio: 35 €.

Ai Due Platani. Strada Budellungo, 104/a. Coloreto (Parma). Tel. +39 0521 645626

#14. Cocchi

bolliti

Il suo carrello dei bolliti è leggendario da generazioni: se volete togliervi la voglia, l’indirizzo è uno solo. Ma Cocchi non è solo carne: gli anolini, il savarin di riso, la punta ripiena e tante altre ricette della tradizione parmense qui sono rappresentate nella loro forma migliore, senza fantasie di modernità o creatività fuori posto. Servizio impeccabile per un’esperienza senza tempo.

Prezzo cena: 40 €.

Ristorante Cocchi. Via Gramsci 16/A, 43126 Parma, Tel. +39.0521.981990

#13. Croce di Malta

croce di malta

Elegante, delicato e molto accogliente, Croce di Malta propone nella sua nuova gestione una cucina dal gusto semplice e stagionale, valorizzata dalla ricercatezza degli ingredienti e raffinata nelle composizioni. Ricette tradizionali e non, interpretate con grande intelligenza e cura, come la sfoglia ai carciofi, gli spaghetti pane burro e acciughe, il baccalà in umido con le cipolle e le polpettine al sugo.

Prezzo cena: sui 35 €.

Ristorante Croce di Malta. Borgo Palmia 8. Parma. Tel. +39 0521208681

#12. La Porta di Felino

porta di felino

Non fatevi ingannare dal nome, questa elegante trattoria a conduzione meravigliosamente familiare non si trova (più) a Felino ma dall’altro lato della città, a pochi minuti dalla zona Fiera (e poi non dite che non vi penso!). Tortelli di zucca pluripremiati, pasta fatta in casa e secondi eccellenti come la punta di vitello ripiena, la “vecchia” e il coniglio ripieno, cantina curata e anche una piccola bottega da cui acquistare salumi e bottiglie.

Prezzo: 35 €.

La Porta di Felino. Via Provinciale, 103. Viarolo di Trecasali (Parma). Tel. +39 0521 836839

#11. La Raquette

la raquette

Locale di nuovissima apertura (ma di gestione conosciuta e stimata), La Raquette ha dalla sua una location speciale: si appoggia alle antiche mura della Cittadella, all’interno di un circolo tennistico con vista sui campi da gioco, praticamente in centro città. Il menu è quasi interamente dedicato al pesce, con piatti eleganti ma senza fronzoli: tagliata di tonno con marmellata di cipolle rosse, catalana, zuppetta di pescato e un fritto di baccalà da perderci la testa.

Mangiate e bevete felici con circa 35 €.

La Raquette circolo tennis. Via Racagni, 13. Parma. Tel. +39 0521 252164

#10. Sa Marjoga

sa marjoga

Questa piccola trattoria in centro offre cucina sarda – più precisamente carlofortina – a una clientela ormai molto affezionata. Tonno e polpo eccezionali, bottarga da far girare la testa, taglieri di salumi e formaggi sardi, cullurgiones, porceddu (su prenotazione) e seadas fatti come si deve e accompagnati da ottimi vini della regione.

A pranzo, menu fisso a 15 € con proposte più local. Prezzo medio di una cena: 30 €.

Sa Marjoga. Borgo Garimberti, 27. Parma. Tel. +39 0521 235545

#9. Osteria dello Zingaro

cavallo

Osteria piccola e accogliente nel cuore della città, accanto alla chiesa di S. Giovanni e a 50 metri dal Duomo. Dopo salumi e primi all’altezza della tradizione, il suo piatto forte è il cavallo, servito in uno spettacolare tris con roast beef, tartara con verdurine e pesto che alcuni estimatori non esitano e definire “da nobel”.

Prezzo cena: 20 €.

Osteria dello Zingaro. Borgo Del Correggio, 5. Parma. Tel. +39 0521 207483

#8. Osteria del Mare, già Losteria

sarde

Ha cambiato indirizzo ma non proposta questo locale che era a Collecchio. Offre alla sera un menu fisso di pesce, abbondante, creativo e di ottima qualità. Miniburger di tonno con maionese alla soia, sgombro cotto a bassa temperatura con finocchi confit, mazzancolle gratinate in camicia di zucchine e lardo di patanegra e gnocchi con vongole e muggine sono alcuni dei piatti che si possono trovare nel menu, che cambia spesso e a seconda della disponibilità delle materie prime.

Prezzo: 35 € vino incluso.

Losteria. via San Prospero 13, 43044 Collecchio (Parma). Tel. +39 0521 802958

Osteria del Mare. Piazza San Quintino. 43022 Montechiarugolo (Parma). Tel. +39 0521 686356

#7. Da Vigion

trattoria da vigion 3

Si trova decisamente fuori città, ma merita una menzione. In questa piccola trattoria di collina a gestione familiare preparano, a detta di molti, i migliori tortelli d’erbetta. E senza girarci troppo intorno: il menu è ridotto al minimo, incentrato sulla stagionalità, e generalmente i piatti proposti sono non più di quattro o cinque. A cui si aggiungono, va senza dirlo, gli strepitosi salumi della zona (per arrivarci attraverserete Langhirano dove nasce il Prosciutto di Parma).

Tortelli, culaccia e lambrusco: 15 €.

Trattoria Da Vigion. Loc. Le Ghiare, 13 – 43020 Ghiare di Corniglio (Parma). Tel. +39 0521888113

#6. Ciacco

gelato ciacco parma

Sottotitolo: gelato senz’altro. Ed è così in questa gelateria aperta da poco in città. Gelato puro, preparato con ingredienti di altissima qualità, senza aggiunte nascoste, e presentato in gusti tradizionali e originali. Nomi e ricette sono spettacolari: “Lei, lui e l’altro”, una crema al mascarpone con pinoli tostati e variegata con composta di prugne allo zenzero. “Incontro Toscano” con ricotta, pasta frolla e una composta di fichi e mandorle. “Vieni con me in Pakistan”, una crema di latte con t-masala variegata con salsa di mango al cardamomo. E poi The Matcha, Cannolo Siciliano, Sacher sino ad arrivare ai gusti più classici.

Coni e coppette da 1,50 € in su.

Ciacco. Viale Mentana, 91/A. Parma.Tel. +39 0521570208

#5. I Due Gatti

chisolino

Una piccola pizzeria take away di recente apertura, che lavora con materie prime selezionate e offre tre specialità: la pizza tonda, sottile e croccante, lo spicchio alto e soffice e il “chisolino“, una focaccia fatta con l’impasto della pizza e farcita con ogni prelibatezza. L’impasto è preparato con farine macinate a pietra e lievito madre per garantirebuona digeribilità. Da provare la Slow Pizza con fiordilatte, crema di parmigiano porcini e mariola dei F.lli Salini (presidio Slow Food). Ogni mese viene fatta una selezione di birre artigianali da abbinare.

Pizza margherita: 4,50 €. Pizze farcite: da 7 a 9,50 €.

Pizzeria I Due Gatti. Via Bixio 76. Parma. Tel. +39 0521 238901

#4. Osteria delle Vigne

osteria delle vigne

Se si arriva percorrendo l’Autostrada della Cisa fermarsi a pranzo qui è imperativo. All’Osteria delle Vigne, a pochi minuti dall’uscita di Fornovo, ci si va per due cose – anche se tutto è di ottima qualità: i tortelli “creativi” (oltre ai classici erbetta, patate e zucca si trovano, a seconda della stagione, di porri, castagne, carciofi, ortica, melanzane, barbabietola… ) e l’antipasto di torta fritta e focaccia calda con taglieri dei migliori salumi della zona. Fondamentale chiudere il pranzo in bellezza con un bicchierino di bargnolino.

Prezzo: 25 €.

Osteria delle Vigne. Via Roma, 4 – 43040 Viazzano (PR). Tel. +39 0525 404328

#3. Enoteca Fontana

In posizione estremamente strategica, molto amata durante il pranzo soprattutto per le infinite combinazioni di panini con i migliori salumi, taglieri e qualche piatto, Fontana è da anni una tappa fondamentale durante l’aperitivo per la bella gioventù parmigiana, dove ritrovarsi per un bicchiere (o tre) prima di cena.

Calice + panino: da 7 €.

Enoteca Fontana. Strada Farini, 24. Parma. Tel. +39 0521 286037

#2. Antica Pasticceria Pagani

pagani

Un segreto noto a pochi al di fuori delle mura è l’eccellenza dell’arte dolciaria parmigiana. Pagani, la pasticceria più antica in città, ne è un fulgido esempio: i cannoncini allo zabaione sono da sturbo e le meringhe con la panna meritano un viaggio intercontinentale, e poi brioches, millefoglie, torte e pasticcini, inclusi i salati, di altissimo livello. Il locale è poco spazioso, ma la mitica “colazione da Pagani” è uno sfizio che ogni tanto bisogna togliersi.

Caffè e brioche: 2,50 €.

Antica Pasticceria Pagani. Via Venti Marzo, 4. Parma. Tel. +39 0521 206322

#1. Pepèn

pepen

Un’istituzione. Se i muri potessero parlare vi racconterebbero delle migliaia di studenti e di lavoratori del centro che dal 1955 si sono accalcati nei pochi metri quadrati del locale per ordinare e sbranare Carciofe, Polpette, Carrè, tartine e Spaccaballe (il leggendario panino piccante all’arrosto). Zero tavoli, qualche sgabello e molta simpatia: il fast food per antonomasia.

Panino e calice o bibita: intorno ai 6 €.

Pepèn. Borgo S.Ambrogio, 2. Parma. Tel. +39 0521 282650 

[Immagini: scentedlittlepleasure, Flickr/Maria Rosaria Feniello, Flickr/Verdi85baguettechocolat.com, Repubblica.it, Tripadvisor, Parmatoday, reallygoodwriter.com]