hotel Bad Schörgau

I dolci e i segreti di Iginio Massari che vi abbiamo rivelato hanno avuto un ottimo successo di letture. Ne sono felice.

E mi sento così dolce che ho pensato di ritemprami e farvi ritemprare al Bad Schörgau, della famiglia Wenter, in Val Sarentino.

Ci sono molti buoni motivi per farlo e riprendersi dagli strapazzi della città.

L’accoglienza di Gregor Wenter  in una valle rimasta inaccessibile per secoli.

La cura di sé stessi a base di bagni di fieno, la sauna, e i bagni contadini nelle tinozze.

La cucina dello chef pluripremiato Egon Heiss, al ristorante Alpes (iniziavate a pensare che non parlavo di tavola, confessate) che conquista adepti con i suoi piatti a base di prodotti tipici della valle per soli quindici ospiti.

Scommetto che dopo la Merkel e il Dalai Lama, resterete soggiogati dalla creatività dello chef stellato tra i più interessanti cuochi emergenti della scena italiana.

Al suo attivo ha esperienze internazionali all’Anton Mosimann’s Private Dining Club di Praga e al Gordon Ramsey’s Restaurant, ma io voglio rapirvi con le suggestioni del mondo contadino e della natura altoatesina

E sorprende per leggerezza e colore, qui declinata in un dolce a base dell’ingrediente simbolo della Val Sarentino: il latte.

Il latte del contadino

ricetta latte contadino maso

Fetta alla ricotta

Ingredienti pasta frolla

250 g di farina
125 g di burro
2 g di sale
10 g di lievito
50 g di tuorlo

Ingredienti ripieno di ricotta

500 g di ricotta
3 uova
30 g di polvere di crema
150 g di zucchero
250 g di panna
100 g di zucchero

Mescolare il ripieno alla ricotta
Stendere la pasta frolla e cuocerla a 180°C per 9 minuti.
Dopo la cottura cospargere di semolino e versare il ripieno di ricotta (ca. 2,5 cm) e cuocere ulteriori 20-25 minuti a 180°C

Tartufo allo yogurt (sfera)

Ingredienti panna cotta

750 g di panna
250 g di latte
150 g di zucchero
5 fogli di gelatina
Arancia, limone, vaniglia, sale

Ingredienti marmellata di lampone

250 g di lamponi
100 g di zucchero

Ingredienti gelato di latticello

250 g di latticello
250 g di yogurt
100 g di zucchero
Succo di limone
2 cucchiai di latte in polvere

Completamento

Tirare fuori dal freezer la sfera di panna cotta 15-20 minuti prima di servirla.
Se è leggermente ghiacciata rotolarla prima nella polvere di yogurt al limone e poi metterla generosamente nella Yogurt-Crispy.
Caramellizzare la fetta alla ricotta.

6 Commenti

  1. Due domande:
    1. è una dimenticanza o nella frolla non ci va zucchero?
    2. cos’è la polvere di crema e dove si trova?

    grazie 🙂

  2. cara Susanna, lo chef Egon è rientrato finalmente dalla Svizzera, e mi conferma, che in effetti occorrono 100 gr. di zucchero nella frolla, mentre la polvere di crema (o Frumina in Alto Adige), è un ingrediente che puoi trovare nei negozi, ne fa una abbastanza buona la Cameo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui