Londra. Tincan, ristorante senza chef dove mangi scatolette di pesce

Tempo di lettura: 1 minuto

ristorante tincan londra

Tonno insuperabile. Sembrerebbero aver ascoltato il celebre slogan anche a Londra. Precisamente ad Upper Street, Soho.

Tincan è un ristorante pop-up – cioè una sorta di ristorante a tempo, tra sei mesi il Tincan sparirà per far spazio ad altre mode – che basa il proprio menu sui pesce in scatola.

Rigorosamente e rigidamente in scatola, nemmeno sotto vetro.

tincan scatolette ristorante

Tonno, sardine e altre 23 differenti specialità in latta provenienti da tutto il mondo.

Il locale, disegnato da AL_A, già presente al London Design Festival con le sue creazioni, è total black ma illuminato per far risaltare le coloratissime etichette metalliche dei prodotti allineati sulle pareti.

Il menu varia dalle 7 sterline (9 €) per una scatoletta di sardine, fino a filetti di pesce di 22 sterline (28 €) a lattina. In questa forbice di prezzo prodotti provengono principalmente dalla Spagna e dal Portogallo, oltre al fegato di merluzzo affumicato islandese, e altri colorati packaging dal Mediterraneo e dal Mare del Nord.

tincan londra ristorante scatolette

Il pesce viene servito con la possibilità di aggiungere a piacimento scalogno, peperoncino, olio di oliva e prezzemolo. Oltre che bere birra Er Boqueron, prodotta con acqua marina depurata.

Per sei mesi quindi a Londra si parlerà molto di scatolette di pesce. In attesa della prossima moda gourmet, meglio se sempre take away o di facile preparazione.

Siete interessati al format?

[Link: Guardian, Standard. Immagini: Guardian, Standard, Tincan, thetimes]

5 Commenti

  1. Una novità un po’ datata, un posto simile (e che vende anche le stesse marche di scatolette, a quanto vedo dalla foto) esiste già da anni a Lisbona.
    Si chiama “Sol & pesca” ed hanno anche pubblicato un buffo libro di ricette con tanto di “praise” di Anthony Bourdain sulla quarta di copertina.

  2. Non capisco di cosa vi sorprendete… in Spagna, dove vivo, il pesce, ma anche la carne e il formaggio in scatola, conservati in ottimi olii extravergini d’oliva, è un patrimonio culturale gastronomico coi fiocchi. La varietà è enorme e gli chef le usano per realizzare tapas e piatti d’avanguardia. In Italia si pensa subito alla misera e triste scatoletta di tonno (scadente, peraltro), ma vi assicuro che in alcuni paesi non è affatto così. Documentatevi, gente, e aprite la vostra testa prima di giudicare!

  3. Non è necessario vivere in Spagna per fare una scoperta così sconvolgente, basta appoggiarsi ad un bancone di un qualsiasi bar decente a Madrid, Barcellona, Siviglia o dove vuoi tu.
    Non era questo l’argomento in questione.
    Come suggerisce il titolo:”Ristorante senza chef dove mangi scatolette di pesce”.
    SOLO scatolette, nel caso non si fosse capito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui