Report: pizza a rischio idrocarburi. Volano imprecazioni e allarmi

Pizzerie

Mangiare una pizza cotta nel forno a legna può significare assumere una quota di idrocarburi.

Gli stessi che respiriamo in autostrada viaggiando dietro a un camion, spiega Guido Perin, eco tossicologo dell’Università di Venezia.

Ci va giù pesante la nuova inchiesta di Report sullo stato della pizza che parte da questa osservazione di Bernardo Iovene, autore del servizio: i forni vengono puliti prima di cuocere una nuova pizza o i residui della combustione finiscono nel piatto?

Il promo della trasmissione di Milena Gabanelli che andrà in onda domenica 5 ottobre fa il punto su come viene preparata la pizza e su come viene servita.

Il breve articolo sul Corriere avverte che saranno diffusi i risultati delle analisi su diverse pizze cotte nei forni a legna.

cottura margherita da Michele

Il pensiero non può che correre alla puntata di Report dedicata al caffè in cui l’Italia intera sembrò aver appreso per la prima volta che la macchina va pulita.

In un parallelo perfetto, il forno va pulito e va evitata la cottura della pizza nel momento in cui l’aggiunta di legna deve aumentare la temperatura e provoca fumo nero.

Il fumo nero è dannoso quanto la mancata pulizia del piano dai residui incombusti, avverte Pasquale Pace, Presidente dell’Associazione Verace Pizza Napoletana.

Il de profundis per la pizza cotta a legna, da Milano a Napoli, è già stato suonato?

Si salverà la pizza da questa inchiesta?

I risultati, anticipa Iovene sul Corriere, sono sorprendenti. E c’è chi sta già mettendo mano al corno porta fortuna.

[Link: Corriere. Immagine: Vincenzo Pagano]

Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.

Tags:
pizza