pizza margherita impasto ricco

Pizza, impasto, nome, il gioco è fatto. Stasera da Roma parte il Rosso Tour 2015 “Integralmente Mia” che in diverse tappe accompagnerà la pizza napoletana fino all’Expo.

È un’iniziativa di Rossopomodoro per mettere insieme tradizione, qualità e ricerca ed offrire una pizza che sia in linea con i gusti moderni. Una pizza napoletana contemporanea che punta molto sulla farina e sugli abbinamenti con le farciture.

impasto pizza

Una ricerca seria supportata dalle aziende fornitrici delle materie prime che danno forma e sostanza ad uno dei piatti più rappresentativi della cucina italiana. Il Rosso Tour diventa l’occasione per chiedere al pubblico quale pizza piace di più. Ma lo fa con un gioco perché il cibo è piacere e se il back office è studio, mangiare bene è un atto di divertimento.

Ecco quindi l’idea di Integralmente Mia che vede in ogni tappa italiana tre pizze con impasto ricco di farina integrale sottoporsi al voto dei clienti.

pizze fotografare video

I partecipanti a questa cena evento voteranno la pizza a loro giudizio migliore come abbinamento tra impasto e farciture. Lo faranno con una foto spedita via Facebook sulla pagina di Rossopomodoro. Un esperto della pizza presente alla serata selezionerà quella più interessante e divertente.

madia impasto pizza impasto pizza madia

A chi ha scattato la foto selezionata andrà in ricordo la madia in legno (in versione domestica, ovviamente) per far riposare l’impasto e una ricetta per fare la pizza a casa.

Al termine del tour, le tre pizze saranno inserite stabilmente nel menu di Rossopomodoro con la dedica ai tre clienti che si saranno distinti per la loro capacità di comunicare l’idea di una pizza “Integralmente Mia”.

Si parte, come detto, da Roma (Rossopomodoro in Largo di Torre Argentina dalle 20,00) per toccare tutta l’Italia e continuare a gustare la pizza “Integralmente Mia” durante Expo nella pizzeria allestita nel padiglione a Milano.

pizza sangiorgesapizza integralmente mia nome

Le pizze da gustare, fotografare, commentare sono tre:

  1. Piennola. Pomodorini del Piennolo del Vesuvio, origano siciliano, aglietto e olio extra vergine di oliva Penisola Sorrentina DOP a crudo.
  2. Sangiorgesa. Quattro formaggi campani, erborinato di bufala, prosciutto cotto artigianale affumicato “Il Gigante” di Capitelli a crudo, pepe e basilico.
  3. Pummarulella. Provola affumicata, pomodorini corbarini, datterini gialli e rossi, Olio extra vergine di oliva Colline Salernitane DOP a crudo.

tre pizzaioli napoletani

Anche i pizzaioli che prepareranno le pizze sono tre. Non sono soltanto pizzaioli di Rossopomodoro, ma ci sono anche esponenti della migliore artigianalità napoletana a ricordare anche quell’impegno di far diventare l’Arte della Pizza patrimonio immateriale dell’Unesco e ad unire le eccellenze agroalimentari in un ideale tricolore di bontà.

Ciro Oliva

C’è Ciro Oliva, rappresentante della nouvelle vague che miscela tradizione di famiglia, selezione di prodotti e impasti leggerissimi con i suoi 22 anni di grande sprint. Lui, nomen omen, è in giacca verde a ricordare l’olio extravergine di oliva e la sostenibilità green della pizza.

Teresa Iorio

Teresa Iorio è una delle (poche) figlie della tradizione napoletana che ha regalato un volto femminile alla pizza, dopo quello stra-citato di Sofia Loren, e un omaggio alla regina delle pizze, quella Margherita che per molti è sinonimo di mangiare pizza. Per lei, giacca bianca cioè purezza degli ingredienti e omaggio alla mozzarella e ai formaggi: elementi imprescindibili per molte pizze.

Davide Civitiello

Davide Civitiello è il Campione del Mondo consacrato durante il principale appuntamento mondiale della pizza che si tiene sul Lungomare di Napoli e macina numeri da record mettendo insieme appassionati, pizzerie, pizzaioli da ogni angolo del mondo e la Caputo Cup. Per lui giacca rossa, colore “sociale” della squadra che ospita la sfida e tributo al re della pizza, il pomodoro. Oltre ad essere il colore della passione che moltissimi pizzaioli mettono nel loro lavoro.

Questa sera Scatti di Gusto conduce l’evento di avvio del Rosso Tour con un  percorso tra le ricette tradizionali della pizza napoletana e quelle contemporanee. Un confronto tra impasti e farciture che si preannuncia molto ricco.

Il prezzo è speciale: 10 € per mangiare pizza a volontà e senza limiti (bevande a parte).

impasto pizza cornicione

Che fate, venite a fotografare la regina della serata e a mettere il sigillo dell’hashtag #integralmentemia?

Info: 06.68892440 – 340.6956939

[Immagini: Vincenzo Pagano, Luciano Furia, Antonio Allocca]

6 Commenti

    • Può venire direttamente a partire dalle 20 o prenotare ai numeri che vede e che ripetiamo; 06.68892440 – 340.6956939

  1. Basta con questi articoli di “pizza contemporanea” con farine diverse dalla tipo “00”, altrimenti il Maestro Antonino Esposito sarà costretto o a non fare più le pizze o a chiedere scusa a tantissima gente per la sua presunzione!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui