mangiare giapponese Expo

Avevo progettato tutto con accuratezza: vado a Expo, a mangiare in uno dei ristoranti del padiglione giapponese di cui avevo già scritto, mi prendo un bel piatto di carne wagyu, bello caro, posto lo scontrino e si aprono le cateratte: vergognati c’è la crisi, non hai pagato, il wagyu sotto casa costa 7,99 € il kg, basta con questo cibo straniero, meglio una bistecca alla fiorentina o un’insalatona di quinoa tofu e pinoli.

ristorante giapponese Expo

Purtroppo assieme al mio Wagyu Beef Sukiyaki Zen da 35 € ho bevuto solo un’acqua minerale gassata da 2 €: niente in paragone a quella a 5 € del Minokichi. Che peraltro costa così, immagino, da Ducasse, da Cracco, da Robuchon… e da Minokichi a Kyoto, immagino – aperto nel lontano 1716, frequentato dalla famiglia imperiale, presenta il meglio della cucina di Kyoto (“l’anima della cucina giapponese”).

Del resto, in un menù degustazione a 110 €, il prezzo dell’acqua è quasi pleonastico. Minokichi propone ai suoi 22 clienti (tanti ce ne stanno) quattro differenti menù: Lunch Kaiseki a 80 €. Hana a 110, Tsuki a 160, e Special Kaiseki a 220 €. Il kaiseki è un pasto composto da tante piccole portate, dalla preparazione particolarmente lunga ed elaborata – il che giustifica il prezzo.

ristorante giapponese Expo carne Kobe

Io invece ho scelto il più caro dei ristoranti “fast food”, che si presentano allineati nella Food Court e separati da Minokichi, che resterà “fisso” per tutta la durata dell’Expo. Due dei quattro saranno sostituiti fra tre mesi.

ristorante giapponese Expo carne low cost

Uno di questi è Kakiyasu, un tipico ristorante che serve carne di manzo stufata dal 1871 (giovane, quindi…), a prezzi fra i 35 e i 40 € (come il ristorante che lo sostituirà, Ningyocho Imahan).

Ma si può spendere meno, e mangiare benissimo lo stesso: da Mos burger un hamburger con “bun” (panino) di riso a 6-8 € (10-12 € il menù)Coco Ichibanya propone diversi tipi di curry a 9-14 €; da Kyotaru sushi a 15-20 €; da Sagami onigiri, soba, udon, donburi e dolci da 5 a 20 €.

Giappone Expo

Ecco, ora sapete come mangiare giapponese a Milano durante l’Expo senza accendere un mutuo.

1 commento

  1. Io l’avrei fatta ancora più corta: se volete mangiare senza spendere troppo, non andate all’Expo, per tutti coloro che non vogliono spendere più del giusto la scelta è varia in tutta la penisola.
    Onestamente non mi capacito di come così tante persone, da quel che ho letto finora sul web, pensassero che andare a mangiare all’Expo sarebbe costato come andare alla mensa dei poveri.
    E’ normale che oltre al costo effettivo di un piatto ci paghiate anche il fatto di essere all’Expo, evento dell’anno…
    PS: senza andare da Ducasse o Cracco, ad esempio in diversi ristoranti anonimi di Vienna pagare una bottiglia di acqua 5 o anche 6 euro non è affatto inusuale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui