Calabria

Siete già in viaggio per inaugurare l’esodo agostano? Dovrebbe essere piccolo, quasi insignificante a giudicare da un unico bollino nero, l’8 agosto.

Per chi segue l’autostrada del Sole e poi la famigerata A3 Salerno – Reggio Calabria ci sono un bel po’ di soste consigliate al Sud.

La Calabria merita un’attenzione particolare soprattutto per gli 8 giovanissimi chef che stanno facendo parlare per la loro cucina.

E poi c’è il mare e la costa. Quella Tirrenica che si dipana da Praia a Mare a Reggio Calabria passando per le perle come Cirella, Tropea, Capo Vaticano e Scilla.

Eccovi 10 indirizzi low cost per godere della cucina tirrenica di una regione che offre molto.

1. La Rondinella

pasta melanzane

Verdure dell’azienda agricola familiare, pescato del giorno, carni di allevatori locali questi gli ingredienti dei pochi ma genuini piatti indicati giornalmente sulla lavagna all’ingresso del ristorante La Rondinella. Vi potrà quindi capitare di iniziare con un antipasto di melanzane o zucchine fritte o saltate in padella, frittatine di verdure di stagione, salumi e formaggi. Proseguire poi con gli spaghetti alla scaleota ovvero con alici, pomodorini e mollica di pane o con gli gnocchetti ‘nduja e ricotta, con straccetti con filetti di pomodoro o costine di maiale al vino rosso. Completate il tutto con una buona fetta di crostata.

Prezzo medio: 25 €.

La Rondinella. Piazza Principe Spinelli, 1. Scalea (Cosenza). Tel. +39 0985.91360

2. Degusteria Magnatum

Degusteria Magnatum Insalata-di-baccala

Passione e conoscenza del cibo e del vino sono di casa qui alla Degusteria Magnatum, quindi non vi sorprenderà la scelta degli ingredienti e il loro buon utilizzo e pur non avendo un’ampia scelta, il menu prevede un numero limitato di portate e cambia ogni giorno, uscirete dal ristorante sicuramente soddisfatti. Da non perdere la frittata di patate (questa la trovate quasi sempre e, in ogni caso, se la richiedete sarete accontentati). Molto buoni anche l’insalata cannaruta con pomodori di Belmonte, capperi, olive e cipolla di Tropea o l’insalata di baccalà con olive schiacciate e pomodori secchi e le tagliatelle integrali fatte in casa con guanciale di maiale nero di Calabria, cicoria e finocchietto.

Prezzo medio: 25 €.

Degusteria Magnatum. via Indipendenza , 56. Longobardi (Cosenza). Tel. +39 0982.75201.

3. Le rose al bicchiere

Le rose al Bicchiere tagliata-di-angus-irlandese

Un palazzo degli anni venti fa da cornice a questa osteria moderna. Oltre a sorseggiare un buon calice di vino, qui potrete scegliere tra un’ampia selezione di salumi e formaggi e qualche gustoso piatto come i maccheroncini fatti in casa, gli involtini di stocco, il salmone selvaggio marinato con semi di papavero. Ottima la carne come la tagliata di angus irlandese. In menu anche proposte per vegetariani.

Prezzo medio: 25 €.

Le rose al bicchiere. Via Demetrio Tripepi 118. Reggio Calabria. Tel. +39 0965.22956.

4. Dragut

dragut polpo alla catalana

Il pescato del giorno è il protagonista assoluta alla tavola di Dragut, non esitate quindi a ordinare i piatti a base di pesce che trovate in carta, a partire da un’ottimo polpo alla catalana o i paccheri con melanzane e pesce spada, solo per fare qualche esempio. Ma poi non andate via senza aver assaggiato la specialità della casa ovvero la frittura di pesce, ben fritta, croccante, insomma buona!

Prezzo medio: 30 €.

Dragut. Via Marina Taverna, 26, San Lucido (Cosenza). Tel. +39 349.5867854.

5. Le fate dei fiori

tagliatelle cinghiale

Ed ecco la prima deviazione sul nostro tragitto sulla costa tirrenica calabrese, si perché per venire a Le Fate dei Fiori, bisogna addentrarsi un pò nell’entroterra, ma la sosta vale il viaggio. Un ambiente familiare per questo piccolo albergo/ristorante dove potrete gustare piatti semplici ma ben preparati e in cui la qualità delle materie prime si percepisce al primo assaggio. Ottime le tagliatelle con il ragù di cinghiale e in generale tutti i piatti di cacciagione.

Prezzo medio: 30 €.

Le Fate dei Fiori. Via Nazionale 55. Santo Stefano in Aspromonte (Reggio Calabria). Tel +39 0965.749015. 

6. Osteria del Pescatore

Osteria-del-pescatore

A gestire questo locale nel centro storico di Tropea è una famiglia di pescatori da generazioni, quindi il pesce qui lo si conosce e lavora bene. Ma non solo il pescato vi soddisferà il palato, infatti si comincia subito alla grande con l’antipasto misto della casa: ‘nduja, pecorino di Monte Poro, polpette di pesce, frittelle di alici, verdure grigliate, cipolla di Tropea marinata e tanto altro ancora. Poi d’obbligo la fileja alla tropeana ovvero pasta fresca di acqua e farina con verdure di stagione, cipolla e pecorino. Buoni la frittura e la grigliata mista del pescato del giorno.

Prezzo medio: 35 €.

Osteria del Pescatore. Via del monte, 7. Tropea (Vibo Valentia). Tel. +39 0963.603018.

7. Go

Ristorante-Go

Un suggestivo casale di campagna con un bel porticato attrezzato dove potrete mangiare tranquillamente all’aperto ammirando l’incantevole panorama che ritrae il porto di Vibo Valentia. Il menu presenta proposte sia di mare sia di terra: parmigiana di melanzane, frittelle di verdure, maccheroncini con melanzane e tonno, fileja con i frutti di mare o sugo di agnello, filetto di carne con verdurine, fritturina di paranza o pesce azzurro. Da provare i gelati pizzutani per chiudere in dolcezza.

Prezzo medio: 35 €.

Go. Strada Provinciale per S. Onofrio, Pizzo (Vibo Valentia). Tel. +39 335.58173379.

8. San Domenico

pesce pettine

Un località di mare incantevole Pizzo Calabro che da qualche tempo si è ulteriormente arricchita dal punto di vista gastronomico grazie all’arrivo del giovane, solo 25 anni, e talentuoso chef Bruno Tassone: è lui infatti a dirigere la cucina del ristorante San Domenico e lo fa con maestria. Bruno propone piatti con materie prime d’eccellenza e ricette della tradizione, ovviamente lievemente e sapientemente innovate. Polpo arrostito (il suo piatto forte), involtini di spatola, carpaccio di pesce pettine con cipolla di Tropea, calamarata, paccheri con ventresca di tonno e cipolla di Tropea, involtini o spiedini a seconda del pescato, branzino con patate viola, ogni piatto sarà puro piacere.

Prezzo medio: 35 €.

San Domenico. Via Colapesce, 2. Pizzo (Vibo Valentia). Tel. +39 349.1390255.

9. Baylik

Baylik  Carbonara di pesce spada

Un menu a tutto pesce da Baylik. Un pesce freschissimo che nelle preparazioni semplici che si rifanno alla tradizione locale esprime il meglio di sé. Vi consiglio di aprire le danze con gli ottimi crudi, le insalate di mare, le alici marinate e poi buttatevi sulla carbonara di pesce. Buoni anche i secondi come il fritto o la grigliata del giorno. Chiudete con un buon sorbetto al bergamotto.

Prezzo medio: 35 €.

Baylik. Vico Leone, 1. Reggio Calabria. Tel. +39 0965.48624.

10. Osteria Porta del Vaglio

Osteria Porta del vaglio

Piccolo sforamento del tetto massimo di spesa che mi ero data (35 €) per questo ristorante che incontrate in pratica sull’autostrada e vi può funzionare da autogrill, ma credetemi anche voi vi innamorerete della cucina di un’altro grande chef emergente, Gennaro Di Pace, il cuoco appena trentenne che guida l’Osteria Porta del Vaglio. La sua proposta segue la stagione e si fonda sulle migliori materie prime del territorio. Vi elenco solo qualche suo piatto, poi correte a provarli: polpo al pistacchio su crema di ceci e olive nere, riso di Sibari alla rapa con formaggio erborinato e pere, paccheri aglio, olio e peperone, filetto di manzo podolico con pino, pinoli e mela verde, agnello laccato alla melassa di fichi. Vi ho convinto?

Prezzo medio: 37 €.

Osteria Porta del Vaglio. Vico I Santa Maria Maddalena, 12. Saracena (Cosenza). Tel.+39 0981.194655.

E voi lungo la costa tirrenica calabra dove vi fermate per una sosta gourmet?

[Immagini: Facebook, Tripadvisor].