tavolata Priceless

Paese che vai, galateo a tavola che trovi. Siete sicuri che i nostri modi di comportarsi a tavola vadano bene anche all’estero?

Vi smonto: la risposta è (quasi sempre) no. E non parliamo solo di come si mangia la pizza o se occorre utilizzare le posate (ricordate il forkgate, vero?). Io l’ho capito dopo aver letto la ricerca dell’agenzia di comunicazione NeoMam Studios in collaborazione con Wimdu, sito che aiuta ad affittare case vacanze.

Vediamo quindi dieci curiosità sul galateo dal mondo

1. Francia

Galateo Francia

In Francia, anche quando non si mangia, le mani vanno tenute sempre sul tavolo. I maliziosi francesi potrebbero pensare che stiate facendo qualcosa di “losco”.

2. Germania

Galateo Germania

In Germania,non è considerato educato tagliare col coltello le patate (lesse o al forno che siano) anche se la loro dimensione è troppo grande. I tuberi si devono schiacciare con la forchetta in modo tale che assorbano meglio il sughetto nel piatto.

3. Spagna

Galateo Spagna

Non è carino alzarsi da tavola subito dopo aver mangiato. In Spagna, che si consumi un pasto completo o delle tapas (a proposito: qui vi dico quali sono le migliori di Barcellona), si rimane seduti a godersi la “sobremesa”, cioè il tempo per la digestione, che si trascorre tutti insieme parlando in relax del più e del meno.

4. Gran Bretagna

Galateo Gran Bretagna

Per me è stata una sorpresa: in Inghilterra gli asparagi, quando sono serviti con la salsa, si prendono con le mani, si immergono nel sughetto e si mangiano come fossero patatine fritte consumate camminando in strada. Non vanno mangiati per intero, chiaro, e le estremità vanno lasciate sul bordo del piatto.

5. Ungheria

Galateo Ungheria

In Ungheria è inusuale fare il brindisi con la birra: quando la Rivoluzione Ungherese fu sconfitta nel 1848, i vincitori Austriaci celebrarono brindando coi boccali di birra. Il popolo fece quindi il voto di non brindare con la birra per 150 anni, ma il voto – a quanto pare – prosegue anche oggi.

6. Messico

Galateo Messico

Se si va in Messico dove mangiare alla maniera locale è d’obbligo: non abbiate timore di sporcarvi. I tacos vanno presi in mano, la punta va inzuppata nella salsa tenendo la delizia con pollice, indice e medio.

7. Georgia

Galateo Georgia

In Georgia, si festeggia la Supra, una grande festa con cena tradizionale,  e i brindisi – sì, sono più di uno – sono coordinati dal Tamada, “il maestro del brindisi”. I bicchieri non sono di grandi dimensioni, ma vanno bevuti come se fossero shot: tutti d’un fiato. Guai a sorseggiarlo.

8. Giappone

Galateo Giappone

In Giappone la classica ciotola di riso è il pasto più consumato della giornata. Guai a lasciare le bacchette conficcate nel riso: presentato in questo modo, questo piatto viene offerto ai defunti durante le cerimonie funebri buddiste. Quindi, a meno che non le sistemiate orizzontalmente, rischiereste di passare per l’uccellaccio del malaugurio.

9. Corea

Galateo Corea

Secondo gli usi della Corea, vanno adoperate entrambe le mani per servire un piatto o un bicchiere. In più non è educato cominciare a mangiare prima che abbia iniziato la persona più anziana.

10. Thailandia

Galateo Thailandia

In Thailandia la forchetta si usa solo per riempire il cucchiaio, che poi viene portato alla bocca. Quindi la forchetta serve solo per aiutarsi: la sua introduzione, come quella del cucchiaio, avviene nel 1897 per ordine del re Chulalongkorn dopo un viaggio in Europa. Prima di quel tempo, i Thailandesi mangiavano con le mani.

fotografare cibo

Dopo questa veloce ricognizione vi accorgerete di qualche errore e forse avete suggerimenti per evitare brutte figure a tavola in qualche Paese. O con questo abbiamo chiuso la partita del galateo e possiamo metterci a fotografare tranquillamente?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui