Napoli. Mario Tortora apre la sua seconda panineria a Chiaia

Mario Tortora e il suo hamburger

Entusiasti del panino sotto ogni forma aprite bene le orecchie (e le pance). Mario Tortora, quello che ha la paninomacelleria al Vomero a viale Michelangelo, rilancia sulla ruota di Napoli. E apre il secondo punto vendita a Chiaia.

nuova hamburgeria Napoli Chiaia

A fine febbraio sarà operativa l’hamburgeria che vende anche cibi pronti da fare a casa. Rispetto alla macelleria che diventa panineria la sera, il locale è indirizzato al mangiamo subito.

Sia a pranzo che a cena con probabilissimi orari da vampiri.

La base è sempre la carne come il profluvio di immagini ad altissimo tasso di colesterolo della pagina Facebook illustra con dovizia di particolari.

hamburger

Per chi non avesse ancora fatto tappa al tempio dell’hamburger in terra napoletana, ecco un veloce resoconto di uno dei panini che spopolano a viale Michelangelo, unica sede ancora per poco.

Seguite le fasi della costruzione del mega-panino.

Mario Tortora hamburger panini Napoli

Vi propongo il Tortora 3XL che è diventato un fumetto: il supermeat.

Mario Tortora macelleria Mario Tortora Panini hamburger cheddar hamburger pomodoro

Sotto un diluvio di 3 hamburger che potete scegliere di maiale (10 €), vitello (12 €), chianina (15 €) sono cadute le gole più entusiaste della città.

hamburger cheddar pomodoro hamburger preparazione hamburger Tortora

Preparazione, ovviamente, al momento con l’ingresso della macelleria occupato dal banco vendita. Sì, perché qui a qualsiasi temperatura della sera (e soprattutto della notte) si fa fila per accaparrarsi un panino mastodontico su un tagliere che è un miracolo mangiare in piedi.

Hamburger Tortora pilahamburger panino triplo

Guardatelo nelle proporzioni taglia massima con il cheddar inglese, il bacon croccante e una fetta di pomodoro a lavare le coscienze intrise di umori carnivori.

hamburger Tortora 3XL

Il tutto su un letto a doppia piazza di patate fritte, una giungla di rucola e polpettine fritte (le stesse finite nel Cappello di Pulcinella, cioè la pizza fritta di Gino Sorbillo).

hamburger triplo sezione

Che sia il re del panino di Napoli qualcuno può contraddirlo? Ci mette anche due würstel a forma di corona sul suo big magnum hamburger a tre piani.

Ma solo voi potete smentire o dirci se avete un nuovo punto di riferimento per la carne a Chiaia.

5 Commenti

  1. Chiamare panino quello della foto è una vergogna:il pane non si vede proprio e quindi lo si deve mangiare seduti e con posate e non all impiedi come da sempre si fa coi panini.

  2. La MASSA guarda velocemente i blog.
    E’ attratta molto dalle Immagini, i titoloni ecc…
    Se lo dice un blog sarà vero.
    Insomma, usa poco lo Spirito Critico.
    .
    Su questi presupposti vediamo il fenomeno degli affabulatori-del-food che diventano paninari(Puok e Med)
    e macellai che diventano grandi esperti di cucina.
    .
    C’è molta confusione nella mente della Massa che viene manipolata e guidata verso certi consumi, mode, locali…
    .
    E’ il WEB, bellezza.
    E’ il Marketing, bellezza.
    Perché il web è dominato dal marketing.
    .
    Cosa sono diventati(perché all’inizio erano un po’ diversi)
    i Food Blog?
    PS
    Che ne pensate del grado di cottura di quella fila di hamburger?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui