frittelle di carnevale iginio massari

Ricetta. Come fare le frittelle di Carnevale di Iginio Massari a casa

Iginio Massari prepara le frittelle di Carnevale con una ricetta facile da seguire a casa. Ecco tutti i passaggi in foto per prepararle velocemente

Ricette

Frittelle di Carnevale di Iginio Massari

Sarà pure che a Carnevale il fritto è d’obbligo, visto che la quaresima, ascetica e austera incombe o che mi sono entusiasmata per la sua presenza a MasterChef, ma se la ricetta è firmata da Iginio Massari (di cui avete appreso già 10 segreti) come non cimentarsi con le Frittelle di Carnevale?

Le ho preparate per voi seguendo la versione originale e dimezzando le dosi.

Tra dire, fare, fotografare (e mangiare) c’è voluta un’oretta impostando il timer a partire dalla sbucciatura delle mele.

Ma veniamo al dunque.

La ricetta delle frittelle di Carnevale di Iginio Massari

Frittelle di Carnevale Iginio Massari 01 ingredienti Frittelle di Carnevale Iginio Massari 02 ingredienti

Gli ingredienti e relative dosi (metà di quelle del Maestro):

  • 150 g di marsala
  • 2-3 g di sale
  • 100 g di burro
  • 140 g di farina debole
  • 200 g di uova (circa 4 medie)
  • 150 g di mela a cubetti (una grandina)
  • 150 g di uva sultanina

Procedimento

Frittelle di Carnevale Iginio Massari 02b cubetti

Manca del tutto lo zucchero, saranno l’uvetta e le mele a fornire la componente dolce (che comunque non è predominante).

Frittelle di Carnevale Iginio Massari 03 marsala burro latte Frittelle di Carnevale Iginio Massari 04 bollore Frittelle di Carnevale Iginio Massari 05 preparazione

Il procedimento ricorda molto da vicino quello della pasta choux: si porta a bollore il marsala con il burro e il sale, si versa la farina e si gira con decisione per evitare i grumi; quando l’impasto inizia a velare le pareti della pentola si spegne e si trasferisce in planetaria.

Frittelle di Carnevale Iginio Massari 06 primo impasto

L’ho lasciato intiepidire qualche minuto e ho avviato a velocità 1, con la foglia, incorporando le uova un po’ alla volta, man mano che venivano assorbite.

Si ottiene una pasta elastica e appiccicosa, un po’ translucida.

Frittelle di Carnevale Iginio Massari 07 secondo impasto Frittelle di Carnevale Iginio Massari 08 consistenza

A questo punto, ho aggiunto le mele a cubetti e l’uvetta, ma ho sostituito la foglia con il gancio per evitare di spappolare le mele: mi piace sentirne la consistenza diversa sotto i denti, una volta cotte le frittelle. Circa un minuto a velocità 1, giusto il tempo di amalgamare il tutto.

Frittelle di Carnevale Iginio Massari 09 temperatura olio

Ho messo a scaldare l’olio di arachide in un piccolo wok, perché le frittelle devono stare sommerse per potersi gonfiare.

Nel frattempo, ho versato l’impasto in una sac à poche per poterlo porzionare meglio in cottura.

Frittelle di Carnevale Iginio Massari 10 porzioni

Qui il Maestro dice di formare palline su carta da cottura e immergere nell’olio carta e palline. Io però mi sono dovuta arrangiare con i miei modesti mezzi, e invece delle palline ho preparato dei ‘tronchetti’ facendo fuoriuscire l’impasto dalla sac à poche e tagliandolo a misura con le forbici.

Lo so, l’immagine non regge il confronto, chiedo perdono al maestro Massari.

Però è funzionale: i tronchetti cadono subito nell’olio bollente (a 176°!), si ‘sigillano’ immediatamente e iniziano a gonfiarsi.

Frittelle di Carnevale Iginio Massari 11 frittura

Sono cotti quando assumono un bel nocciola acceso. E’ importante farli restare sommersi il più possibile.

Una volta eliminato l’olio in eccesso, li ho spolverati con zucchero a velo e zucchero semolato (mi piace la sua croccantezza).

Frittele di Carnevale Iginio Massari

Calde sono buonissime, ma fredde forse sono anche meglio. Vince il marsala, che si sposa benissimo con mele e uvetta, con una dolcezza appena accennata che non stanca.

Sono facili, veloci, golose e nel mio buffet di Carnevale per gli ospiti del Suites Farnese Design Hotel non mancheranno di certo.

Provate anche voi?

[Link: dissapore]