Social pizza. Usare le reaction di Facebook per commentarla

Tempo di lettura: 2 minuti

pizza Margherita da Michele

Sui social è stata una giornata dedicata alle sei nuove reaction di Facebook – Like, Love, Ahah, Wow, Sigh, Grrr – che specificano il semplice Mi piace finora disponibile.

Troppe, poche, inutili? Tra un mese sapremo se diventeranno di uso comune semmai insieme al petaloso inventato dal giovanissimo Matteo e sottoposto dalla maestra Margherita Aurora al giudizio dell’Accademia della Crusca.

Con i commenti che si sono moltiplicati in lungo e in largo sul web e il nome Margherita che spuntava ad ogni refresh, l’abbinamento con la pizza era inevitabile.

reaction Facebook pizza

Devono aver ricevuto la stessa sollecitazione i componenti del Social Team del Mulino Caputo che hanno offerto la loro interpretazione delle Reaction associando ad ogni stato una situazione pizza.

Like = quando è ben lievitata e maturata

Love = quando è fatta con Caputo Blu Pizzeria

Ahah = quando per sbaglio ne arriva una in più

Wow = quando esce fuori dal piatto

Sigh = quando è finita

Grr = quando arriva bruciata

Tutto chiarissimo per gli appassionati della pizza napoletana.

impasto pizza da Michele Napoli

Per chi non la conosce così bene, probabilmente farà effetto sapere che maturazione e lievitazione sono due processi diversi. Comunemente si utilizza solo lievitazione e si attribuisce solo a questa caratteristiche di bontà. Ma basterà ripassare il capitolo delle nostre Lezioni di Pizza per dissipare tutti i dubbi.

sacchi di farina Caputo

Con tutto il rosso che circonda il Love, molti si aspetterebbero un like più strutturato per la Caputo Rossa, la farina più richiesta. Ma come sanno i pizzaioli più anziani, la fama del Molino Caputo è legata alla farina del sacco Blu dedicato proprio alle pizzerie e ai pizzaioli. Come dire, al cuore non si comanda (e cercate qui il commento contemporaneo di Ezio Ponari, appassionato di pizza).

pizza margherita da michele

Se il sorriso per il piacevole errore del servizio è universale, il Wow ha una forte connotazione napoletana. La pizza che esce fuori dal piatto è quella grande come la ruota di un carretto, cioè quella che viene sfornata lungo i decumani della città in pizzerie famose come da Michele a ForcellaSorbillo ai Tribunali o alla pizzeria del Popolo a piazza Mercato.

pizza-bruciata

E se al Sigh corrisponde la pizza finita, possiamo accettare il Grr per la pizza bruciata che tanto ha fatto discutere a Napoli. Un giusto contrappasso al like della “buona lievitazione”. Perché peggio di bruciata può essere solo una pizza che non te lo dice chiaramente che si metterà sullo stomaco tutta la notte.

E voi che like sfornerete?

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui