Si aggira, tra i circuiti dell’online una versione vergognosa della carbonara: 36 secondi di ordinaria follia.

In questo video allucinante (perché solo da un’allucinazione visuo-percettiva può derivare tale sequenza) sulla preparazione della carbonara, gli errori sono così palesi da poter definire le immagini splatter.

In ogni frame se ne aggiungono di nuovi, passo dopo passo la situazione peggiora e vano è l’impegno dell’operatore (e dalla melodia di sottofondo) per accattivare l’utente.

Non ci credete? Se non avete ancora avviato il video, seguiteci.

carbonara video ricetta Barilla

Le one pot pasta à la carbonara : une recette onctueuse et délicieuse, en partenariat avec Barilla !

È il titolo del video che Barilla ha avrebbe realizzato in collaborazione con il sito francese Demotivateur Food che a me suona come la pietra tombale su qualsiasi desiderio di cibo.

Qui c’è una carbonara da fare mettendo tutti gli ingredienti in un sol colpo in pentola: cipolla, pancetta, farfalle, acqua.

Tutto insieme e da cucinare sulla fiamma bassa per 15 minuti.

Una volta (s)cotta la pasta, si aggiunge la crème fraîche, il pepe, si mescola si mette nel piatto quello che assomiglia sempre più a farfalle con il salmone e si dà il colpo di grazia: un bel tuorlo d’uovo crudo, le scaglie di parmigiano e il prezzemolo.

BON APPETIT.

Buon appetito?

carbonara ricetta video Barilla

È vero che l’articolo vuole ricordare che la nuova tendenza del tutto in pentola inventata dalla blogger americana Martha Stewart va forte perché fa risparmiare tempo (ricordatemi quanto tempo ci vuole per fare una carbonara a mestiere).

Ed è anche vero che “questo piatto delizioso (dice proprio così, ndr) di farfalle Barilla è una ricetta di pasta alla carbonara rivisitata”, ma io vi chiedo e mi chiedo se è possibile che il Made in Italy sponsorizzi, cioè paghi, per queste ricette?

carbonara con maggiorana di paolo parisi

Con tutte le diversamente carbonare era il caso di aprire la sezione orribilmente carbonare?

Confrontatela con la ricetta ufficiale degli spaghetti alla carbonara dell’Accademia Barilla e sappiateci dire.

[Aggiornamento ore 13:15: sulla pagina Facebook Sai cosa Mangi? dove è stato rilanciato il video di Demotivateur è intervenuta Barilla che ha smentito la sua partecipazione.

Seguiteci su Sai cosa mangi?5 minuti di silenzio per la morte della carbonara in Francia.Vi prego, perdonateli perché non sanno cosa stanno facendo!E voi, come la preparate?

Pubblicato da Sai cosa mangi? su Martedì 5 aprile 2016

Barilla Mon dieu! Siamo aperti a tutte le interpretazioni creative della mitica Carbonara, ma questa va decisamente oltre… désolé!

video youtube carbonara barilla

In quasi contemporanea, non sono più attivi i link al post francese ma resta il video postato su Youtube]

[Aggiornamento ore 14:50. Considerate le incomprensioni che si stanno generando per l’assenza dei link a post e video originali, ecco la sequenza in foto.

Schermata-2016-04-06-alle-09.13.05 Schermata-2016-04-06-alle-14.15.58 Schermata-2016-04-06-alle-14.16.16 Schermata-2016-04-06-alle-14.16.46 Schermata-2016-04-06-alle-14.17.01

13 Commenti

  1. Il video era commentato questa mattina in radio, e ancor più interessanti erano i comment. Sembra però (e dico sembra, lascio alla gentile Francesca l’onere di verificare) che si tratti proprio di una sorta di… scherzo diciamo.
    In effetti, anche guardando velocemente il sito demotivateur.fr si notatno titoli e testi non proprio serissimi 🙂

  2. Se quello che dice Paolo è vero, allora siete proprio dei dilettanti.
    Barilla è un azienda che non mi piace per niente ma da questo a calunniare……

  3. Sottolineo che non ho rimproveri: la “rete” non è solo luogo di informazione, ma anche di scherzi atroci.
    Proprio ieri c’era un esilarante video di finta pubblicità LIDL, e una occhiata al sito francese me lo ha richiamato alla mente. L’invito è di visitarlo, per sapere se la mia impressione è sbagliata, oppure si tratti proprio di una versione internettiana di Amici Miei 🙂

  4. Per quelli che hanno commentato finora…

    Il video non era uno scherzo, una trollata, e neppure ironico.

    Ero tra quelli che hanno commentato il video quando era ancora online sulla loro pagina fb.
    Il sito avrà anche qualche vena ironica ma l’intenzione di questo video era esattamente quella di impartire una lezione di cucina “veloce”.
    “Demotivateur” sta per “demotivare”, non “oh oh, ho fatto la battuta”. In questo caso si indicano ricette veloci a persone con scarsa voglia(demotivate) di “perdere tempo in cucina”.

    Enfin, se fosse stato veramente ironico, perchè eliminare l’articolo? Pagine come Lercio vivono di articoli basati su emerite minchiate, quindi questo da solo proverebbe a qualsiasi persona sana di mente che sta vergogna non era “ironica”…

    Inoltre tutti i commentatori di lungo corso di quella pagina, Francesi, si sono divisi tra chi non si era effettivamente reso conto della schifezza che gli proponevano e anzi si proponeva di provarlo(non temete, gli abbiamo spiegato al meglio l’orrore), e chi invece, conscio di come si cucina un qualsiasi piatto di pasta, se li è mangiati vivi quasi quanto noi italiani…

    Per quanto riguarda il “parternariato con Barilla”, il sito lo specificava apertamente NEL TITOLO, aggiungendo anche il tag al FB ufficiale di Barilla nel primo commento, postato da Demotivateur Food stesso.

    I FATTI contano più delle opinioni.

  5. certo che ha senso. se negli usa mangiano la pasta così, va fatta pubblicità così (e infatti non è uno spot per l’italia). se fai uno spot con la ricetta corretta (giusto per precisare: so benissimo che quel tipo di ricetta è orribile), magari negli usa non se la filano e hai sbagliato tutto, pur salvando la tradizione della ricetta e l’onore della cucina italiana (che non danno soldi però)

  6. Demotivateur in francese significa demoralizzante. Siamo appunto in Francia e Marta Stewart non è una food blogger, è finita qua tutto bene. Vorrei ricordare le becere versioni applicate in Italia alla Saint Honoré. Inoltre in tempi inei quali ci hanno insegnato che la pasta si può risottare e i risotti si tirano con l’acqua non inorridisco più di tanto. Unico appunto: l’uovo crudo l’avrei mescolato alla panna. Grazie.

    • Ah! Quindi per te risottare la pasta significa farla partire a freddo come se fosse un brodo unicamente in acqua? A parte questo la consistenza e i grassi della pancetta dove li prendi? Avete rotto le balle, tutti esperti di cucina, usate termini che nemmeno sapete cosa vogliono dire…

  7. Cosa non si fa pur di vendere….vergogna su di loro!
    Io non li compro da un pezzo i loro prodotti.
    Certo che quel popolo, mangiando in quel modo che manco il mio cane accetterebbe di mangiare quelle schifezze, e´ proprio messo male….

  8. Mi ritrovo con tutti i commenti che, pur esprimendo opinioni diverse, contestano il post da vari punti di vista.
    .
    Riprendendo il bel commento di Rosita G io da tempo cuocio pasta e riso secondo un mio personale metodo che prevede pochissima acqua: è una specie di metodo pilaf.
    Che, attenzione, è diverso dalla risottatura della pasta (e, chiaramente, dalla mantecatura: lo inserisco soltanto perché si confonde con la risottatura).
    I risultati sono ottimi(non si può applicare bene a tutti i tipi di pasta)
    .
    Quando comunichiamo(parliamo, scriviamo ecc…)c’è sempre un’intenzione ed uno scopo.
    A volte è esplicito e chiaro ed è facilmente comprensibile da parte del ricevente il messaggio(chi ascolta, chi legge ecc..)
    A volte non è esplicito e bisogna fare uno sforzo di comprensione.
    .
    Ora, non è la prima volta che la Barilla(come la Ferrero-Nutella) viene attaccata dai blog.
    .
    PS
    Perché lo scopo del post è sp.ttanare la Barilla.
    E la Barilla non c’entra niente con la ricetta.

  9. Aggiungo che uso una pasta di semola non della Barilla ma di un pastificio del Sud, nel senso che la fanno in uno stabilimento che personalmente conosco e che non si trova in Turchia.
    Tra l’altro costa meno della Barilla.
    Ah, qualcuno storce il naso.
    E allora Perbellini?
    A 22 euro ci prende per c…?

  10. Mes chers amis Italiens,

    Ne le prenez pas mal, car les Français amateurs de bonne cuisine sont également très surpris de voir une telle recette.

    Cela nous à fait beaucoup rire en tous les cas de voir une telle réaction en Italie, car ce site internet ne représente que lui-même et il s’agissait de simplement faire une recette de pâtes dans une seule casserole, le tout pour un célibataire.

    Je reconnais que je ne la mangerai pas !

    Bien à vous mes amis,

    Cari amici Italiani,

    Non fraintendetemi, come i fan della buona cucina francese sono anche molto sorpreso di vedere un tale ricetta.

    Ci ha fatto ridere un sacco in tutti i casi per vedere una reazione in Italia perché questo sito rappresenta solo se stesso e che stava solo facendo una ricetta di pasta in una padella, il tutto per un celibe .

    Riconosco che non mangio !

    Cordiali saluti miei amici,

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui