trapani

Voglia di mare e vacanza. Voglia di viaggi in una delle nostre mete preferite: la Sicilia.

Vi suggeriamo di approfondire la conoscenza di quel tratto di mare tra Palermo e Trapani che incastona la perla della Riserva dello Zingaro.

In 5 indirizzi imperdibili, ecco il percorso che inizia subito all’arrivo a Palermo e termina nel centro storico di Trapani.

Da lì potrete anche spingervi a Favignana oppure intraprendere il periplo dell’isola alla scoperta dei migliori cannoli siciliani.

Non perdete tempo e seguiteci in questo viaggio breve ma intenso.

1. Palermo

ferro-di-cavallo

Per chi gira nelle città alla ricerca di scoperte gastronomiche Palermo si rivela una fonte inesauribile di stimoli.

Dopo la visita tra le urla melodiose e gli intensi odori dei mercati della Vuccirìa, Ballarò e il Mercato del Capo, una tappa d’obbligo è l’osteria Ferro di Cavallo sosta ideale per rimanere in contatto con quanto vissuto tra tradizione e popolarità di una città che ci piace definire particolare ed estrema. Da provare le polpette di sarde, piatto tipico di questa cucina che è lì dal 1944.

Osteria Ferro di Cavallo. Via Venezia, 20. Palermo. Tel. +39 091 331835

2. Spiaggia di Guidaloca

antipasto-di-mare_guidaloca

Scendendo giù da Castellammare verso la Riserva dello Zingaro vi troverete d’improvviso davanti ad una bellissima baia, colorata da un’acqua cristallina e da una spiaggia brillante di ciottoli bianchi.

Lì troverete tre chiringuiti o baracchine dove tra un tuffo e l’ altro potrete degustare i tipici sapori dei piatti locali.

Noi abbiamo scelto lido Torre di Guidaloca: vi consigliamo di assaggiare l’antipasto della casa, un percorso tra i piatti della tradizione come le sarde sotto sale e beccafico, caponata, insalata di polpo, pomodorini secchi ed un classico cocktail di gamberi da leccarsi i baffi.

Torre di Guidaloca. Scopello, 91014. Castellammare del Golfo (Trapani). Tel. +39 0924 541262

3. Riserva dello Zingaro

riserva dello zingaro

Se attraversate la Sicilia dell’ovest non potete perdervi la Riserva dello Zingaro, un’area incontaminata e naturale. Qua potrete saziare la vostra voglia di camminare a stretto contatto con la natura. 7 km di sentiero vi porteranno tra le baie più belle ed esclusive che l’intera isola possa regalare.

scopello

Qui non ci sono punti di ristoro, allora, prima di arrivare vi consigliamo una sosta nella splendida Scopello, elegante villaggio di poche case dove troverete di assaggiare i prodotti dell’unica alimentari del paese, gestita da Peppe, simpatico e innamorato del suo lavoro.

Chiedete dei suoi panini a base di tonno rosso affumicato, pomodoro, origano e una spruzzatina di limone e mangiateli alla fine del lungo percorso attraverso la Riserva, sarà il momento più piacevole della giornata.

Riserva Naturale dello Zingaro. Ingresso Nord San Vito Lo Capo. Tel. +39 0924 35093

4. San Vito Lo Capo

san-vito-lo-capo-spiaggia

Al Caffè Pino di San Vito Lo Capo, tutte le specialità della Sicilia in un bancone: cassate, cannoli, granite e fantastici arancini potranno essere il giusto spuntino dopo una giornata passata a sole caldo della bellissima spiaggia che avvolge l’intera località turistica, nota ai gourmet per il celebre cous cous festival che ogni anno, di settembre, convoglia migliaia di persone su questa parte occidentale della Sicilia.

Bar Pasticceria Caffè Pino. Via Savoia, 24. San Vito Lo Capo Sicilia. Tel. +39 3923580791

5. Trapani

pesce-spada-cantina-siciliana

Il centro storico di Trapani è come un’elegante signora conscia della sua eleganza e della sua bellezza. Mura imponenti che giocano del contrasto con la modernità dei locali.

Noi però ci siamo affidati ad un classico ed abbiamo scelto la cucina della Cantina Siciliana, trattoria un po’ nascosta che offre succulenti piatti di tonnara: assaggiate le buonissime busiate con uova di tonno e mandorle e i gamberi rossi di Mazara del Vallo, oltre che un importante selezione di vini prettamente siciliani.

Cantina Siciliana. Via Giudecca, 36. Trapani. Tel. +39 0923 28673

Altro da suggerire in questo spicchio di terra baciata dal sole)

[Immagini: EgnewsIl bastione duca d’aosta ]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui