Milano. A’ Riccione, ristorante di pesce che ha molto deluso

Ristorante A' Riccione Milano

Mi sarebbe piaciuto che il titolo di questo articolo fosse stato “A’ Riccione che soddisfazione” – ma, con tutta evidenza, qualcosa è andata storta per la nostra squadra alla ricerca dei migliori ristoranti di pesce a Milano.

A’Riccione – “dal 1955 il ristorante di pesce dei milanesi”, ma aperto dal 1926 – è davvero un tradizionale punto di riferimento per Milano, non foss’altro che per la lunga storia.

Il nome “Riccione” è dovuto al fatto che la gestione era in mano a una famiglia di ristoratori romagnoli (e da quella riviera arriva il pesce), che ne hanno portato il nome addirittura in Giappone (ma che hanno aperto anche il Club44 e Giannino); ora è passata nelle mani dei fratelli Dante e Giuseppe Di Paolo, abruzzesi (che a loro volta hanno aperto il Riccione Bistrot in via Procaccini sempre a Milano).

Ci devo essere stato nel secolo scorso, A’Riccione: ed entrando ho avuto la netta impressione di un salto nel passato.

Bello, elegante ma non troppo, un po’ troppo “vecchio”, un po’ anni Ottanta: non so a quando risalga il tutto, e non pretendo sicuramente muri scrostati, tubazioni a vista, sedie spaiate e così via – ma l’impatto è stato quello. Non fastidioso, non negativo però mi ha un po’ deluso. Che poi, per carità – era pieno, e la clientela (peraltro anch’essa abbastanza anni Ottanta) gradiva assolutamente ma non credo meriti un posto nella sullinkata classifica dei migliori ristoranti di pesce a Milano.

Ma veniamo al dunque, come si mangia?

Il pesce in sé è indubbiamente fresco e sicuramente buono. I singoli piatti, un po’ meno.

ostriche riccione milano

Niente da dire sulle ostriche, Cancale, molto fresche, e molto buone (24 €).

Come antipasto ho assaggiato il gran misto gratinato al profumo di erbe (15 €): poco profumo e tutto un po’ troppo cotto. Le cozze potevano andare, i cannolicchi gommosi, la capasanta un po’ sfatta, l’ostrica ingiustificabile.

catalana riccione milano

Molto meglio la mini catalana con astice, scampi, gamberi, sedano, cipolla di Tropea e pomodorini datterini (16 €) – anche perché i vari crostacei si sentivano, e bene.

riccione milano spaghetti

Mi sono piaciuti invece gli spaghetti alle acciughe fresche alla ‘siciliana’ con pane grattugiato e bottarga di tonno (15 €), molto buoni.

spaghetti con le vongole

Anonimi gli spaghetti con le vongole: niente che mi desse particolare godimento, diciamo.

a riccione frittura pesce milano

Il Gran piatto di fritto misto era abbastanza buono. Buone le verdurine, buoni pesci e quant’altro: ma niente di memorabile.

Bene il servizio, per carità – ma solo bene.

Le 462 recensioni di TripAdvisor lo collocano al 191° posto su 6149 ristoranti milanesi. Avrò avuto una serata storta.

C’è qualcuno che vuole spezzare una lancia forchetta a favore del ristorante A’Riccione e farci ricredere?

A’ Riccione. Via Torquato Taramelli, 70. Milano. Tel. +39 02 683807



6 commenti su “Milano. A’ Riccione, ristorante di pesce che ha molto deluso

  1. Assolutamente No..non ci provo neanche a farvi ricredere..il luvelli di A Riccione negli ultimi anni è andato via via calando ed i prezzi via via alzando. Jna tappa gourmet che nn mi sento di consigluare oggi.

  2. io non conosco questo ristorante ma questo post mi sembra l’opinione personale poco precisa di un chiunque possa scrivere su tripadvisor

  3. Partendo dal commento di Mari, dico la mia.
    .
    1
    Mari, superficialmente, critica la recensione ma l’attacco più profondo è, secondo me, a Tripadvisor: al suo sistema di valutazione…affidato a “gente “comune”
    verso cui non nutre nessuna stima e fiducia.
    2
    Il contrario di quello che penso io di T, strumento utile che 1 leggo sempre con “spirito critico” e che 2 integro con altre fonti d’informazioni.
    3
    C’è, invece un’altra relazione interessante tra il post e Tripadvisor:
    il post è uno dei rari casi di critica negativa di un locale. Mi spiego meglio.
    Generalmente i food blog hanno dei precisi NEMICI(?) che periodicamente attaccano, demonizzandoli.
    Ed hanno poi dei precisi AMICI(?) che ossessivamente esaltano.
    In questo MANICHEISMO s’infrange quella che dovrebbe essere una “critica enogastronomica seria”…al servizio del cliente-consumatore
    (e non del marketing)
    4
    Dicevo della NOVITA’ del post >(critica negativa ma poi non eccessiva) del post. Che io valuto come un fatto positivo(v punto 3)
    E’ soltanto una piccola parentesi fuori del solito manicheismo?(v. punto 3)
    Siamo ad una svolta? Nel modo di recensire dei food blog?
    5
    E non dimentichiamoci che, nel post sulla nuova pizzeria AM di Emanuele B, si parlò di svolta storica perché si concordava con la classifica di T di Milano.
    Cioè, per la priva volta T non veniva attaccata mentre sappiamo che da sempre T è nella Top Ten dei Nemici dei FB(v punto 3)

  4. TripAdvisor è inaffidabile proprio per il suo sistema di valutazione e per la mancanza di “pesi”: se a una panineria do 5 palline, a uno stellato quante ne dovrei dare, 20?

    • “Anonimi gli spaghetti con le vongole: niente che mi desse particolare godimento, diciamo.” cit. Troviamo le differenze tra guida Michelin, gambero rosso, zomato, ta, ecc e blasonati food Blogger.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.