Spremiamo Palermo

In giro per Palermo a cercare la Fontana Pretoria con l’occhio attento a qualche novità mangereccia.

Fa caldo e la voglia di freschezza è dirompente. Spunta un’insegna che sembra pronta a rinfrescarti.

SpremiAmO, sottotitolo succo vivo di Sicilia.

Non so perché non ispira troppa fiducia ma solletica la curiosità. Sarà il layout da supermarket.

menu SpremiAmO Palermo

Il menu in lavagna dichiara cose naturali e prezzi da hard discount: combinazione magica.

La granita di limone 100% è aspra e buonissima. Nemmeno fotografata per questa prevenzione. Mea culpa. 2 € spesi benissimo.

Limiunata SpremiAmO Palermo

Assaggiare altro è un imperativo.

Guardo il menu e scelgo la limiunata, non voglio mixare sapori. Bella, potente e dissetante senza tracce di zucchero che coprissero il limone. La bevo fuori perché in tre nel piccolo negozietto è già ressa.

aranciata SpremiAmo Palermo

Il limone chiama arancia. La spremuta in boccetta è bella da vedere ed è altrettanto buona. Più dolce rispetto alla limiunata ma gradevole e per niente stucchevole. La bocca non si impasta per troppo zucchero.

confetture SpremiAmO Palermo

È il momento dello shopping. Vincenzo Carrisi ci guida tra gli scaffali delle confetture: assaggio rum e fichi (strepitoso), ginepro nero (particolarissima), mandarini (non mi seducono ma nel gruppo c’è chi apprezza e mette nello zaino), arance con buccia.

marmellata arancia amara Agricola Rossa Sicilia

Spettacolare, senza pectina, un’altra spremuta di Sicilia vera. Scelgo questa, 8 €.

macedonia SpremiAmO Palermo

È il momento dei saluti e Carrisi ci indirizza alla chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio. Non prima di averci regalato un paio di macedonie street food.

E un consiglio: andate da Maria Grammatico, a Erice. Che dite, lo seguiamo?

SpremiAmO. Via Maqueda, 264, Palermo. Tel. +39 091.6115050

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui