Napoli. In 200 a mangiare la pizza fritta di Zia Esterina Sorbillo per festeggiare l’unione civile

Tempo di lettura: 1 minuto

pizza-fritta-sorbillo-zia-esterina-unione-civile-napoli-6

Alessandro e Vincenzo oggi sposi. Un matrimonio con la Pizza‼

Se avevate pensato a un pranzo di nozze in pizzeria andate oltre. Non si sta seduti a tavola ma in strada a via dei Tribunali con una bella pizza fritta.

Lo annuncia il super mediatico pizzaiolo Gino Sorbillo che ha fatto da “testimone” al nuovo rito della pizza nunziale.

pizza-fritta-sorbillo-zia-esterina-unione-civile-napoli-2

Ecco gli sposi del matrimonio civile con i festeggiamenti ufficiali da Zia Esterina Sorbillo Antica Pizza Fritta 1935. Si chiamano Alessandro Lallai e Vincenzo Fullone ed assieme ad altri amici gestiscono uno spazio culturale e culinario (cucina italiana) in Giordania aperto dopo essersi appassionati alla vita e la causa palestinese. I due ragazzi si sono conosciuti in Italia(uno è calabrese e l’altro romano) mentre frequentavano il seminario ed erano prossimi a diventare preti.
Oggi hanno festeggiato la loro unione (con De Magistris) con una passeggiata da piazza Municipio fino a via dei Tribunali, dove con tutti gli invitati (circa 200) hanno mangiato la pizza fritta da Zia Esterina.

Da oggi, ha spiegato Gino, lanciamo l’iniziativa “Matrimonio con la Pizza Fritta e a Portafoglio da Sorbillo” per poter ripetere giornate così intense ed indimenticabili.

pizza-fritta-sorbillo-zia-esterina-unione-civile-napoli-14

Siete ancora dell’avviso che il pranzo di nozze si possa celebrare solo al ristorante?

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui