mare-culturale-urbano_festa_ph-luca-chiaudano

Diciamolo subito: è impossibile anche solo offrire una vaga selezione di tutto quello che si può mangiare assaggiare degustare in questa settimana.

Se poi agli appuntamenti “normali” aggiungiamo quelli dedicati a noi “addetti ai lavori”, potremmo vendere la cucina di casa, anzi la casa tutta intera: potremmo tranquillamente dormire drappeggiati a un tendaggio in uno qualsiasi dei luoghi deputati al mangia-mangia generale…

1. Cenare con gli chef a Villa Torretta o Cucina Noir all’Osteria del Biliardo il 1° dicembre

chefexperience-villatorretta

Questa sera al Grand Hotel Villa Torretta cena di degustazione targata MGallery by Sofitel, realizzata a cura dell’associazione JRE – Jeunes Restaurateurs d’Europe. Pietro Leemann chef stellato del Joia di Milano, lo chef francese Kevin Giliams da L’Aigle D’or e Angelo Nasta Resident Chef del Vico della Torretta, saranno i protagonisti di questa esclusiva staffetta di gusto. Per esaltare il sapore più autentico delle creazioni culinarie proposte, ciascuna delle sei portate del menù verrà presentata in abbinamento ad una diversa varietà di champagne Pommery.

Grand Hotel Villa Torretta. Via Milanese, 1. Sesto San Giovanni.

cucinanoir-ben-pastor

Ben Pastor presenta il suo ultimo romanzo, I piccoli fuochi, edito da Sellerio: un noir ambientato in Francia, nell’autunno del 1940, nella Parigi occupata dalle truppe tedesche.

Ultima Cena Calibro Noir di questo 2016, all’Osteria del Biliardo: Acciughe con salsa verde  e crostoni, Paccheri con ragù di salsiccia, Strudel di broccoli e patate con crema di taleggio,
Cheesecake con crema al caffè, Vino e Amaro Toccasana.

Osteria del Biliardo. Via Cialdini, 107.

2. Artigiano in Fiera o Festa delle Birrette dal 2 dicembre

artigianoinfiera

Inizia oggi Artigiano in Fiera: fino all’11 dicembre l’occasione di acquistare, vedere e toccare prodotti artigianali provenienti da tutto il mondo, unici, originali e di primissima qualità, introvabili altrove. Ma non solo: potrai assistere a eventi musicali, performance di danza, corsi di cucina e provare il meglio della ristorazione internazionale per un giro del mondo in soli 9 giorni!

birrettespine_mareculturaleurbano_ph-luca-chiaudano

La seconda edizi0ne del Festival delle birrette, organizzato da mare culturale urbano e Foodpartners, da stasera al 4 dicembre negli spazi di via Gabetti. Produttori di birra artigianale d’eccellenza, musica dal vivo, buon cibo (anche dalla Guinea!) e un focus sull’autoproduzione: a mare culturale urbano la cultura della craft beer incrocia il gusto di sapori e sonorità locali ed esotici, con una speciale anticipazione giovedì 1 dicembre grazie al Mercato mangereccio e alla rassegna Raster (sul palco Klune e Elk).
Mare culturale urbano. Via G. Gabetti, 15. Tel. +39 02 890 58306.

3. I giorni del cioccolato da Bertamè, 3 dicembre

giorni-cioccolato-bertame

Continuano le giornate dedicate al cioccolato allo spazio Bertamè, dal 2 al 4 dicembre: quattro giorni di incontri, corsi, conferenze per tutti i gusti: dai blogger, ai bambini golosi, ai genitori curiosi, agli aspiranti pasticceri.

Bertamè. Via Lomonaco, 13/15.

4. I migliori vini di Luca Maroni il 4 dicembre

migliori-vini-2016-maroni

Si conclude oggi I migliori vini italiani , manifestazione curata da Luca Maroni iniziata venerdì 2: assaggi, degustazioni guidate, incontri.

Magna Pars Events Space. Via Tortona, 15.

5. Degustazione di Barolo Bussia 2006 al Bicerìn il 5 dicembre

bicerin-milano-interni

Ogni primo lunedì del mese al Bicerìn Milano è dedicato al Wine Sharing: per una sola ora, dalle 20 alle 21, viene offerta la possibilità di degustare un calice di Barolo 2006, ottenuto da una selezione di uve prodotte da nobili ceppi di vigneti in Monforte d’Alba, nella pregiata area della Bussia della cantina Parusso. Due tavolini, 12 posti in tutto, rigorosamente su prenotazione, insieme a Silvia Amoni, Lorenzo Viola e Alberto Gugliada, i tre padroni di casa di Bicerìn Milano che accompagnano gli ospiti nell’esperienza del particolare vino.

Bicerìn Milano. Via Panfilo Castaldi, 24. Tel. 02 8425 8410.

6. Sushi Day: cena a 8 mani il 6 dicembre

sushi-day

Una cena di otto portate, sviluppata secondo le tradizioni della cucina kaiseki, preparata “a otto mani” nelle cucine del ristorante Finger’s Garden. Si seguirà la sequenza delle portate di un classico pasto elegante giapponese: lo storico hako sushi sarà preparato dall’itamae del ristorante Poporoya, che cucinerà anche una zuppa di chiusura di tradizione antica; lo chef del ristorante Osaka proporrà invece il sushi “classico”, ma in un chirashi tutto vegetale in omaggio alla stagione, e utilizzerà il pesce per una preparazione calda, per ampliare la visione occidentale di un sushi troppo standardizzato; i padroni di casa di Finger’s Garden incastoneranno il loro sushi creativo nella sequenza tradizionale delle portate con un carpaccio ed un sashimi contemporanei; la chef Higuma incornicerà il tutto aprendo la serata con una coppia di delicati antipastini tradizionali e chiudendola con un dolce giapponese creativo, il tutto rigorosamente legato alla stagione.

Finger’s Garden. Tel. +39 02606544.

7. Mangiare dopo Madama Butterfly alla Scala il 7 dicembre

madamabutterfluy-scala2016

La stagione scaligera si apre stasera, Sant’Ambrogio, come da tradizione, con Madama Butterfly di Giacomo Puccini: e come celebrare l’inaugurazione se non con una cena d’autore?

risogallo-madama-butterfly-maurizio-riva

La classica cena del dopo-prima alla Società del Giardino curata dall’executive chef di Cafè Scala, Maurizio Riva, prevede crostini di polenta e cacciagione, neccetti di farina di castagne e guanciale affumicato, tartellette vegetariane, crema di fagioli, pappa al pomodoro, risotto Madama Butterfly (Riso gallo Gran Riserva, luccioperca, cavolo nero, mirtilli), mdaglioni di faraona con tartufo nero di Norcia, marrani di Marradi, funghi di migliarino e purea di zucca; sformatino di panettone con gelatina al mandarino, su lago di cioccolato, e crema di mascarpone con ali di violetta croccante e petali di crisantemo.

Vi sembra troppo?

madama-butterfly

Lo chef Roberto Conti del Ristorante Trussardi alla Scala ha dedicato un menù alla passione per l’arte culinaria di Puccini: a sfilare nello spazio gourmet del Levriero saranno “Millefoglie di foie-gras con nocciole e parmigiano”, “Gambero rosso di Mazara del Vallo, topinambur e vaniglia”, “Gnocchi di patata alla griglia, fonduta d’alpeggio e pera kaiser”, “Astice al burro di crostacei con bisque, carota bianca e carciofo”,  “Manzetta piemontese al barbecue, patata , cardo gobbo e cioccolato” e, per dessert, “Montebianco Trussardi” annaffiati da Cuvée Dom Pérignon Rosé 2004 Moët & Chandon, N.P.U. 2003 Bruno Paillard e  Franciacorta Cuvée Annamaria Clementi 2007 Ca’ del Bosco.

Il Ristorante Trussardi alla Scala. Piazza della Scala. Tel. +39 0280688201.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui