Una pizza automatica realizzata da un robot. Non accade in Giappone o negli Stati Uniti ma a Napoli, all’Università Federico II dove i ricercatori sono convinti che un automa potrà cambiare il modo di lavorare imparando dagli umani che diventano una sorta di avatar per insegnare alle macchine come fare un lavoro.

E sono partiti dall’assunto che se un robot imparerà a fare la pizza che necessita di tanta destrezza, potrà svolgere qualsiasi mansione manuale.

Ed eccolo il servizio della Gabbia che è andata a curiosare nel laboratorio di robotica per vedere a che punto è il lavoro di Vincenzo Lippiello.

A insegnare i movimenti della stesura c’è Enzo Coccia armato di guanti e di fascia che trasmettono al robot pizzaiolo i movimenti. L’idea è fare apprendere con il tempo i movimenti giusti. Il robot pizzaiolo che potrebbe far scomparire dal banco e dal forno lo stesso Enzo Coccia ha tempo fino al 2018 per imparare la stesura perfetta.

L’inviata della Gabbia sente un’altra campana e va da Gino Sorbillo dove si consumano file di 2 ore per assaggiare la pizza.

Riuscirà il robot made in Napoli a sostituire Gino Sorbillo e gli altri pizzaioli partenopei sfornando fino a 2.000 pizze al giorno?

No, spiega il Sorbillo nazionale perché ogni pizza è diversa dalle altre e ci vuole l’anima per farla al meglio. E al robot manca proprio quella.

Sfida accettata e tutti curiosi di andare nella prima pizzeria napoletana con un avatar a stendere e infornare pizze napoletane?

4 Commenti

  1. Io penso che non sia impossibile automatizzare molte fasi della produzione di una pizza.
    Ormai i robot fanno operazioni chirurgiche, figuriamoci se non si possa arrivare a fare una pizza.
    .
    Quello che mi stupisce è che un pizzaiolo come Sorbillo debba stare un giorno si e uno no sui media.
    Quello che mi stupisce è che il blog su 365 giorni parla 634 volte di Sorbillo(perché in certi giorni si parla 20 volte di Sorbillo)
    Quello che mi stupisce è che la gente “crede” che le pizze le faccia Sorbillo…con le sue mani.
    Quello che mi stupisce è che con la ruffianeria mediatica un pizzaiolo diventi miliardario.
    Quello che mi stupisce è che a Napoli stanno distruggendo la tradizione della pizza napoletana classica … e tutti sono contenti.
    Quello che mi stupisce è che la PIZZA non è più un CIBO POPOLARE… e tutti sono contenti.
    Quello che mi stupisce è che l’UNESCO ha perso lo SCOPO per cui era nata e si è trasformata… in uno STRUMENTO DEL MARKETING.
    .
    Non mi fanno paura i ROBOT.
    .
    Ma la MASSA che si fa MANIPOLARE dai Mass MEDIA e dai food blog.

  2. @lorenzo È singolare che da una parte tu sia possibilista sull’automazione della pizza e dall’altra dichiari che Sorbillo non fa lui le pizze (quando osserva più o meno i turni di un “normale” lavoratore di una pizzeria).

    Sulla presenza di Sorbillo sui media, in questo caso la notizia è il robot pizzaiolo. Se la giornalista della Gabbia ha deciso di andare da Sorbillo anziché da uno degli altri pizzaioli dei Tribunali avrà le sue buone ragioni. Sarà più bravo mediaticamente, ma il servizio non è a tavola: è un servizio televisivo….

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui