Roma. Sequestrato il ristorante Assunta Madre per riciclaggio

Notizie

Il ristorante di pesce Assunta Madre, in via Giulia, nel centro di Roma, è stato posto sotto sequestro per riciclaggio e sono state arrestate 7 persone tra cui il titolare, Johnny Micalusi.

L’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Roma su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, è stata eseguita dalla Squadra Mobile e dai finanzieri del Nucleo Speciale polizia valutaria di Roma.

Sono sei le persone ritenute responsabili di intestazione fittizia di beni, riciclaggio e autoriciclaggio di denaro di provenienza illecita, scrive il Messaggero che rivela i nomi.

Johnny Micalusi (titolare del ristorante)
Francesco Micalusi
Lorenzo Micalusi
Vito Francesco Genovese
Luciano Bozzi (commercialista)
Adriano Nicolini
Cosimo Davide Gangitano

Assunta Madre è un ristorante famoso per i piatti di pesce e per i conti altissimi, dove politici della terza Repubblica, attori, cardinali e boss cenano fianco a fianco. Il successo ottenuto gli ha permesso di aprire anche una Assunta Madre MayFair, a Bleneheim Street, a Londra: location discreta ma strategica all’incrocio tra i soldi solidi di banche e multinazionali e quelli  allegri del fashion district.

Il titolare Johnny Micalusi da Terracina, 52 anni, fu già indagato (e poi assolto) per riciclaggio nel 2014, ricorda il Messaggero.