Panettone e classifiche. Ascolese bissa la vittoria a Re Panettone e conquista Una Mole di Panettoni

È nata una nuova stella tra gli artigiani del panettone tradizionale: si chiama Fiorenzo Ascolese dell’omonimo Panificio di San Valentino Torio, in provincia di Salerno.

Il tradizionale che aveva già trionfato a Re Panettone Milano sbaraglia anche il campo a Una Mole di Panettoni, la manifestazione di Torino, e porta a casa il primo posto sopravanzando in classifica i “killer” degli anni passati Alfonso Pepe e Sal De Riso.

Un podio tutto salernitano che conferma la validità delle ricette del sud con la nuova triade che è affiancata da Vincenzo Tiri, di Acerenza in provincia di Potenza, dominatore di altre classifiche.

Insomma, il panettone tradizionale continua a parlare la lingua del Mezzogiorno d’Italia e nella categoria tradizionale non si può nemmeno parlare di “dolci a forma di panettone”, come qualcuno ha bollato il successo di nuovi pasticcieri del sud (Re Panettone Napoli è stato dominato dalla creazione della giovanissima Angela Padovano di Caserta con un panettone innovativo alla mela annurca).

I giurati di una Mole di Panettoni, una volta ispezionati tutti i lievitati in mostra, tutti rispondenti ai principi del disciplinare del 22 luglio 2005, hanno deciso all’unanimità e decretato vincitore per la categoria “tradizionale milanese” l’artigianale  Ascolese, perché il migliore per aspetto generale, forma, consistenza, aroma, cromia, farcia, alveolatura, palatabilità, acidità e retrogusto.

“Ritrovarmi alle vette delle classifiche nazionali alla mia giovane età dimostra che ci si può arrivare solo con la passione, quella che ti spinge ad usare le migliori materie prime, a fare sacrifici e anche a rischiare”, ha dichiarato Fiorenzo Ascolese dopo il ricevimento del premio. “Dal primo giorno che ho iniziato i corsi per i lievitisti ho appurato che fare il pasticciere non ha niente a che vedere con il fare dolci industriali. E così è iniziata la mia sfida a cimentarmi in creazioni artigianali dove la ricerca di ingredienti di eccellenza è, non solo fondamentale, ma determinante. Solo così può nascere un panettone morbido, profumato e dal sapore unico”.

Tanti complimenti e tanti elogi per la ricetta del panettone tradizionale Ascolese che utilizza non uvetta qualunque, ma l’uva passa di Pantelleria o quella sultanina australiana. Così i canditi, solo scorzoni d’arancia candita di Ribera DOP o cedro “diamante”.

Un doppio successo che questa nuova stella dei grandi lievitati ha deciso di festeggiare a San Valentino Torio (SA) con l’appuntamento Panettone sotto le Stelle, giovedì 17 dicembre alle ore 18 presso la sede di Panificio Ascolese in via Vetice 53.

Sarà una grande festa fra degustazioni dolci e salate, brindisi e musica, promette il neo-campione Fiorenzo Ascolese.




- lunedì, 4 dicembre 2017 | ore 20:05

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.