Cone avevamo anticipato, Vitantonio Lombardo, già stella Michelin alla Locanda Severino di Caggiano che ha lasciato a dicembre, ha una nuova casa.

Il suo nuovo ristorante si chiamerà semplicemente Vitantonio Lombardo e aprirà a piazza San Pietro.

I lavori sono già partiti e il taglio del nastro è previsto per la primavera inoltrata, a maggio.

“Voglio scrivere la mia storia nella mia terra”, spiega lo che euforico.

Sarà la carta a raccontarlo. “Si partirà con due degustazioni con i prodotti del mio territorio rivolti al passato e nel mondo guardando al futuro”.

Una cucina semplice come concetto che però alza subito l’asticella e d’altronde non potrebbe essere diversamente per uno chef la cui capacità di selezione e di trasformazione era già stata certificata dalla Guida Michelin.

Caggiano, fuori dalle principali rotte turistiche, come d’altronde Valva che ha consigliato a Cristian Torsiello di trasferire la sua Osteria Arbistico all’interno dell’hot Royal di Paestum, non ha permesso la continuazione del percorso.

Ecco come ha comunicato la sua nuova avventura in una nota Vitantonio Lombardo

Finalmente riesco a realizzare il mio Sogno!!!!!!!Posso mettermi in gioco nella mia terra, la Basilicata e soprattutto nella Magnifica MATERA. A maggio aprirò il mio ristorante ossia il Vitantonio Lombardo Ristorante. Sarà situato in una caverna Millenaria nei pressi di piazza San Pietro in via madonna delle virtù. Gli ambienti saranno curati dal noto Architetto ALESSANDRO TORTORELLI che nel rispetto assoluto del luogo creerà un ambiente essenziale senza distrazioni ove tutto sarà concentrato sulla tavola, la cucina a vista e la cantina a vista!!!!!!!

Scontato che mi seguirà il mio Maitre Sommellier Donato Adesso e alcuni elementi del mio precedente staff che verranno integrati con altri mie ragazzi adesso in giro in Italia e pronti a rientrare. Partiremo con due degustazioni: MAT…ERA e MAT…ERIA nel quale il personaggio che saranno i prodotti del nostro territorio verranno rivolti al passato e nel mondo guardando il futuro è seguendo il presente nella sua stagionalità, ed anche per questo MATERA non poteva che essere scelta migliore!!!!!!!

Non mancheranno sicuramente i nostri piatti storici come pizza in black, l’uovo nell’orto, l’interpretazione dell’anello Lucano, montecrusko ed altri che hanno segnato il nostro cammino. Mentre in cantina con una particolare attenzione sull’aglianico ci allargheremo in tutta Italia e la Francia per circa 400 etichette. NON VEDIAMO L’ORA DI RIPARTIRE…….STIAMO ARRIVANDO!!!!!!!

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui