Vi abbiamo già raccontato Gialle&Co, il ristorante della patata – al forno, baked, come si usa in Inghilterra, dove un gruppo di amici se ne è innamorato al punto di decidere di non poter vivere senza patata e ha deciso di esportarla, adattandola almeno in parte al nostro gusto italiano. Con buoni risultati.

Questo che vi proponiamo è un utilizzo della patata per San Valentino. So a cosa state pensando, amici lettori: la patata va bene sempre, in tutte le occasioni, tutto sta nel maneggiarla con cura per ricavarne una preparazione gustosa.

In questo caso, la ricetta si chiama Shrimp Valentino, anche se il nome shrimp, gamberetto, sembra evocare un ingrediente che potrebbe non essere l’ideale per una patata. Ma in realtà l’ingrediente richiesto è il gamberone, che senza dubbio può dare, in unione con la patata, maggiore soddisfazione.                                             

Per tutta la settimana di San Valentino, fino al 18 febbraio, questa patata in limited edition con emulsione di radicchio e lamponi, gamberoni, mousse di spumante e misticanza è disponibile da Gialle&Co a 11,90 €.

La patata Shrimp Valentino

Ingredienti

1 patata da 300 g
2 gamberoni
1 radicchio
80 g lamponi
1 albume
25 ml spumante
25 ml aceto
150 ml olio di semi
sale q.b.
misticanza q.b.

Procedimento

Per la patata: lavare la patata, asciugarla, ungerla con olio, salarla e infornarla a 180 gradi per 55 minuti.

Per mantenere in caldo la patata: temperatura costante che va dagli 80 ai 100 gradi.

Per l’emulsione di radicchio e lamponi: tagliare il radicchio a pezzetti, frullarlo con i lamponi, 30 ml di olio e un pizzico di sale.

Per la mousse di spumante: mettere in un contenitore alto e stretto lo spumante, l’aceto e l’uovo. Con il mixer frullare e unire l’olio a filo.

Preparazione: togliere la patata dal forno, tagliarla a metà, salarla e mantecare l’interno. Coprire con l’emulsione di radicchio, disporre i gamberoni, fare dei ciuffetti con la schiuma. Decorare infine a piacere con misticanza.