Ecco le prime immagini del nuovo Otaleg che Marco Radicioni, uno dei maestri gelatieri più amati e apprezzati di Roma, sta aprendo a Trastevere, in via di San Cosimato 14a.

Non aspettatevi però una esatta replica dello storico Otaleg di Monteverde. Il nuovo locale sarà molto diverso per diversi aspetti, a partire dall’assenza di un’insegna.

Il locale è piccolo, di soli 38 mq compreso il laboratorio, e il design, sobrio ed elegante, è curato da Ittielle & Co.

Soffitti alti con travi di legno scuro, pareti grigi, parquet chiaro al pavimento e un pannello di legno ben illuminato dietro il banco con la scritta Otaleg.

Nel laboratorio troneggia una grande macchina di gelato Carpigani. “E’ verticale, è più complicata”, dice Marco Radicioni, “e mi farà tribolare peggio di una moglie.

I gusti dei gelati saranno solo 30, esattamente la metà dell’altra gelateria, e per la preparazione di molti di essi verrà usato il latte di pascolo che cambia radicalmente il gusto.

Ci saranno le novità come frozen yogurt e grattachecca gastronomica, quindi in versione salata, ma per assaggiarla bisognerà attendere la fine del mese.

Al mastro gelatiere, che è molto legato alla cabala, sarebbe piaciuto aprire il nuovo locale il 6 giugno, esattamente 6 anni dopo il primo Otaleg in via dei Colli Portuensi, ma la burocrazia romana e i soliti ritardi  sono riusciti a sconfiggere anche l’antica dottrina esoterica.

E quindi per assaggiare il gelato di Marco Radicioni nel nuovo locale di Trastevere dovremmo aspettare qualche giorno in più.

Otaleg Trastevere. Via di San Cosimato, 14a. Roma.