Di fronte di uno dei mercati del pesce più famosi d’Italia, A’ Piscaria di Catania, affollato di gente e pieno di invitanti banchi di pesce, ricchi di proposte di frutti di mare, si trova Mm!!, una trattoria tipica siciliana.

Il nome farebbe pensare ad una esclamazione di gradimento, invece è semplicemente l’acronimo di Macelleria Marino. In effetti, in principio c’era la macelleria che con gli anni si è allargata fino a diventare una frequentatissima trattoria di pesce.

Due piccole salette, pochi tavoli, arredamento semplice con tovagliette di carta, nella semplicità più assoluta. In cucina c’è Carmelo Marino, che spesso si fa vedere anche in sala per assicurarsi che tutto vada bene e per proporre qualche assaggio in più.

E’ molto semplice anche il menu, quello giusto, basato sul pescato del giorno. Tanti crudi, pesce cucinato sulla griglia e fritto e pochi piatti di pasta. Dopo un giro al mercato mi è venuta talmente tanta fame che non vedevo l’ora di assaggiare i manicaretti di Carmelo.

Una selezione di crudi: tonno, ricciola, gamberi viola e alici marinate (20 €). Ci vuole poco per esaltare il pesce fresco: un filo di olio e qualche erbetta aromatica.

Tartare di gamberi (12 €), dolci e teneri.

Tartare di tonno (12 €), tagliata a cubettoni, una goduria pura.

Sarde a beccafico alla catanese. Un piatto del giorno, una tradizione da rispettare. Dorate e croccanti, da mangiare come le noccioline.

Arancini di riso con ragù di alici. Sapido e saporito il ragù, dove picchiare gli arancini spezzati a metà.

Parmigiana di pesce spada (9 €). Magnifica nella sua ricchezza, ma se volete assaggiare anche altro, limitatevi ad un pezzetto piccolo.

Frittura di alici, triglie e calamari (9 €). Che dire, una frittura perfetta, asciutta, croccante e saporita.

Spaghetti alle vongole con pomodoro (12 €). Piatto diverso da quello che siamo abituati a mangiare: l’acidità di pomodoro lo cambia parecchio, ma anche questa variante ha ragione di esistere.

Una fresca bollicina, piacevole e poco impegnativa, per accompagnare il pranzo. E’ Viveur, un Muller Thurgau biologico (Funaro).

Spicchi di cedro con il sale per pulire la bocca. Ho scoperto con piacere questa bella usanza catanese che mi è piaciuta molto. Il cedro è dolce e non è aspro come il limone. E rinfresca il palato che è una meraviglia.

Caffè con un piccolo cannolo, come dire di no a un bocconcino così delizioso?

100 ristoranti di mare a meno di 50 € per un’estate indimenticabile: Isole

Avete già programmi per l’estate?

Mm!! Trattoria. Via Pardo, 34. Catania. Tel +39 095 348897

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui