Un grande babà tradizionale e un grande gelato artigianale. Metteteli insieme e avrete una combo spettacolare.

Con un rito agostano che si ripete da qualche anno, Sabatino Sirica, il decano dei pasticcieri napoletani, e Enzo Crivella, pluripremiato gelatiere e Maestro d’Arte e Mestiere dell’Alma, hanno dato appuntamento agli appassionati in una due giorni a quattro mani al chiosco di Sapri.

Tema delle due serate, sfogliatella con gelato e babà con gelato.

Occasione d’oro per rinfrescarsi nel passaggio del Cilento interno lungo la strada a scorrimento veloce che ha sostituito la SS. 18 accorciando tempi di percorrenza un tempo biblici.

Ed eccoli i campioni sempre pronti a mettersi alla prova e curiosi di una curiosità che è difficile spesso trovare nei più giovani.

63 anni di attività per Sabatino Sirica, quasi 70 di chiosco per Enzo Crivella che ha mantenuto nello stesso luogo la sua attività e ha di fronte la Choccolatera, ristorante di gelato.

Per permettere di soddisfare l’assalto degli appassionati, durante l’evento il ristorante è rimasto chiuso. Ma Enzo Crivella mi ha fatto assaggiare qualche idea del suo menu in attesa del matrimonio babà – gelato.

Per iniziare, un eccezionale gelato “salato” al pistacchio con olive ammaccate presidio Slow Food e capperi. La sola tonalità del pistacchio dovrebbe farvi riflettere quando ordinate un gelato verde squillante.

Assaggiandolo non potrete fare a meno di fare la scarpetta nel “sugo”.

Il ristorante di Enzo Crivella è da provare da cima a fondo. Per ora accontentatevi dell’accompagnamento al gelato salato con un “tris” di pesce di quanto più semplice e buono potreste desiderare: polpettine di alici, tonno dei nostri mari e cipolla di Tropea, carpaccio di pesce spada. In molti posti, da un piatto del genere bisogna tenersi lontano mille miglia. Qui è un’esplosione di sapore.

Ottimamente accompagnato da un Franciacorta Saten.

E da un indimenticabile e altrettanto semplice pane, burro di Isigny e alici di Acciaroli. Semplice è come complicarsi nel ritrovare qualcosa di analogo da qualche altra parte.

Ci va il predessert prima del babà combo.

Il gelato ai fichi cilentani è buonissimo. Sa di fichi ma non per sentito dire e non è stucchevole. “È semplice e non capisco perché non siano molti a farli con 1,5 kg di fichi con tutta la buccia, 1 litro di acqua e 600 grammi di zucchero”.

Non so, forse viene più difficile da mantecare, ma posso assicurare che i gelati di Crivella a ridotto tenore di zucchero sono spettacolari.

Sabatino Sirica sta preparando i babà e al banco si è già radunata la folla.

Il momento della bagna a una temperatura di 65°C, spiega a una signora in attesa del suo turno, mi affascina sempre.

Il babà è una spugna e bisogna saperlo fare per non trovarsi tra le mani un oggetto incollato.

Enzo Crivella resta nel solco della tradizione che vuole una farcia di crema e ciliegie per la versione a tutta testa.

Gelato alla crema con visciole di Candiano.

Una capata.

Al pari del babà tradizionale.

Lo ritroverete insieme alle sfogliatelle e ai dolci partenopei con Sabatino Sirica a Notte di Stelle, l’evento di beneficenza al Castello di Lettere cui il maestro pasticciere parteciperà insieme ad altri Grandi Artigiani del Gusto.

Segnate in agenda il 9 settembre per incontrarlo insieme ai suoi straordinari dolci pronto come sempre a far battere il cuore.

E segnate l’indirizzo di Enzo Crivella a Sapri con i suoi menu Gelato di pistacchio, olive e capperi, carpaccio di gamberoni del Golfo, crudité del Golfo, cannolo cilentano con ricotta di capra, miele e arance candite; Gelato al plancton e pesce crudo; gelato alla mozzarella o al fieno e tagliere di formaggi. Cambiano di giorno in giorno e costano tra i 15 e i 20 €.

Non mancate, vi raccomando!

Gelateria Crivella. Corso Italia, 54. Sapri (Salerno). Tel. +39 338 133 0402

Pasticceria Sirica. Via Francesco Cappiello, 55. San Giorgio a Cremano (Napoli). Tel. +39 081 255 1672

Notte di Stelle. Info alla pagina

Come partecipare a Notte di Stelle 2019

PER PARTECIPARE A NOTTE DI STELLE SARÀ SUFFICIENTE EFFETTUARE
ENTRO GIOVEDÌ 5 SETTEMBRE 
UN BONIFICO BANCARIO
(donazione minima consigliata 50 € a persona; 30 € per gli Under 30)
IN FAVORE DELL’ASSOCIAZIONE SOSTENITORI OSPEDALE SANTOBONO ONLUS SUL CONTO CORRENTE BANCA PROSSIMA IBAN: IT53L0335901600100000103988,
OPPURE SU MetooO (link)
 FINO A LUNEDÌ 9 SETTEMBRE MATTINA. NELLA CAUSALE DEL BONIFICO DELLA DONAZIONE DOVRÀ ESSERE SPECIFICATO “PARTECIPAZIONE A NOTTE DI STELLE”. PER L’ACCESSO SARÀ NECESSARIO ESIBIRE LA RICEVUTA DEL BONIFICO.

Sarà anche possibile effettuare la donazione direttamente sul posto (donazione minima consigliata di 50 € a persona; 30 € per gli Under 30) al Castello di Lettere nelle mani dei volontari dell’Università delle Tradizioni che si occuperanno di girare il ricavato all’Associazione Sostenitori Ospedale Santobono.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui