[Aggiornamento] La Guida Ristoranti Espresso 2020 è stata presentata al Teatro Lirico di Firenze.

Ecco i migliori ristoranti da Nord a Sud dell’Italia.

10 ristoranti con 5 Cappelli

Sono tre le new entry nell’olimpo dell’Espresso che fanno arrivare a quota 10 i migliori ristoranti in Italia: il Seta del Mandarin di Milano con Antonio Guida, la Madonnina del Pescatore di Senigallia con Moreno Cedroni e Villa Feltrinelli di Gargnano con Stefano Baiocco.

Ecco la lista completa.

  1. Lido 84 di Gardone Riviera
  2. Casadonna Reale di Castel di Sangro
  3. Le Calandre di Rubano
  4. Madonnina del Pescatore di Senigallia (new entry)
  5. Osteria Francescana di Modena
  6. Piazza Duomo di Alba
  7. Uliassi di Senigallia
  8. Seta del Mandarin di Milano (new entry)
  9. St. Hubertus di Badia
  10. Villa Feltrinelli di Gargnano (new entry)

I 4 Cappelli

  1. Agli Amici (N)
  2. Antica Corona Reale-da Renzo
  3. Berton
  4. Bracali (N)
  5. Bro’s (N)
  6. Combal Zero (N)
  7. Contraste
  8. Danì maison
  9. Del Cambio
  10. D’o Cornaredo
  11. Duomo
  12. Hisa Franko in Slovenia
  13. Hotel Principe – Lux Lucis (N)
  14. Il Pagliaccio
  15. Krèsios
  16. La Madernassa (N)
  17. La Madia
  18. La Peca
  19. La trota dal ’63
  20. L’Argine a Vencò (N)
  21. Lume
  22. Metamorfosi (N)
  23. Taverna Estia
  24. Villa Crespi
  25. Wicky’s Wuicusine Seafood (N)

I Cappelli d’Oro

I nuovi “Cappello d’oro” sono Da Vittorio di Brusaporto e La Pergola del Rome Cavalieri a Roma

  1. Caino a Montemerano
  2. Casa Vissani a Baschi
  3. Colline Ciociare ad Acuto
  4. Da Vittorio (N)
  5. Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio
  6. Don Alfonso 1890 a Sant’Agata sui Due Golfi
  7. Enoteca Pinchiorri a Firenze
  8. Hotel Rome Cavalieri La Pergola (N)
  9. Lorenzo a Forte dei Marmi
  10. Miramonti L’altro a Concesio
  11. Romano a Viareggio
  12. San Domenico a Imola

I Tre Cappelli

Foto di Luciano Pignataro

Il pizzaiolo dell’anno

Valentino Tafuri della pizzeria 3 Voglie di Battipaglia (Salerno) è stato nominato Giovane Pizzaiolo dell’Anno.

18 agosto 2019. Oggi sono uscite le tradizionali anticipazioni della Guida dei Ristoranti de L’Espresso 2020 che sarà presentata al Teatro Lirico di Firenze il 14 ottobre.

Con qualche giorno di ritardo rispetto agli altri anni, Licia Granello su Repubblica spiega i contenuti dell’edizione che ancora una volta mette insieme anche i vini in una sorta di super classifica.

Un ritardo certificato anche dall’immagine utilizzata a corredo dell’articolo che sfoggia la copertina del 2019.

“Non sono tempi di grandi cambiamenti né di svolte epocali rispetto al fermento vivo di altre parti del mondo, mentre l’Europa mediterranea tira un po’ il fiato dopo vent’anni di spinta”, scrive il direttore nella presentazione.

Ma osterie, pizzerie, trattorie giocano rispetto all’alta cucina un campionato differente pur se ottengono ottimi risultati di categoria.

L’Italia dei ristoranti, anticipa Enzo Vizzari, ha detto addio alla cucina d’avanguardia e bisogna farsene una ragione.

Comunque vince la sostanza nel piatto e non l’apparenza. Un moto sancito dalla collaborazione con gli artigiani che lavorano a braccetto con gli chef, anzi le chef che iniziano a prendersi la passerella dopo anni di dominio maschile delle scene.

E poi c’è il problema del personale che, soprattutto in sala, affligge anche Milano, cioè a detta di Vizzari, la capitale della ristorazione in Italia.

Ed ecco i premi annunciati, mentre per conoscere i Cappelli occorrerà attendere l’autunno.

I premi della Guida Espresso 2020

Pranzo dell’Anno Lido 84, Gardone Riviera (BS)

Maître dell’Anno Thomas Piras, Contraste, Milano

Alessandra Del Favero

Cuoca dell’Anno Alessandra Del Favero, Aga, San Vito di Cadore (BL)

Giovane dell’Anno Paolo Griffa, Petit Royal del G.H. Royal e Golf, Courmayeur

Innovazione in Cucina Inkiostro, Terry Giacomello, Parma

Alla Carriera Tonino Mellino, Quattro Passi, Nerano (NA)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui