Patate e cozze è un magico mix. Abbinare i due ingredienti al pacchero, il re della pasta, è una combinazione esplosiva.

Antonio Sorrentino utilizza il formato di pasta più gettonato al mondo per la capacità di saziare visivamente e accogliere condimenti di grande qualità. La pasta con patate e cozze è un primo saporito, ideale da servire anche come piatto unico.

“La ricetta dei paccheri ripieni di cozze, patata e bufala su acqua di pomodoro, clorofilla di basilico e rucola racchiude il gusto deciso e sapido delle cozze e il sapore più leggero delle patate accompagnati da due prodotti eccezionali come il pomodoro e la mozzarella”, spiega Sorrentino.

“Il segreto per rendere la pasta ancora più sugosa e appetitosa è utilizzare l’acqua delle cozze per tutta la preparazione”.

Una ricetta da rifare a casa o da assaggiare a Notte di Stelle, la manifestazione di beneficenza ideata da Scatti di Gusto per sostenere il progetto Sogni d’Oro dell’ospedale per bambini Santobono di Napoli.

Alla fine dell’articolo trovate tutte le notizie per partecipare, ma ora mano alle padelle!

La ricetta dei paccheri con patate e cozze

Difficoltà: media
Tempo di preparazione: 1 giorno e 1 ora

Ingredienti (per 4 persone)

12 paccheri

Acqua di pomodoro base

1 kg pomodorini di collina
1 Cipolla ramata
Basilico
Sale marino
Xantan

Procedimento

Tagliare i pomodori a meta cospargerli di sale e metterli in un colapasta appoggiato su una bowl. In modo da raccogliere l’acqua tenere in frigo per una notte

Il giorno seguente premere con le mani i pomodori nel colapasta per far uscire anche un po’ di polpa. Nel liquido e polpa ricavato mettere in infusione la cipolla ed il basilico per almeno 4 5 ore. Passare allo chinoise. Poi addensarla.

Fonduta di bufala

250 g di mozzarella di bufala
30 g panna
30 g di Parmigiano Reggiano
5 g di maizena

Procedimento

Premere ben bene la mozzarella fino a ricavare tutta la parte liquida.

Aggiungere il pecorino, 15 g di acqua fredda e la maizena disciolta in un pò di acqua fredda

Porre sul fuoco fino a bollore, aggiungere la panna e passare allo chinoise.

Clorofilla al basilico

75 g di rucola
40 g di basilico
Buccia di limone
2 g di Xantan

Sbollentare la rucola e il basilico  metterle in un mix e frullare aggiungendo la buccia di limone. Passarla allo chinoise  aggiustare di sale aggiungere lo xantan frullare brevemente fino ad ottenere un gel.

Per il ripieno

600 g cozze
300 g patate
Basilico
Sale
Pepe
5 g di maizena

Procedimento

Sbucciare le patate, lavarle e tagliarle a cubetti di circa un centimetro di lato.

Saltarle in padella con metà dell’olio, fino a quando non saranno morbide ma consistenti. Salarle e tenerle in caldo. 

In un’altra padella rosolare l’aglio nel resto dell’olio, toglierlo quando si sarà insaporito, aggiungere del basilico tritato e poi le cozze ben lavate.

Far aprire le cozze a fiamma vivace, sgusciarle e rimettere i molluschi nella padella assieme al liquido filtrato. 

Aggiungere le patate e lasciare insaporire per qualche minuto. Poi aggiungere un pò di fonduta e addensare con maizena se necessario. Lasciar raffreddare.

Nel frattempo sbollentare i paccheri in acqua e sale. 

Tenerli con cottura quasi ultimata, colarli e raffreddarli staccati tra loro in un contenitore: olearli leggermente.

Farcire i paccheri mettendo la farcia in un sac à poche

Impiattamento

Su fiamma delicata preparare una padella con un filo di olio evo e un dito d’acqua delle cozze in cui porre i paccheri ripieni.

Farli insaporire e riscaldare bene. In un piatto leggermente fondo disporre una base di acqua di pomodoro. Adagiare al centro i paccheri, guarnire con una cozza sgusciata, la clorofilla basilico e fonduta di pecorino.

Venite a Notte di Stelle 2019

PER PARTECIPARE A NOTTE DI STELLE SARÀ SUFFICIENTE EFFETTUARE
ENTRO GIOVEDÌ 5 SETTEMBRE 
UN BONIFICO BANCARIO
(donazione minima consigliata 50 € a persona; 30 € per gli Under 30)
IN FAVORE DELL’ASSOCIAZIONE SOSTENITORI OSPEDALE SANTOBONO ONLUS SUL CONTO CORRENTE BANCA PROSSIMA IBAN: IT53L0335901600100000103988,
OPPURE SU MetooO (link)
 FINO A LUNEDÌ 9 SETTEMBRE MATTINA. NELLA CAUSALE DEL BONIFICO DELLA DONAZIONE DOVRÀ ESSERE SPECIFICATO “PARTECIPAZIONE A NOTTE DI STELLE”. PER L’ACCESSO SARÀ NECESSARIO ESIBIRE LA RICEVUTA DEL BONIFICO.

Sarà anche possibile effettuare la donazione direttamente sul posto (donazione minima consigliata di 50 € a persona; 30 € per gli Under 30) al Castello di Lettere nelle mani dei volontari dell’Università delle Tradizioni che si occuperanno di girare il ricavato all’Associazione Sostenitori Ospedale Santobono.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui