Settembre è il mese ideale per un giro in Costiera Amalfitana. Belle giornate di sole e poco traffico invogliano a seguire la strada panoramica tra le più belle del mondo.

E scoprire, anzi per voi affezionati lettori di Scatti di Gusto, ri-scoprire un ristorante che inseriamo di diritto nella nostra web serie Ristoranti d’aMare.

È il Sensi di Amalfi che felicemente coniuga una cucina di territorio, quella classica dell’antica Repubblica Marinara, e lo spirito di innovazione e di fine dining. E che qui trovano alloggio in un palazzo storico e una terrazza panoramica.

Al timone della cucina c’è Alessandro Tormolino che fa squadra con Pasquale Franzese, cui è affidata la gestione della sala, ed Enzo Calaudi che si occupa invece del management generale.

Apriamo con uno Chardonnay accompagnato da cracker alla paprika, grissini con farina di polenta ed un caldo pane home made.

Il benvenuto dello chef si compone di una tartelletta con scarola e pomodoro, un cono con ripieno di rapa rossa e caviale di ananas, una crema di cozze fagioli e aglio nero il tutto seguito da una boccetta con all’interno elisir di limone per ripulire il palato.

Per gli antipasti, la nostra scelta ricade sull’astice in crosta di erbe e zenzero, senape, limone candito, finocchio e jalapeno in salsa agrodolce: un piatto che racchiude il senso di sperimentazione di sapori ed elementi in cui è ben riuscita la simbiosi tra i profumi e gli aromi della costiera e gli ingredienti provenienti da culture diverse.

Il polpo grigliato, broccolo, salsa di cozze e cremoso di nduja è un altro fra gli antipasti presenti in carta.

Interessanti i primi piatti della carta.

Il fusillone colpisce per la personalità del gusto e per la giusta aromaticità dell’incontro del cacio con il pepe selvatico del Madagascar, della salsa di ricci di mare con il prezzemolo, del caviale di soia con il calamaretto fritto.

Il piatto memorabile è il risotto con calamaretti spillo, acqua di pomodoro, limone, caviale di colatura di alici e aglio nero con il gusto dolce conferito dal pomodoro che ben si armonizza alla sapidità della colatura di alici.

Ben riuscita anche la linguina con acqua di pomodoro giallo, salsa di rucola, gambero affumicato, salicornia e aglio nero: anche qui apprezzabile il gioco di sapori fra l’acidulo della salicornia e il dolce del pomodoro giallo.

Usciamo dalla liturgia del pesce assaggiando il manzo grigliato, sfoglia con guacamole, popcorn piccanti, mais, pannocchia.

Il pre dessert di panna cotta, sciroppo all’amarena, grue di cacao e crumble alle mandorle resetta il percorso con l’incontro tra sapore inteso del cacao e croccante dolcezza del crumble alle mandorle e contribuiscono a un ottimo risultato.

Per il dessert la scelta ricade sulle diverse consistenze del Riso & la Mandorla: spuma di riso e mandorla, fragole, riso integrale e gelato alla zafferano caratterizzato da freschezza, dalla croccantezza delle mandorle e dalla consistenza quasi eterea della spuma di riso.

L’altro dessert è il limone nelle sue diverse consistenze accompagnato con croccante di cioccolato bianco e riso soffiato che ben sintetizza la cucina dello chef.

Cioccolato fondente, tartelletta cioccolato e meringa al lampone ed un amaretto ripieno di amarena chiudono il percorso.

E voi ne potrete scegliere 5 con i menu degustazione che hanno prezzi compresi tra 80 e 120 € (per il “Comanda lo Chef”).

Potrebbe incuriosire anche voi il menu Natura per gli amanti del mangiar sano che prevede un percorso caratterizzato dall’assenza di sale, farina, zucchero e latte.

Per la carta sono previsti 6 antipasti con prezzi fra 18 e 20 €; 6 primi con prezzi fra 20 e 22 €; 3 secondi di mare e 3 di terra a 29 €. Per il dessert si può scegliere fra 6 proposte a 15 €.

Sensi Restaurant. Via Pietro Comite, 4. Amalfi (Salerno). Tel. +39 089.871183 

[Testo e Immagini: Daniele Di Nubila]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui