Alt! State pensando che voi i nucatoli non li conoscete con questo nome, li chiamate mucatoli, nugatoli oppure nucatili. Ebbene vi porto a conoscere i nucatoli ragusani, il cui nome deriva dall’accoppiata di mandorle e miele nel ripieno. La parola “nucatola” deriva dall’arabo naqal = frutta secca.

I biscotti che ho assaggiato io hanno come ripieno fichi secchi, mandorle, cotognata e miele. Un’oasi nel mare di cioccolato della dolceria ragusana, pur sempre un grande classico gastronomico siciliano.

Qui una ricetta tratta da Ricette di Terra Nostra dove la cotognata non è presente, con fotografie scattate durante la mia visita a Modica alla dolceria Bonajuto.

La ricetta dei mucatoli, i biscotti di Natale

Ingredienti per l’impasto

  • 130 g di farina 00
  • 40 g di zucchero
  • 15 g di burro
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato
  • pochissima acqua se occorre

Ingredienti per la farcitura

  • 1 arancia
  • 130 g di miele di zagara
  • 130 g di gherigli di noci
  • 80 g di mandorle
  • 1 cucchiaio di marmellata di fichi
  • 70 g di cioccolato di Modica

Procedimento

Scaldare  il miele con le scorzette di arancia tagliate a fili e la marmellata.

A fuoco spento si aggiungono le noci tritate grossolanamente e le mandorle tostate tritate finemente e il cioccolato pestato in polvere.

Lavorare l’impasto come se fosse una frolla e avvolgerla con la pellicola e fare riposare in frigo. Impastare tutti gli ingredienti per la pasta, successivamente stenderla fino a formare un rettangolo il più sottile possibile e ritagliare dei rettangoli di cm 3-4 x cm 15/20 .

Nella foto ci sono i rettangoli molto lunghi, tagliati con appositi strumenti professionali che non tutti a casa posseggono.

Prendere mucchietti di farcia fredda e fatela rotolare su un ripiano a formare dei “bigoli” spessi un dito. Anche qui, se l’impasto è umido, aiutarsi con la farina. I bigoli andranno messi su tutta la lunghezza del rettangolo facendo aderire la pasta senza chiudere.

Se invece padroneggiate il sac à poche, potete fare come gli artigiani che vedete e inserire il ripieno per poi comporre delle strisce.

A seconda della lunghezza delle strisce che avrete ritagliato potete accorciare o meno le S finali, che si ottengono curvando la pasta ripiena.

Cuocere in forno a 160° per 15 minuti.

Ecco, ora sono pronta per le vostre varianti!

[Testo e immagini: Federica Gemma]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui