Presentata oggi la 50 Top Italy, la guida on-line dedicata al meglio della ristorazione italiana. Un progetto firmato LSDM, cioè le Strade della Mozzarella, curato dai suoi ideatori, Barbara Guerra, Albert Sapere e Luciano Pignataro.

I Ristoranti di Italia sono suddivisi per quattro fasce di prezzo:

  1. Low Cost
  2. Trattoria/Osteria
  3. Ristorazione fino a 120 euro
  4. Ristorazione oltre 120 euro.

A queste 4 categorie, si affiancano premi speciali, due dei quali sono stati svelati in anticipo: il Premio S.Pellegrino & Acqua Panna per Valorizzazione del Territorio 2020 allo chef Ciccio Sultano del ristorante Duomo di Ragusa, mentre al giovane Marco Ambrosino – alla guida del locale 28 Posti di Milano – va il Premio D’Amico Cucina Mediterranea 2020.

Sul palco dell’Eliseo, sono stati premiati le top 10 delle 4 categorie previste dalla guida, mentre i classificati dalla 50esima alla 11esima posizione sono riportati sul sito 50topitaly.it.

A ritirare il premio, anche i primi tre classificati (già annunciati nelle precedenti settimane) de I Migliori Ristoranti Italiani nel Mondo 2019, sezione internazionale della guida curata da Guido Barendson, che ha visto trionfare il ristorante Passerini a Parigi (dello chef Giovanni Passerini). Seconda e terza posizione per Don Alfonso 1890 a Toronto, e Heinz Beck Restaurant Tokyo in Giappone.

L’iniziativa ha visto la partecipazione degli sponsor Olitalia, Birrificio Valsugana, Consorzio di Tutela del Prosecco DOC, S.Pellegrino & Acqua Panna, Kimbo, D’Amico, Mandara, EMME Prodotti Tipici, Pastificio dei Campi, Mulino Caputo.

La classifica dei magnifici 12, cioè il podio 3 x 4

1. Low Cost Panificio Bonci di Roma

1. Trattoria Antica Osteria del Mirasole di San Giovanni in Persiceto

1. Ristoranti fino a 120 € L’Argine di Vencò

1. Ristoranti oltre i 120 € Osteria Francescana di Modena

2. Low Cost Anikò di Senigallia

2. Trattoria Trippa di Milano

2. Ristoranti fino a 120 € Lido 84 di Gardone Riviera

2. Ristoranti oltre i 120 € Uliassi di Senigallia

3. Low Cost Generi Alimentari di Modena

3. Trattoria Roscioli di Roma

3. Ristoranti fino a 120 € 28 Posti

3. Ristoranti oltre i 120 € St Hubertus di San Cassiano

La classifica dei primi 10 e i premi speciali

4

‘Ino, Firenze (low cost)
La Brinca, Ne – Genova (trattoria/osteria)
Gucci Osteria da Massimo Bottura, Firenze  (ristorazione fino a 120 euro)
Danì Maison, Ischia  (ristorazione oltre 120 euro)

5

Supplizio, Roma (low cost)
Ristorante Consorzio, Torino (trattoria/osteria)
Pascucci al Porticciolo, Fiumicino  (ristorazione fino a 120 euro)
Piazza Duomo, Alba  (ristorazione oltre 120 euro)
6

Masoni, Macelleria & Bistrot, Viareggio (low cost)
Retrobottega, Roma (trattoria/osteria)
Antica Osteria Nonna Rosa, Vico Equense  (ristorazione fino a 120 euro)
Duomo, Ragusa  (ristorazione oltre 120 euro)
7

Nud e Crud, Rimini (low cost)
Exit Gastronomia Urbana, Milano (trattoria/osteria)
Materia, Cernobbio  (ristorazione fino a 120 euro)
La Pergola, Roma  (ristorazione oltre 120 euro)

8

La Tradizione, Vico Equense (low cost)
Al Convento, Cetara (trattoria/osteria)
Oasis Sapori Antichi, Vallesaccarda (ristorazione fino a 120 euro)
Taverna Estia, Brusciano (ristorazione oltre 120 euro)

9

Fud Bottega Sicula, Catania (low cost)
Nù Trattoria Italiana dal 1960 – Trattoria di civiltà e libertà contadina, Acuto (trattoria/osteria)
DaGorini, San Piero in Bagno  (ristorazione fino a 120 euro)
Enrico Bartolini al Mudec, Milano (ristorazione oltre 120 euro)

10

Trapizzino, Roma (low cost)
Braceria Bifulco, Ottaviano (trattoria/osteria)
La Tana Gourmet, Asiago (ristorazione fino a 120 euro)
Vun by Andrea Aprea, Milano (ristorazione oltre 120 euro)

I premi speciali

Nel corso della cerimonia, oltre alla rivelazione della classifica completa, sono stati consegnati i premi speciali. Tra questi, due importanti riconoscimenti erano già stati anticipati: il Premio S.Pellegrino & Acqua Panna Valorizzazione del Territorio 2020 allo chef Ciccio Sultano del ristorante Duomo di Ragusa, e il Premio D’Amico Cucina Mediterranea 2020 assegnato a Marco Ambrosino del 28 Posti di Milano. A questi si sono aggiunti il Premio S.Pellegrino e Acqua Panna Cuoco del Futuro Davide Guidara di Sum Restaurant, a Catania.

Il Premio Olitalia Modello d’Ispirazione è andato a Umberto Bombana, di 8 ¹⁄₂ Otto e Mezzo Bombana a
Hong Kong; Premio Olitalia Ospitalità nel Mondo a Don Alfonso 1890 a Toronto; Premio Olitalia Comunicare il Vino a Alessandro Scorsone.

Premi Emme Prodotti Tipici: Accoglienza in Italia al Pashà di Conversano; Costanza nel Tempo a Oasis Sapori AntichiOspitalità Alberghiera al Grupppo Baglioni Hotels.

Il Premio Birrificio Vlasugana Riso all’Italiana è andato a SupplizioPremi Birrificio Valsugana Servire il Vino in Italia a
Maurizio Paparello di Roscioli Salumeria con Cucina, a Roma; Premio Birrificio Valsugana Sala Contemporanea a Giuseppe Palmieri dell’Osteria Francescana di Modena.

Premio D’Amico alla Costanza nel Tempo all’estero a Acquarello, Monaco di Baviera; Premio D’Amico alla Valorizzazione del Made in Italy a Orlando Food Sales.

Premio Kimbo Filiera Controllata al Panificio Bonci di Roma

Premio Mandara Innovazione e Sostenibilità al St. Hubertus di San Cassiano; Premio Mandara Cultura del Vino in Italia al ristorante Consorzio di Torino.

Premio Mulino Caputo Miglior Servizio di Sala nel Mondo a Heinz Beck Restaurant, Tokyo; Premio Mulino Caputo Miglior Format dell’anno 2020 a Exit Gastronomia Urbana di Milano; Premio Mulino Caputo Pasticceria Contemporanea a Il Pagliaccio, Roma.

Premio del Consorzio Tutela del Prosecco Doc Cultura del Vino all’estero: ristorante Era Ora di Copenhagen; Premio Del Consorzio Tutela Prosecco Doc Servire vino all’estero a Salvatore SalernoIl Lago.

Premi Pastificio dei CampiPrimo Piatto dell’anno Saverio Sbaragli per Gnudi ricotta e spinaci, burro alla salvia e coulis di pomodoro
(Tosca, Ginevra); Premio Famiglia Italiana a La Tradizione di Vico Equense; Premio Formare il Futuro a ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana.

Menzione Speciale in Ricordo di Lella Granito, ritirato da un commosso Peppe Guida.

Nel corso della serata, inoltre, sono stati consegnati i premi ai primi tre classificati dei Migliori Ristoranti Italiani nel Mondo 2019, la sezione internazionale della guida curata da Guido Barendson. Sul podio sono saliti: il ristorante Passerini a Parigi, dello chef Giovanni Passerini (al primo posto), Don Alfonso 1890 a Toronto in Canada (secomdo) e Heinz Beck Restaurant Tokyo in Giappone (terzo).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui