Video. Le orecchiette da Bari a New York con Nunzia Caputo

Tempo di lettura: 4 minuti

Le orecchiette vengono celebrate a New York e sequestrate in Italia. Tutto è cominciato quando 3 kg di orecchiette non tracciate sono state sequestrate a un ristorante barese: il New York Times, appresa la notizia, ha titolato “Call It a Crime of Pasta“.

In prima pagina. E ora Nunzia Caputo porterà le orecchiette a New York, al Travel Show, dove la Puglia avrà il suo stand per il secondo anno consecutivo.

Il sequestro è stato dovuto al fatto che non sia stato possibile tracciarne la provenienza, come prescritto dalle leggi italiane ed europee: il ristoratore è stato multato e le orecchiette distrutte. L’attenzione è quindi caduta sulle signore di Barivecchia, e sulla loro produzione di orecchiette artigianali: si è subito pensato che il ristoratore le avesse acquistate in strada Arco Basso. Le “signore delle orecchiette” infatti possono vendere il loro prodotto solo in piccole quantità, “per consumo personale” – sì, il pensiero va subito a una specie di spaccio semiclandestino di prelibatezze.

Da qui, il “caso” portato all’attenzione del mondo dal New York Times, insieme a Nunzia Caputo, intervistata dal quotidiano, che aveva già inserito la Puglia fra le 52 destinazioni mondiali da non perdere nel 2019. E l’invito a Nunzia a portare le sue orecchiette a New York.

“Ci vado perché voglio dimostrare la nostra tradizione, che non è una tradizione qualsiasi, la conoscono dappertutto. È la nostra identità, è un’arte buona e bisogna portarla fuori”.

Il Travel Show è una manifestazione turistica organizzata proprio dal New York Times (dal 24 al 26 gennaio presso il Jacob Javits Center), che sui suoi canali video ha pubblicato Puglia, Unexpected Italy, protagonista Nunzia, “Pasta Lady Extraorinaire”, meravigliosa testimonial che invita, con la sua bellissima cadenza barese, a visitare la Puglia.

Una grande occasione per la regione. Nunzia volerà a New York alla volta del Travel Show (dove la Puglia aveva ottenuto il riconoscimento come Best New Exhibitor 2019) con il sindaco di Bari Antonio Decaro, e lo staff di Pugliapromozione con Luca Scandale e Aldo Patruno, e Nancy Dell’Olio, ambasciatrice della Puglia nel mondo.

Ci saranno prodotti tipicie e degustazioni, con i vini di Casillo Group e dell’Associazione Puglia in Rosè, in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura e allo Sviluppo rurale della Regione Puglia. Oltre naturalmente alle orecchiette, fatte rigorosamente a mano, “in diretta”, e in italiano, da Nunzia Caputo.

Anche quando vengono qui i turisti mi faccio capire con i gesti. Lì mi adatterò, e se poi c’è qualcuno che vuole fare un po’ di volontariato tradurranno per me. Io so solo la mia lingua, quella della baresità e di Bari vecchia.”

Il successo della Puglia gastronomica, ma anche turistica, nel mondo è ormai consolidato: secondo i dati dell’Osservatorio Turistico di Pugliapromozione i turisti USA (78,5mila arrivi e 208mila presenze) sono stati al quarto posto della graduatoria regionale 2019 dei mercati esteri per numeros di arrivi e al sesto per presenze/pernottamenti.

Per il mercato USA la Puglia rappresenta un luogo di relax, capace di coniugare mare, itinerari artistici e culturali e proposte enogastronomiche,” commenta l’Assessore Loredana Capone. “Gli Stati Uniti sono cresciuti moltissimo negli ultimi anni, con un vero e proprio raddoppio negli arrivi dal 2010 a oggi e un trend in costante crescita che li posiziona come il primo mercato turistico extra-europeo della Puglia. La partecipazione al Travel Show sarà un’ottima occasione per incontrare tantissimi operatori della Travel industry, giornalisti, influencer e blogger.”

La vicenda delle orecchiette, unita all’attività di promozione, avrà sicuramente un effetto positivo sugli arrivi.

[Link: La Gazzetta del Mezzogiorno; la Repubblica Bari]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui