Passata di pomodori, gioia e delizia di ogni cucina, ricetta di casa e pizzeria.

Ora c’è la classifica di quelle da preferire nell’acquisto al supermercato. Almeno per quelli che non provvedono con la ricetta della nonna, della zia, della prozia.

Ehi, ho detto nonna?

E infatti in cima alla classifica di Altroconsumo, pubblicata da Il Fatto Alimentare, guardate un po’ chi c’è: una passata dal nome più che suggestivo.

Eccola (classifica dei primi 5 e nome).

Le 5 migliori passate di pomodoro al supermercato

  1. Le Conserve della Nonna (ottima)
  2. De Rica (ottima)
  3. Pomì (buona)
  4. Pummarò corposa Star (miglior acquisto per rapporto qualità convenienza)
  5.  Delizie Campagnole Divella (miglior acquisto per rapporto qualità convenienza)

Il Fatto Alimentare riporta anche che Mutti, Cirio e Santa Rosa sono nel gruppo che i test considerano di buona qualità

In fondo alla classifica, con un giudizio comunque sufficiente ci sono Delizie dal Sole Eurospin, sopravanzata da due prodotti più costosi entrambi da agricoltura biologica: Alce Nero e Libera Terra.

La passata extrafine Petti che si era aggiudicata la prima posizione nella precedente classifica, si colloca nella parte bassa probabilmente perché la materia prima può cambiare da un anno all’altro, annotano sul Fatto Alimentare.

Copio incollo un passaggio che mi ha colpito.

Tutte le passate analizzate sono prodotte con pomodoro 100% italiano, un’indicazione che, fa notare Altroconsumo, è usata come uno slogan, come se la provenienza italiana sia una garanzia di qualità e sicurezza superiore. La rivista evidenzia che per evitare dubbi sull’origine della materia prima ( da anni si insinua l’impiego di prodotto cinese ), è stato messo a punto un test, basato sul rapporto tra due isotopi radioattivi dello stronzio.

Lo stronzio per colpire gli str…. mi sembra una sorta di giudizio biblico.

Ben fatto.

In attesa di conoscere vostri possibili giudizi, critiche, stroncature, apprezzamenti, ricette delle vostre nonne e del parentado più prossimo ai fornelli, io mi armo anche della classifica che vi posto in fondo per provare a cucinare il migliore piatto di pasta con passata di pomodoro.

Ci riuscirò per la gioia di mia nonna (prego sorridere)?

2 Commenti

  1. Si onestamente che sia italiano è gia una garanzia
    Forse non hai mai visto la produzione di altre Nazioni non hanno parametri come
    i ns sia di pesticidi che materie pesanti
    C è da dire che se c è qualcosa di buono nel mondo è solo italiano
    Ma mi rendo conto che l invidia la poca
    competenza e ignoranza è sempre molto alta
    Ti consiglio a questo punto di comprare
    tutti prodotti di altra origine che non sia italiana però cerca di analizzare anche quella e poi fai la deduzione
    In quanto anche se la materia prima venisse da altre parti del mondo
    La produzione italiana è quella che tutela in assoluto tutto
    Invece di disprezzare sempre tutto cio che è italiano sarebbe bene controllare i prodotti che ci arrivano sia confezionati che freschi da altri parti del mondo

    • Cara Rosa,
      ti informo che i prodotti extra UE, quando vengono importanti, passano dei controlli di “frontiera”.
      Un prodotto extra UE, in genere, viene analizzato da vari laboratori, prima del nulla osta all’import. QUindi anche se all’estero utilizzassero il gas nervino, se il prodotto non soddisfa i parametri Europei, non entra.

      Se un prodotto viene prodotto in uno dei paesi membri, sottostà alle stesse regole.

      Quindi di che stiamo parlando?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui